dissapore1

NetAddiction acquisisce Dissapore.com e afferma il suo nuovo posizionamento nel settore food

L’acquisizione della testata digitale più influente nel mondo del cibo, segue il lancio di IFood.it, l’innovativa formula editoriale che da voce ad oltre 200 food blogger.

condivisioni

Milano, 27 aprile 2015NetAddiction amplia la sua famiglia e sbarca nel mondo dell’editoria legata al Food con due importanti novità: l’acquisto di Dissapore.com e il lancio di IFood.it.

Il network italiano che dal 1999 lavora nel mondo dell’informazione online (presente con portali come Multiplayer.it, Movieplayer.it, Bigodino.it e Leganerd.com), nell’editoria cartacea (Multiplayer Edizioni) e nel commercio elettronico (Multiplayer.com), rileva Dissapore.com, primo media digitale “all food” in Italia e sito # 1 per gli appassionati di cibo, fondato da Massimo Bernadi, che resta socio e direttore editoriale. La novità in casa NetAddiction segue di poco il lancio di IFood.it, una nuova piattaforma online che raccoglie in un unico sito oltre 200 appassionate foodblogger (“le Bloggalline”) con un’esperienza consolidata nel settore.

Dissapore.com ha cambiato il modo in cui si parla di cibo.

Lanciato da Massimo Bernardi nel 2009, in seguito modello per molti editori digitali del settore, Dissapore.com si è rapidamente imposto tra gli Influencer della comunicazione enogastronomica, e da 5 anni sta cambiando il modo in cui si parla di cibo. Si spiega così il traffico generato (1.223.698 lettori mensili, 19.8530.000 visite annue e 31.546.750 pagine visite annue per citare alcuni dati) paragonabile più ai portali generalisti dei grandi gruppi editoriali che a un sito verticale.

Accanitamente onesto, con il suo inimitabile mix quotidiano di notizie, scandali, intrattenimento e ironia, Dissapore.com ha saputo conquistare l’attenzione costante dei media, con passaggi e citazioni frequenti su Radio e Tv.

Nuovi temi e contenuti originali, lo sviluppo del sito Spigoloso come guida ai ristoranti, produzioni video e più collaborazioni: grazie all’accordo con NetAddiction, Dissapore diventerà, ancora più di oggi, un’abitudine quotidiana per appassionati di cibo e addetti ai lavori, ristoratori, giornalisti, produttori, opinion leader e lettori che amano l’ironia e lo stile di scrittura irriverente”, racconta Massimo Bernardi.

Ifood.it: se la passione diventa eccellenza virale

Ifood.it è la più innovativa realtà editoriale online italiana, la prima che raccoglie, attualmente, in un unico sito più di 200 food blogger appartenenti ad una community attive nel settore food e con una fan base di oltre 250.000 utenti. La passione delle blogger, unita all’esperienza nell’editoria online di NetAddiction, ha dato vita ad un nuovo portale e ad un network che parla di cibo a 360°, come un’esperienza che si racconta e si condivide attraverso la fotografia, il viaggio e i libri. La loro mission è quella di trasformare la passione in eccellenza. 

Una nuova sfida per NetAddiction: se raccontare le proprie passioni diventa un mestiere

L’acquisizione di Dissapore.com da parte del network NetAddiction si fonda su un’assoluta libertà editoriale e una profonda condivisione delle reciproche capacità, con l’intento di creare importanti sinergie: l’eccellente intuito del sito #1 per gli appassionati di cibo, unitamente alle competenze in ambito marketing e commerciale di NetAddiction, che lavora nella giungla dell’informazione online da oltre 15 anni, si completano contribuendo così ad arricchire ulteriormente l’offerta del network.

Con l’arrivo di Dissapore.com, si apre per NetAddiction la strada per un nuovo riposizionamento nel segmento dell’editoria online dedicato al cibo.

Noi siamo editori esperti di “fan/appassionati” e negli ultimi anni il cibo è evoluto radicalmente da “necessità” a “passione” –afferma Andrea Pucci, amministratore unico di NetAddiction Srl – “Premesso ciò, NetAddiction ha iniziato da tempo una profonda riflessione sull’opportunità di allargare i propri orizzonti e l’acquisizione di Dissapore è l’ultimo, in ordine di tempo ma non di importanza, passo in questo senso. Sicuramente Dissapore ci aiuterà nella strategia di un riposizionamento editoriale, insieme all’altro contenitore creato con e per i foodblogger, iFood”.

27 aprile 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste