www.eunews.it

L’Unione Europea chiede all’Italia di produrre formaggi senza latte

Una legge in vigore dal 1974 vieta nel nostro paese l'utilizzo del latte in polvere

condivisioni

In nome della “libera circolazione delle merci” la Commissione dell’Unione Europea ha inviato una diffida all’Italia per chiedere la fine del divieto di utilizzo del latte in polvere nella produzione di formaggi. Nel nostro paese infatti, grazie ad una legge in vigore dal 1974, è possibile produrre formaggi, mozzarella e yogurt solo utilizzando il latte fresco come ingrediente.

Una richiesta particolare, una sorta di attacco ai simboli del “Made in Italy“, un settore che nonostante la crisi ha potuto registrare un aumento delle esportazioni del 9,3% nel primo trimestre 2015. Durissimo l’intervento del presidente di Coldiretti, Roberto Moncalvo, che vede nella diffida “un’azione delle lobby che vogliono costringerci ad abbassare gli standard qualitativi dei nostri prodotti alimentari; vogliono imporre all’Italia di produrre formaggi senza latte ottenuti con la polvere, come hanno imposto di fare cioccolato senza burro di cacao”.

La richiesta della Commissione dell’UE obbligherebbe l’Italia a produrre anche quelli che Coldiretti chiama «formaggi senza latte», ottenuti con la polvere e nello stesso tempo di aprire il nostro mercato ai «formaggi senza latte» provenienti dall’estero che finora non potevano arrivare sulle nostre tavole. In caso contrario il rischio è quello di una procedura di infrazione con le sue conseguenze.

Il procedimento non metterebbe a rischio l’intera gamma di prodotti italiani: infatti non sono a rischio il Grana Padano e tutti quei formaggi che hanno il marchio Dop, ma ad esempio la mozzarella, poiché solo quella Campana è Dop. Già ora il 25% delle mozzarelle è prodotto con cagliati provenienti da Germania, Lituania e Polonia e la “liberalizzazione” comporterebbe un abbassamento della qualità e l’introduzione di ingredienti di scarso valore a prezzi bassissimi.

1 luglio 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste