www.vvox.it

Se la volete surgelata, che almeno sia italiana al 100%

Italpizza e Filiera Agricola Italiana creano la pizza realizzata solo con ingredienti del nostro paese

condivisioni

Non è sempre facile capire le scelte (di qualunque tipo) fatte da una persona: ogni singola decisione può esser condizionata da esigenze economiche, dalla cultura, dagli ideali, dallo stile di vita. Ancor più difficile è capire, almeno per me, le scelte alimentari soprattutto quando si preferiscono praticità e prezzo alla qualità ed alle certificazioni. Ho fatto questa riflessione leggendo una news relativa alla nascita di una nuova pizza surgelata, italiana al 100%.

Infatti l’accordo raggiunto da Italpizza (Azienda modenese nella quale lavorano 450 addetti che producono 65 milioni di pizze l’anno distribuite in 48 Paesi) e Filiera Agricola Italiana permetterà la nascita di una nuova pizza. La partnership con gli agricoltori italiani, guidati e coordinati da Coldiretti, garantirà l’origine italiana degli ingredienti che verranno utilizzati per realizzare il prodotto.

L’esigenza di una pizza italiana al 100% è nata leggendo i dati di una indagine di Coldiretti: oggi in Italia praticamente due pizze su tre (63%), sono prodotte utilizzando un mix di farina, pomodoro, mozzarelle e olio provenienti da paesi stranieri, e per di più senza alcuna indicazione per i consumatori, in particolare tra coloro che rinunciato ad andare in pizzeria (25%). C’è anche da aggiungere che la pizzeria non è più il principale luogo di consumo non solo a causa della crisi ma anche perché molti italiani scelgono di preparare la pizza in casa.

L’accordo è stato reso possibile anche perché nel 2014 l’azienda è tornata di proprietà italiana, dopo la cessione nel 2008 ad un gruppo inglese. Certificare la provenienza dei prodotti e soprattutto utilizzare quelli del nostro paese è una scelta importante e significativa che condivido in pieno, ciò che non riesco a capire è come sia possibile che nel paese della pizza possa esserci un mercato così sviluppato della versione surgelata.

Capisco la crisi, la praticità, il poco tempo a disposizione ma, probabilmente anche condizionato dalle mie origini partenopee, per me la pizza è solo quella preparata al momento, “a portafoglio“. Sono però naturalmente contento del fatto che un’azienda, italiana, faccia scelte nell’interesse dei consumatori poiché troppo spesso nel nome della marginalità vengono immessi nel mercato prodotti realizzati con ingredienti che possono addirittura rivelarsi dannosi per la salute.

Se proprio dovete mangiarla surgelata, almeno che sia una pizza italiana al 100%!

17 aprile 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste