tagliatelle al ragu

Tagliatelle fatte in casa con ragù alla bolognese

La ricetta di uno dei piatti più classici della tradizione emiliana

condivisioni

Il ragù alla bolognese è uno dei condimenti più bistrattati a livello mondiale, a mio parere. Basta girare per i menù turistici dei ristoranti per rendersene conto: non c’è ristorante che non lo proponga, associato ai formati di pasta più assurdi (a cominciare dagli spaghetti, assolutamente inadatti per questo sugo) e preparato in modo estremamente lontano dalla tradizione. Che, per esempio, prevede latte per portare a cottura la carne. O, addirittura, panna: ingrediente tradizionale in Emilia, visto che la panna da affioramento è prodotto *di scarto* nella produzione del Parmigiano Reggiano e quindi era disponibile in abbondanza nelle famiglie contadine.

La ricetta tradizionale di questo ragù però è una sola (fatte salve, ovviamente, le piccole varianti “familiari”) ed è stata depositata  nell’ottobre del 1982 dalla delegazione di Bologna dell’Accademia Italiana della Cucina presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna allo scopo di garantire la continuità ed il rispetto della tradizione gastronomica bolognese in Italia e nel mondo.

E – nonostante non sia difficile – prevede modalità ed ingredienti tassativi.  

tagliatelle al ragu

Stampa
Ragù alla bolognese
2015-04-18 11:14:41
Per 4 persone
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Difficoltà
4
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Per il ragù
  1. 300 g di carne macinata di manzo
  2. 150 g di pancetta di maiale fresca macinata
  3. 50 g di carote tagliate a dadini
  4. 50 g di sedano tagliato a dadini
  5. 50 g di costa di sedano
  6. 50 g di cipolla
  7. 5 cucchiai di salsa di pomodoro
  8. 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  9. 1/2 bicchiere di vino
  10. 250 g di latte intero
  11. sale fino
  12. noce moscata
Per le tagliatelle
  1. 220 g di farina 00
  2. 2 uova di grandezza media
Istruzioni
  1. Innanzitutto, mettete nel tegame la pancetta tagliata a dadini, e fatela soffriggere a fuoco lento in modo da farla sciogliere durante la cottura.
  2. Aggiungete quindi le verdure tagliate a dadini e fatele soffriggere per una decina di minuti almeno a fuoco bassissimo.
  3. Una volta pronto il soffritto di verdure, toglietele dal tegame aiutandovi con una schiumarola e mettetele in caldo. Fate quindi soffriggere la carne nello stesso tegame a fuoco vivace, e sfumate con il vino.
  4. Non appena questo è ben evaporato unite le verdure, la salsa di pomodoro, il concentrato sciolto in un po' di acqua e il sale.
  5. Cuocete per almeno un paio d'ore a fuoco basso, aggiungendo il latte a metà cottura, fino a quando il ragù non si presenta ben cremoso.
  6. A fine cottura, aggiungete un po' di noce moscata grattugiata al momento.
  7. Preparazione della pasta
  8. Mettete nella planetaria farina e uova ed impastate. Otterrete un impasto piuttosto duro: rovesciatelo sul piano di lavoro e impastatelo per un po' con le mani bagnate fino a quando non avrà preso la giusta morbidezza.
  9. Mettetelo quindi a riposare sotto una ciotola rovesciata e lasciatelo per ameno una trentina di minuti.
  10. Una volta trascorso questo tempo, tagliatelo in pezzetti e stendetelo con la macchina per la pasta: prima tre volte sul numero uno (ripiegando ogni volta come nella prima foto) e poi sugli altri spessori fino ad arrivare all'ultima tacca.
  11. Tagliate quindi le tagliatelle e sistematele, in attesa della cottura, "a nido" su un tagliere di legno.
iFood http://www.ifood.it/
Se il soffritto iniziale con la pancetta vi riesce difficile, aggiungete un po’ di olio o di burro in modo da poter soffriggere più facilmente la verdura.

Tagliatelle al ragù bolognese

 
Esauriti i passaggi fondamentali, abbandonatevi all’attesa: per avere un buon ragù un ingrediente è davvero fondamentale: Il tempo. Ci vorranno almeno tre-quattro ore, il ragù sarà pronto quando appare ben cremoso, non c’è traccia di acqua e il colore smette di essere rosso e inizia a virare verso il marrone.

ragù bolognese

Mentre il ragù cuoce, dedicatevi alla tagliatelle. Non sono difficili, basta seguire qualche piccolo accorgimento. Il riposo della pasta, soprattutto, è fondamentale. In questo modo, il glutine si rilassa e non farete alcuna fatica per stendere l’impasto e ricavare le tagliatelle. Eccovi i passaggi fondamentali:

tagliatelle al ragu

Una volta pronto il ragù, cuocete le tagliatelle in abbondante acqua salata e – una volta scolate – conditele con il ragù caldissimo.

tagliatelle al ragù

 

6 maggio 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste