gozo1920x1080

Gozo di natura e sale

L'isola di Calipso, custode del bene più prezioso

condivisioni

Gozo, seconda isola per grandezza dell’arcipelago maltese, è un angolo di Paradiso dove il cielo è sempre blu.
Considerata l’Orto di Malta, si presenta selvaggia, fertile e tranquilla anche ad agosto. Se piace l’avventura, è divertente affittare un motorino per percorrere le sue strade dissestate e addentrarsi  nell’entroterra in cerca di scorci e tesori nascosti.
Gozo, da sempre, è votata più alla montagna che al mare e così la sua gastronomia tipica non è fatta di pesce fritto o alla brace, ma di formaggi di capra, salumi e coniglio stufato. Lo avreste mai detto?

L’isola, inoltre, è da millenni custode del più prezioso dei beni: il sale. I bianchi cristalli, fondamentali per la corretta conservazione del cibo, in epoca romana venivano utilizzati come merce di scambio in tutto il bacino Mediterraneo, tanto che i soldati erano retribuiti con una razione di sale. Da qui deriva il termine “salario”.

gozo_saline_tramonto

Le saline di Xwejni sono forse le più scenografiche di Gozo. Situate poco distante da Marsalforn, sono tutt’oggi utilizzate per la raccolta del sale, la cui cristallizzazione avviene per evaporazione dell’acqua marina in vasche rettangolari che ricordano una scacchiera.
Un tempo le saline rappresentavano la principale attività del territorio, ma anche se ormai è stata soppiantata dall’industria turistica, il sale di Gozo è facilmente reperibile sull’isola. La raccolta avviene due volte l’anno, a giugno e ad agosto, e si compie interamente a mano con l’utilizzo di scopini e palette.
È il posto ideale per gli appassionati di fotografia, sopratutto al tramonto quando le vasche si tingono d’oro.

saline1920

Altre saline molto belle e meno conosciute sono quelle che affacciano su Xlendi Bay. Per raggiungerle bisogna seguire un sentiero che costeggia il promontorio ma, una volta conquistate, offrono una terrazza affacciata sul blu e sferzata dal costante vento. Qui non è difficile trovare chi pratica yoga o chi, in cerca di pace, legge un libro all’ombra delle rocce.
Il sale, fondamentale nel cibo, è un ottimo alleato del benessere: drenante, modellante, aiuta l’umore grazie agli ioni con cui arricchisce l’aria, utile per i problemi di pelle come la dermatite.
Insomma un vero toccasana, soprattutto se arriva da un luogo incontaminato come Gozo.

Lassù, nel cielo, ci sono cose che possiamo vedere, ma ci sono anche cose che non possiamo vedere. Parla sempre delle cose che gli altri non possono vedere. Alla gente piace ascoltare le storie di cose che non possono vedere. Lo stesso vale per il cibo: a qualcuno importa se non si vede il sale quando il cibo è saporito? Certo che no! Ma la sostanza sta nel sale.” dal film Un tocco di zenzero

27 settembre 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste