mezzelune orizz.1

Mezzelune con fave e ricotta di capra

Per un aperitivo saporito oppure per un originale pic nic di primavera

condivisioni

Ecco un’idea per un aperitivo: mezzelune di pasta sfoglia ripiene di ricotta di capra, fave, zenzero. In questa ricetta, la cosa da fare che richiede più tempo è la pasta sfoglia, non perché sia complicato, ma per i tempi di riposo della pasta stessa. Certo, se avete fretta, potete utilizzare la pasta sfoglia del supermercato, chi non l’ha mai fatto? Però fatta in casa è tutta un’altra cosa.  

 Mezzelune di pasta sfoglia con fave e ricotta di capra

 

Stampa
Mezzelune con fave e ricotta di capra
2015-03-15 08:32:13
Per 4 persone
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Difficoltà
4.5
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Per la pasta sfoglia
  1. 500 g di farina
  2. 500 g di burro
  3. 200 ml di acqua
  4. 10 g di sale fine
Per il ripieno
  1. 400 g di ricotta di capra
  2. 1 kg di fave
  3. semi di lino, sale rosa, paprika
  4. 2 cm di radice di zenzero fresco
  5. latte q.b.
Istruzioni
  1. La pasta sfoglia
  2. Dividete in due porzioni la farina: una da 300 g ed una da 200 g.
  3. Disponete il quantitativo maggiore sulla spianatoia e unite il sale, 100 ml di acqua e incominciate a intridere gli ingredienti con le dita, unendo, a mano a mano, gli altri 100 ml di acqua.
  4. Lavorate l'impasto fino ad ottenere un panetto consistente.
  5. Incidetelo con un taglio a croce, avvolgetelo nella pellicola per alimenti e mettetelo in frigorifero per almeno 30 minuti.
  6. Nel frattempo preparate il secondo panetto impastando la farina rimasta con l'intera dose di burro.
  7. Lavorate il composto finché il burro avrà assorbito la farina, senza prolungare la lavorazione per non scaldare il burro; poi formate un panetto e mettetelo in frigorifero, avvolto nella pellicola, per 30 minuti.
  8. Trascorso questo tempo riprendete i due panetti.
  9. Stendete quello di sola farina e acqua allargandolo con le mani in corrispondenza del taglio a croce, poi tirate la pasta con il matterello ricavandone un quadrato di circa 40 cm di lato.
  10. Ponete al centro il panetto di farina e burro, ripiegarvi sopra 2 lembi di pasta e pressate il tutto con il matterello per appiattirlo leggermente.
  11. Ripiegate i due lembi rimasti liberi, uno sopra al panetto e l'altro sotto: in tal modo si avrà una migliore distribuzione del grasso fra i vari strati di pasta che si formeranno durante la cottura.
  12. Pressare il panetto ottenuto con il matterello, in un solo senso e assottigliarlo sempre di più in modo da ottenere un rettangolo regolare di 3-4 mm di spessore.
  13. Iniziate ora i cosiddetti "giri" che dovranno dare alla pasta la sua classica leggerezza.
  14. Ripiegate i due lati corti del rettangolo verso il centro in modo che si tocchino senza sovrapporsi.
  15. Piegare poi la pasta a libro, ottenendo così 4 strati sovrapposti.
  16. Fate un piccolo avvallamento nella pasta con il dito indice per indicare che inizia il primo "giro".
  17. Avvolgete il panetto nella pellicola e mettetelo in frigorifero per 1 ora.
  18. Riprendere il panetto,stendetelo e ripiegatelo come spiegato sopra.
  19. Fate un secondo avvallamento per indicare il secondo "giro" e mettete nuovamente in frigorifero.
  20. Procedete allo stesso modo per 4 giri.
  21. Per il ripieno
  22. Sgusciate le fave e lavatele sotto l'acqua corrente.
  23. Mettetele a cuocere con abbondante acqua non salata finché non saranno tenere.
  24. Scolatele bene e frullatele nel robot da cucina non troppo finemente.
  25. Mettete la ricotta in un piatto e lavoratela con una forchetta, salate, pepate e unite le fave e lo zenzero grattugiato.
  26. Lavorate bene finché non sarà tutto ben amalgamato.
  27. Ora prendete dal frigorifero la pasta sfoglia. Stendetela e tagliate, con l'aiuto di un coppapasta, dei cerchi. In ogni cerchio mettete l'impasto di ricotta e fave, richiudete a mezzaluna, pennellate con il latte e spolverate con i semi di lino, il sale rosa oppure altre spezie e mettete a cuocere in forno caldo per circa venti minuti.
  28. Le vostre mezzelune di pasta sfoglia saranno cotte quando saranno dorate.
iFood http://www.ifood.it/
 La preparazione della pasta sfoglia in sé è abbastanza semplice, basta seguire poche ma importanti regole. Le pieghe sono fondamentali e serve grande attenzione nel manipolare gli ingredienti affinché l’aria possa inglobarsi tra i vari strati di pasta e burro, per poi dilatarsi durante la cottura con un processo chiamato “lievitazione fisica”.

mezzelune con fave e ricotta di capra

Con i ritagli di pasta sfoglia potete ritagliare delle piccole formine a forma di stella o di cuore per un aperitivo ancora più sfizioso.

mezzelune con fave e ricotta di capra

 

Mezzelune con ricotta di capra e fave
La ricotta di capra è più saporita di quella di mucca, diciamo che ha un gusto più selvatico. Personalmente mi piace molto ma, per i palati più “fini”, consiglio di usare metà ricotta di capra e metà di ricotta di mucca.
Potete anche diversificare il ripieno delle mezzelune mettendo nel ripieno altre verdure come gli asparagi o, quando sarà il momento, le zucchine o i peperoni. Insomma, largo spazio alla fantasia.

14 maggio 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste