gelato-festival

Gelato Festival 2015

Festa*gusti*spettacolo, il gelato made in Italy in giro per l'Europa

condivisioni

Dal 18 al 21 giugno Gelato Festival sarà a Roma. La festa itinerante del gelato, giunta quest’anno alla sesta edizione, ha già toccato altre città italiane, tra cui Napoli, Torino e la città dell’Expo, e nelle prossime settimane sarà a Londra e in altre capitali europee, prima di concludersi a Firenze dall’1 al 4 ottobre, quando ci sarà il gran finale con la sfida decisiva tra tutti i gelatieri vincitori di ciascuna tappa.

A giudicare gli oltre duecento gelatieri partecipanti, con altrettanti gusti, molti dei quali presentati al pubblico per la prima volta, la giuria di qualità, composta da bloggers, esperti di food e giornalisti, e la giuria popolare. In ogni tappa sarà infatti possibile acquistare la gelato-card che dà diritto a cinque coppette di gelato monogusto e, nel caso si riconsegni la scheda di valutazione compilata, un’ulteriore coppetta di gelato.

gelato-festival-tour
immagine da www.gelatofestival.it

In ogni città si sfideranno, cercando di conquistare le papille della giuria e dei visitatori, i migliori mastri gelatieri. La ricerca d’innovazione e il legame con il territorio saranno alla base della valutazione, ma il giudizio di qualità si esprimerà anche su parametri più tecnici quali, ad esempio, “la giusta cremosità”, “la giusta sensazione di freddo” o “la giusta velocità di fusione”.

A fare da cornice i laboratori mobili del gelato e gli spazi di degustazione, installati su appositi track che hanno i nomi di coloro che hanno fatto la storia del gelato.

gelato-festival-buontalenti
Il Buontalenti, laboratorio mobile e “a vista” di gelateria

Il Buontalenti, in primis, il cuoco che nel Rinascimento servì alla corte De’ Medici la prima crema fredda a base di latte, tuorlo d’uovo e miele, a cui è dedicato il laboratorio mobile da gelateria a vista; Caterina De’ Medici, colei che esportò il gelato alla corte francese; ed infine Ruggeri, il pasticcere-gelataio che accompagnò Caterina De’ Medici in Francia.

gelato-festival-buontalenti-caterina
Le immagini del Buontalenti e di Caterina De’Medici, sui track di Gelato Festival

I gusti speciali che faranno il giro d’Italia e porteranno il gelato made in Italy in Europa sono: il Nutella Ice Cream, l’Amarena Fabbri, l’Amor di Pernigotti, il Buontalenti, riproduzione moderna dell’antica ricetta del primissimo gelato a base di latte e miele, e il Gusto per Expo, lactsose free, che riprende i colori del logo dell’Esposizione Universale di Milano 2015: un sorbetto al mango variegato al kiwi e fragola.

In attesa di conoscere i vincitori della tappa romana, che saranno svelati domenica sera, ricordiamo quelli della tappa precedente, svoltasi a Torino, con circa 50mila presenze registrate, tra cui moltissimi turisti. La vittoria va al gusto “Pesca ripiena”, in piemontese persij pien: sorbetto alla pesca, con cacao e amaretti, che riproduce il tipico dessert piemontese, studiato dal gelatiere Giorgio Fumero, della gelateria Agrisapori (Pralormo- TO). La giuria popolare ha invece dato la preferenza al gusto “Cremino croccante nocciola e crema gianduja” del gelatiere Marco Beltramo, al suo esordio a Gelato Festival, della gelateria Il Folletto di San Raffaele Cimena – TO).

A Torino sono stati presentati anche due gusti particolarmente “ispirati”, il “Sorbetto ai Frutti Don Bosco”, realizzato in onore del bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco, un sorbetto ai frutti di bosco con sciroppo di rosa canina e vino Freisa d’Asti, e il Gusto del Papa, che unisce Argentina e Piemonte: crema chantilly con dulce de leche e gianduja.

Ci vediamo a Roma fino al 21 giugno in via Pietro de Coubertin.

 

20 giugno 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste