www.trespade.it

“120 E LODE IN CUCINA”: alla scoperta del piatto più tricolore del web

La food blogger Miria Onesta si è aggiudicata il concorso ideato da Tre Spade e Slow Food

condivisioni

Tre Spade, la storica azienda di Forno Canavese, per festeggiare il suo 120° anniversario ha lanciato lo scorso novembre il Concorso “120 E LODE IN CUCINA, alla scoperta del piatto più tricolore del web”. Un’iniziativa che ha permesso di raccogliere quasi 150 ricette, attraverso le quali i food blogger hanno potuto raccontare la loro personalissima e a volte intima Italia.

Ad ospitare lo show cooking finale di “120 E LODE IN CUCINA, alla scoperta del piatto più tricolore del web”, è stata l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN). Nella giornata di ieri la Scuola di Cucina del tempio dell’alta formazione gastronomica che è l’UNISG si è trasformata in palcoscenico dove profumi, colori e sapori sono stati protagonisti.

La scelta della sede è caduta su Pollenzo grazie alla collaborazione fra Tre Spade e Slow Food, che condividendo valori fondamentali quali l’importanza degli ingredienti e delle materie prime che rappresentano la cultura del cibo del nostro paese ed il ruolo di primaria importanza degli strumenti per la trasformazione del cibo, hanno deciso di dar vita a questo concorso.

L’attenta giuria che ha valutato le 5 ricette era composta da membri di Tre Spade e di Slow Food che hanno assistito in diretta alla creazione dei piatti simbolo di un’Italia che sa raccontarsi anche attraverso il cibo. Quattro i parametri di giudizio: scelta e qualità degli ingredienti, originalità, impiattamento e prova d’assaggio. A sfidarsi dietro i fornelli e a fare il tifo l’una per l’altra c’erano 5 food blogger, di cui ben 4 “Bloggalline“, il gruppo di blogger che partendo dalla condivisione della passione per la cucina, sta portando avanti progetti ed iniziative di grande qualità e professionalità. Maria Di Meglio con “Il Vesuvio”, Rosa D’Anna con “Pasta e patate della Vigilia”, Teresa De Masi con “Ravioli di patate alle due consistenze di parmigiano, pesto di pistacchio e pomodori confit”, Ileana Conti con “Civraxiu ripieno” e Miria Onesta con gli “Umbricelli di farro con salsiccia e fagiolina del Trasimeno” si sono sfidati e, insieme al conduttore radio e tv Giovanni Ferraris, hanno rivelato a ospiti e giornalisti l’anima dei loro piatti: un sapore che ricordasse l’infanzia, una ricetta simbolo delle loro origini o il mix perfetto di ingredienti capaci di narrare lo stile e l’interpretazione del gusto italiano.

Dopo aver assaggiato le ricette ed essersi consultati, i giurati hanno premiato i vincitori. Ad aggiudicarsi il titolo di “Piatto più tricolore del web” è stata Miria Onesta del blog www.dueamicheincucina.ifood.it con la ricetta “Umbricelli di farro con salsiccia e fagiolina del Trasimeno”. A premiare la ricetta più in linea con la filosofia Slow Food è stato Roberto Burdese, amministratore delegato di Slow Food Promozione. Rosa D’Anna con la sua “Pasta e patate della Vigilia” si è aggiudicata, il Premio Speciale Slow Food: un corso di cucina piemontese per due persone presso la Scuola di Cucina dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.

23 aprile 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste