newyork_h

New York in 5 piatti e ristoranti

Una metropoli che non dorme mai e dove tutto è possibile, anche a tavola

condivisioni

New York riesce a farsi amare facilmente. Ammalia chi è appassionato di metropoli, incuriosisce chi non ha mai camminato tra i grattacieli, rende felice chi è ossessionato dallo shopping e incanta chi cerca moderni musei d’arte. Difficile annoiarsi a NYC, insomma. La vita mi ha portata a scoprirla solo lo scorso anno e sento di non averla conosciuta a sufficienza. Una settimana non basta; probabilmente non basterebbe nemmeno un mese. Gli stimoli sono talmente tanti e rapidi, che è davvero difficile procedere senza farsi travolgere da emozioni e situazioni. Il panorama che si vede dall’Empire State Building mozza letteralmente il fiato, le luci di Time Square abbagliano, i colori di Soho stordiscono, il 9/11 Memorial commuove e lo skyline del Financial District è inconfondibile.
A tavola, però, come si racconta New Yor City? Prima di partire mi sono stati dati molti consigli in merito e, come al mio solito, qualcuno l’ho seguito ma altri li ho ignorati; soprattutto quelli di chi mi diceva con sicurezza che avrei mangiato male. Ma siccome per me il cibo è parte integrante del viaggio, non mi sono data per vinta e ho trovato molte buone opportunità

newyorktimesquare
newyork_memorial

STEAK HOUSE

Non si può passare da New York senza assaggiare una bistecca e il Michael Jordan Steak House è il ristorante giusto. Si trova su una terrazza affacciata sull’atrio dell’orologio della Grand Central Station: vale la pena anche solo per la location. Il ristorante è famoso per la carne e l’eccellente qualità dei prodotti. Cenare qui non è economico – la steak costa sui 50 dollari – ma già che siete arrivati fino a qui, sarebbe un peccato non assaggiarla.
Dove: Michael Jordan Steak House

HOT DOGS

Un altro must newyorchese è, naturalmente, l’hot dog. Per tradizione, bisogna mangiarlo per strada facendo attenzione a non sporcarsi con l’abbondante salsa di accompagnamento. L’indirizzo giusto è il Crif Dogs, un’istituzione dal 2001 e considerato il miglior posto dove gustare i panini tipici. Il Crift dog e il New Yorker sono le specialità: a base di maiale e manzo fritto, il primo, e grigliato il secondo. Anche i vegetariani, però, troveranno di che saziarsi.
Dove: 113 St Marks Pl, New York

 
NOODLES

A New York si può trovare da mangiare tutto il cibo che si desidera, basta cercare. Visto che la comunità asiatica è molto nutrita, è comune trovare locali dove gustare ottima cucina del sud est asiatico. Io vi segnalo Kelley & Ping a Soho: ottimi anche i ravioli e le zuppe.
Dove: 127 Greene St (at W Houston St), New York

ENOTECA MARIA
Una storia straordinaria, scoperta grazie alla collega foodie Sarah Scaparone. Questo ristorante si trova a Staten Island, isola di fronte al New Jersey che forse le appassionate ricorderanno in una puntata di Sex and The City, e ha la particolarità di ospitare ai fornelli le nonne di New York: ogni sera i piatti cambiano secondo la proposta della nonna di turno.
Dove: 27 Hyatt Street, Staten Island, New York | Enoteca Maria

BLUE HILL

Aperto nel 2004, è diventato subito un riferimento per i foodie alla moda e attenti alla qualità dei prodotti. Al Blue Hill producono tutto in casa: pane, pasta e verdure. Ogni cosa è curata nei minimi particolari, ma è necessario prenotare almeno due mesi prima della data desiderata. Pensateci quindi per tempo nel caso voleste provarlo. Inoltre, si trova fuori città, quindi è necessario organizzare una gita al di là della city.
Dove: 630 Bedford Rd. Pocantico Hills, New York | Blue Hill Farm

15 novembre 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste