conero costa 1

Il Conero : cosa vedere e dove mangiare lungo la costa

La prima parte del tour tra paesini a picco sul mare, spiagge bianche e pesce fresco

condivisioni

Il Conero è un promontorio marchigiano che si tuffa nel mare creando piccole spiagge bianchissime e rocciose, raggiungibili da ripidi sentieri boschivi che scendono lungo il monte o unicamente via mare. Eccezione della costa adriatica che dal Veneto al Molise è composta unicamente da spiagge di sabbia fine e mare bassissimo, il Conero è un’isola felice per chi ama invece acqua limpida, profonda e mare blu intenso.

conero costa 3

La perla del Conero è Portonovo, un’incantevole baia ricca di ristoranti sulla spiaggia famosa per i moscioli. I moscioli sono una varietà di cozze selvatiche (presidio Slow Food) non allevabili, presenti unicamente all’interno di questa baia e pescabili solo da aprile ad agosto. Il loro percorso dal mare alla tavola è velocissimo e si svolge tutto sulla stessa spiaggia nell’arco di poche ore: i pescatori rientrano tra le 9 e le 11 di mattina lasciando il pescato alla pescheria che si trova esattamente a fianco della loro rimessa, proprio sulla spiaggia. Qui vengono i ristoratori della baia e la gente del luogo per acquistare il pesce fresco. La pesca avviene con un totale di 4 o 5 barchette con solo due persone ad imbarcazione di cui una è il sub. 

conero costa 4

I ristoranti della baia offrono piatti di pesce per tutti i gusti e tutte le tasche, dallo chef stellato specializzato in crudi al ristoratore storico che propone ricette della tradizione. I più quotati sono:
Il Clandestino dello chef pluristellato michelin Moreno Cedroni: una piccola struttura in legno nei toni del blu e del bianco a due metri dalla riva, offre colazione, pranzo leggero a prezzi contenuti e cena con menù degustazione a circa 80 euro. Piatti principalmente di pesce crudo e dolci ricercatissimi.
Ristorante dell’Hotel Fortino Napoleonico: sale in stile settecentesco, ambiente elegante, cucina raffinata ma legata al luogo e alla tradizione.
Da Giacchetti: piatti di pesce tradizionali, pasta all’uovo fatta in casa, inserito nella guida dei ristoranti del Gambero Rosso.
Emilia: è il ristorante più vecchio della baia, presente fin dagli anni ’20 e si trova esattamente a fianco della rimessa dei pescatori. Ambiente rustico, locale in legno con grandi vetrate sul mare, ricette semplici della tradizionale principalmente a base molluschi locali come moscioli alla tarantina (al vapore con limone, prezzemolo, aglio e olio) e raguse in porchetta (al sugo con finocchiella selvatica).

conero costa 5

Altro gioiello del Conero è Sirolo, un paesino a picco sul mare con piazza terrazzata, affaccio panoramico su tutta la costa e vicoli colorati. Dal paese è possibile arrivare in alcune spiagge stupende scendendo per strade tortuose o sentieri ripidi all’interno del bosco. La più facile da raggiungere è la spiaggia Urbani (detta anche la conchiglia verde), una piccolissima baia con due o tre ristorantini e un paio di abitazioni chiusa a sud da una grotta.

conero costa 6

Qui potete mangiare al ristorante Arturo ammirando il profilo del Conero: cucina ricercata di pesce locale ma anche vegetariana con prodotti tipici regionali. Al centro del paese invece potete fermarvi da La taverna: situato nella piazza principale offre cucina regionale rivisitata in chiave moderna sia nel contenuto che nella presentazione, ottimo rapporto qualità prezzo, solo ingredienti locali, menù sia di pesce che di carne con attenzione ai salumi e ai formaggi tipici.

conero costa 7

Altre spiagge di Sirolo assolutamente degne di nota sono San Michele e i Sassi Neri, quest’ultima più selvaggia, completamente libera e senza balneari. Più impegnative da raggiungere con un percorso di 10 – 15 minuti nel bosco, la prima offre comunque dei servizi e un ottimo ristorante all’aperto (Da Silvio) con tavoli proprio sotto i pini del bosco che si affacciano sul mare, ovviamente attivo solo in estate. Proprio sotto Sirolo c’è Numana, un secondo paesino molto bello da visitare e dal cui porto in estate partono le barche per raggiungere quello che è considerato il posto più bello in assoluto di tutto il parco del Conero: la spiaggia de Le due Sorelle. E’ una piccola insenatura, una zona di natura incontaminata senza alcun tipo di servizio, chiamata così per via dei due grandi scogli gemelli che la affiancano. E’ raggiungibile solamente via mare nei periodi estivi, o calandosi in cordata dal monte, e fino metà pomeriggio è completamente assolata senza uno spazio d’ombra.

conero costa 8

Una visita va fatta anche ad Ancona, capoluogo di regione ricco di storia. Da vedere assolutamente il duomo di S.Ciriaco, situato in una zona particolarmente alta che domina la città e il mare. Da lassù si gode di una spettacolare vista del porto sottostante da cui partono giornalmente le grandi navi dirette in Grecia e in Turchia. Poco distante dal porto troverete la Mole Vanvitelliana, l’ex lazzaretto a pianta pentagonale isolato nell’acqua oggi sede di mostre, concerti e cinema all’aperto. Fate un giro anche nella suggestiva Piazza del Plebiscito e nella più piccola piazza Roma con la bella fontana delle 13 cannelle. Qui troverete il Chiosco da Morena, luogo storico per lo street food di pesce (inserito nella guida Foodies del Gambero Rosso), con grande qualità a prezzi bassi. Si possono acquistare piatti di ostriche e altri molluschi locali da mangiare in piedi o seduti ai tavolini al centro della piazza. Il piatto tipico del chiosco sono le crocette ma è famoso anche per le raguse al sugo, il baccalà, e ovviamente i moscioli. Ancona è anche la città dello Stoccafisso e vi sono molti ristoranti che lo propongono nella ricetta tradizionale detta appunto “all’anconetana”. Esiste anche un’accademia storica che si occupa della diffusione e delle iniziative legate unicamente a questa ricetta.

conero costa 2

Vi lascio con qualche consiglio su dove dormire:

Hotel Monte Conero (Badia San Pietro) : all’interno di un’ abbazia camaldolese del 1100 situata in cima al monte a 550m di altezza, isolata nel bosco con stupenda terrazza panoramica su tutta la costa.

Hotel Fortino Napoleonico : nella spiaggia di Portonovo all’interno dell’originale fortino, chiuso da mura imponenti e arredato in modo lussoso secondo lo stile settecentesco.

Hotel Emilia : nella parte alta di Portonovo, elegante, isolato nel verde e con panorama su tutta la baia.

Il Vicolo Relais : palazzina storica nei vicoli di Sirolo, arredato in stile ‘800.

15 marzo 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

  • Fantastica fotografia, bellissimo raconto di un posto che e sulla mia lista per quest’anno. Complimenti !!!

  • Era d’obbligo precisare Trattoria La Moretta – famosa per il miglior Pesce Stocco all’Anconetana! Sono stata in vacanza ad Ancona per 3 giorni, e 2 su 3 ho scelto questo posto per cenare. Per tutte e due volte ho ordinato lo stocco all’anconetana. E’ qualcosa di paradisiaco!