it.gde-fon.com

“Foodlitzer”: nasce il Pulitzer del food

Ottanta giovani ricercatori di tutto il mondo, coinvolti dalla Fondazione Barilla, hanno presentato il loro progetto

condivisioni

Un riconoscimento per premiare un giornalismo indipendente in relazione alla sostenibilità alimentare: ecco il concept del “Foodlitzer“, il premio Pulitzer del food, ideato da ottanta giovani ricercatori di tutto il mondo riuniti all’Expo di Milano dalla Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition (Bcfn) per presentare lo “Youth Manifesto”. Il documento, rivolto ai leader del mondo con varie proposte concrete per risolvere le anomalie ed i paradossi del sistema alimentare a livello mondiale sarà consegnato al segretario dell’Onu, Ban Ki-moon, il 26 ottobre.

Scrivere ed informare sul cibo in maniera indipendente potrebbe quindi diventare l’obiettivo di molti giornalisti, spinti dalle proposte presenti nello Youth Manifesto, che intende essere un ulteriore contributo alla Carta di Milano, il documento che costituirà la vera eredita’ culturale di Expo Milano 2015. Il Manifesto evidenzia sette ruoli chiave del sistema alimentare e per ognuno di questi fornisce proposte concrete: i ruoli sono quelli dei politici, degli agricoltori, degli attivisti, degli educatori, dell’industria alimentare, dei giornalisti ed infine dei ricercatori. Ad ognuna di queste “categorie” i giovani ricercatori rivolgono indicazioni precise. “Da anni la Fondazione Barilla lavora con giovani ricercatori da tutto il mondo” – ha detto il vicepresidente della Fondazione Bcfn, Paolo Barilla.

Lo Youth Manifesto – si spiega in una nota- è il coronamento di questa attività che si compie proprio in occasione di Expo 2015 e della presentazione della Carta di Milano a Ban-ki Moon. Sono i giovani che hanno contribuito a costruire il Protocollo di Milano, il documento della Fondazione Barilla che ha ispirato la Carta di Milano con lo scopo di rendere il sistema alimentare mondiale più giusto e sostenibile“.

25 settembre 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste