EVIDENZA

iFood all’inaugurazione del Carrefour Gourmet Market di Genova

iFood e lo chef Luigi Taglienti insieme per il taglio del nastro del nuovo store gourmet Carrefour

condivisioni

Quante volte vi sarà capitato di uscire tardi dall’ufficio e di non riuscire a fare la spesa per la cena? Ebbene, da qualche giorno gli amici genovesi non hanno più problemi! Il centralissimo Carrefour Market di via Cesarea 10/12 a Genova è infatti aperto 7 giorni su 7, 24 ore su 24 e offre le grandi eccellenze enogastronomiche italiane.

Questa formula di Gourmet Market è stata avviata con un evento al quale ho avuto il piacere di partecipare, come blogger di iFood, insieme con lo chef Luigi Taglienti.

L’inaugurazione è iniziata con una breve cerimonia di presentazione del concept e con il taglio del nastro da parte di alcuni rappresentati del noto marchio francese della grande distribuzione: il direttore vendite, Roberto Simonetto, il direttore regionale commerciale, Roberto Zaretti, e il direttore del punto vendita, Roberto Madeo.

Si è poi dato il via a un mini tour alla scoperta del nuovo layout del punto vendita: al piano superiore ad accogliere i consumatori un elegante bistrot con una vasta scelta di piatti pronti da asporto (sia banco fresco che rosticceria) e una panetteria che sforna pane caldo fino al tramonto, oltre a offrire la possibilità di farcire focacce in loco.

Al piano inferiore, invece, una vera e propria food hall in cui è data particolare enfasi ai prodotti freschi e le categorie merceologiche che più evocano tradizione e italianità: l’ortofrutta con primizie di stagione, prodotti a km0 e prodotti biologici, la macelleria con le sue carni pregiate, la pescheria con il pescato del giorno e la cosiddetta “cave”, una ricca cantina con le migliori etichette italiane.

Ed è qui che è stata allestita la postazione per lo showcooking dello chef Luigi Taglienti, che per l’occasione ha preparato un meraviglioso riso al limone con capperi e origano.

FOTO 2

Io ho avuto l’onore e il piacere di affiancarlo e quindi di carpire tutti i segreti per un risotto perfetto. Dalla tostatura del riso (che deve essere caldo al tatto ma non del palmo della mano, bensì del dorso, molto più sensibile al caldo), alla sfumatura con sola acqua calda, senza vino bianco né brodo vegetale, per non sovrastare il sapore originale del riso, rigorosamente Carnaroli, in onore della regione di adozione dello chef.

Grazie alla disponibilità dello chef ho potuto mettere mano alla preparazione. Lo chef, infatti, mi ha affidato il compito di rifinire il piatto con capperi, colatura di alici e origano. Un risotto eccellente, di una cremosità estrema e con un equilibrio dei sapori a dir poco perfetto. A completare il piatto un vino bianco locale della Cooperativa Agricola Cinque Terre, presentato e spiegato dal sommelier Antonio del Giacco dell’Associazione Italiana Sommerlier di Genova.FOTO 1

Insomma, quella a cui ho assistito è stata l’inaugurazione di una vera e propria shopping experience che viene incontro non soltanto alle richieste di una clientela sempre più attenta alle origini dei prodotti e alla qualità di quello che porta in tavola, ma anche ai ritmi di una vita moderna che non sempre ci lascia il tempo di andare a fare la spesa negli orari canonici.

26 settembre 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste