zeppola di san giuseppe-4

Zeppole di san giuseppe (al forno)

Le zeppole di San Giuseppe sono uno dei dolci più preparati a Napoli in occasione della festa di San Giuseppe

condivisioni

Le potete preparare in due modi: fritte o al forno, come quelle che vi raccontiamo oggi.

Le zeppole di San Giuseppe sono l’incontro perfetto tra due classici della pasticceria: pasta bignè e crema pasticcera. La base è infatti un semplice cerchio di pasta – dal buco centrale molto stretto, quasi inesistente – spremuto da una tasca completata da una bocchetta a stella stellata piuttosto grande, al cui centro viene collocato un ciuffo – grande, il più grande possibile – di crema pasticcera. Arricchita, infine, dal tocco colorato – e saporito – delle amarene sciroppate.  Nulla di difficile, è sufficiente solo un po’ di attenzione nella preparazione della pasta soprattutto nella fase di inserimento delle uova. Cosa che capirete leggendo la ricetta e guardando le foto passo a passo.

zeppola di san giuseppe-5 

Stampa
Zeppole di San Giuseppe al forno
2015-03-11 22:24:31
Per 10 persone
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Difficoltà
3
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Per le Zeppole
  1. 250 g di acqua
  2. 250 g di farina debole
  3. 250 g di burro
  4. 2 g di sale
  5. 6-7 uova
  6. 500 g di crema pasticcera
Per la crema Pasticcera
  1. 500 g di latte
  2. 150 g di zucchero
  3. 5-6 tuorli
  4. 40 g di farina
  5. buccia di limone non trattato
Istruzioni
  1. Innanzitutto va preparata la cd *polentina*: il misto cioè di acqua farina e burro che costituisce la base di questa ricetta. Per farlo, mettete in un pentolino l'acqua, il burro e il sale e portate a bollore. A questo punto, tirate via il tegame dal fuoco e versate la farina in un colpo solo. Mescolate bene e poi rimettete sul fornello - a fuoco basso - e continuate la cottura fino a quando la pasta non si stacca dalle pareti ed inizia ad avvolgersi intorno al cucchiaio. A questo punto, fate attenzione: è uno dei passaggi fondamentali della ricetta: continuate a cuocere fino a quando la pasta non inizia a sfrigolare. Prendete allora un po' di impasto tra due dita e stringetelo: è pronto se non si attacca alle dita e lascia la pelle pulitissima.
  2. Togliete quindi dal fuoco e fate raffreddare fino ad una temperatura di 48 gradi (se non avete il termometro, controllate con le dita: deve essere tiepido all'esterno: ci vorranno 20-30 minuti).
  3. Unite le uova uno alla volta, aspettando che quello di prima sia perfettamente assorbito dall'impasto prima di aggiungere l'altro. Arrivati all'ultimo uovo (il settimo), sbattetelo in una tazza e aggiungetelo un cucchiaio per volta. Questo vi consentirà di aggiungere la dose esatta di uova, che non è mai possibile stabilire in anticipo per questo impasto. Dovrete ottenere una pasta che assomiglia, per consistenza ed aspetto, ad una crema pasticcera bella soda.
  4. A questo punto, fate una prova: prendete un cucchiaio e prelevate un po' di crema verso l'alto. La quantità di uova è quella giusta se l'impasto lascia un ciuffo che tende a piegarsi verso il basso. Se rimane dritto, quindi, aggiungete un altro po' di uova. Altrimenti, fermatevi.
  5. Mettete l'impasto in una tasca per dolci munita di bocchetta a stella e formate le zeppole direttamente in teglia, coperta di carta forno, e infornate in forno a 220 gradi.
  6. Dopo una decina di minuti abbassate a 180-200 gradi (dipende dal vostro forno) e cuocete fino a quando le zeppole non saranno ben gonfie e dorate.
  7. A questo punto, aprite il forno in fessura e infilate un cucchiaio di legno per poterlo tenere socchiuso e cuocete ancora per una decina di minuti.
  8. Spegnete il forno, spalancatelo del tutto ma non sfornate ancora le zeppole: tenetele al caldo ancora una decina di minuti. Dopo tiratele fuori e fatele raffreddare in un vassoio stando attenti a non sovrapporle.
  9. Una volta fredde, riempite il foro centrale con la crema pasticcera e decorate con un'amarena sciroppata, spolverando - se vi va - con zucchero a velo.
  10. Per la crema pasticcera, potete seguire la vostra ricetta preferita. Nel caso non ne abbiate una, io vi consiglio questa, davvero semplicissima.
  11. Mettete a bollire il latte con la buccia del limone.
  12. Sbattete leggermente i tuorli con lo zucchero, unite la farina e versateci sopra il latte bollente.
  13. Mescolate bene, rimettete il tegame sul fuoco (basso) e mescolate con un cucchiaio di legno riportando ad ebollizione e mantenendo sul fuoco fino a quando la crema non vi appare densa al punto giusto.
iFood http://www.ifood.it/
zeppole_collage
zeppola di san giuseppe-8

Insomma, basta solo essere attenti a piccoli dettagli e la preparazione delle zeppole di San Giuseppe diventa davvero alla portata di tutti.
Un consiglio, preparate due tasche da pasticceria con due bocchette diverse. Una più grande per la zeppola e l’altra più piccola per la crema. E, se avete seguito tutti i consigli di cottura, farcitele pure in anticipo: cotte in questo modo e lasciate un po’ in forno caldo mantengono a lungo, anche se farcite, la loro croccantezza.

zeppola di san giuseppe-4

 

12 marzo 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste