Treccia di natale al farro uvetta e mandolrle

Treccia al farro con uvetta e mandorle

Una deliziosa brioche intrecciata a lievitazione naturale con uvetta e mandorle

condivisioni

I giorni che precedono il Natale sono quelli che preferisco. L’attesa, la scelta degli ingredienti e del menu perfetto per il grande pranzo, i regali: mi piace che la cucina sia sempre in “fermento”, proprio in tutti i sensi. E’ in questi giorni che il lievito madre da il meglio di sé, “non di solo pane” quindi, ma anche trecce dolci di soffice panbrioche per la colazione o per l’ora del tè. Se non avete però il lievito madre non preoccupatevi, potete sostituirlo anche con una piccola quantità di lievito compresso.

Treccia di Natale al farro Collage 1

Stampa
Treccia al farro con uvetta e mandorle
2015-12-11 23:36:46
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Difficoltà
3
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Ingredienti
  1. 150 g di lievito madre rinfrescato e attivo o 10 g di lievito compresso
  2. 500 g di farina di farro spelta
  3. 125 ml di latte tiepido
  4. 100 g di burro morbido
  5. 60 g di zucchero di canna
  6. 2 tuorli più un uovo intero
  7. 1 cucchiaino di sale
Per il ripieno
  1. 100 g di uvetta ammollata
  2. 50g di mandorle a lamelle
  3. 50 g di burro a pomata
  4. 2 cucchiai di zucchero di canna integrale
Per spennellare
  1. 1 tuorlo
  2. 2 cucchiai di latte
Istruzioni
  1. Nella ciotola della planetaria mettete il lievito madre, scioglietelo aiutandovi con le dita nel latte appena tiepido. Aggiungete la farina di farro spelta, i tuorli e l'uovo intero, cominciate ad impastare usando la frusta a gancio.
  2. Unite poi poco alla volta il burro morbido, lo zucchero ed infine il sale. Impastate il tutto almeno per 10/15 minuti. Quando l'impasto sarà ben amalgamato e liscio versatelo su di un piano leggermente infarinato, date ancora un giro di pieghe a mano, dopodiché formate una palla. Mettete a lievitare in un contenitore leggermente unto d'olio coperto con un canovaccio umido ad una temperatura costante per almeno sei ore, deve raddoppiare il suo volume (nel forno spento ma con la luce accesa è l'ideale).
  3. Passato il tempo riprendete l'impasto, versatelo su di un piano leggermente infarinato, fate un altro giro di pieghe, lasciate riposare altri 30 minuti.
  4. Stendetelo prima con le mani, poi con un matterello formate un rettangolo dello spessore di 1cm circa.
  5. Spennellate la superficie con il burro a pomata, l'uvetta, mandorle e zucchero di canna.
  6. Arrotolate la sfoglia per il lato più lungo, formando un filone stretto e allungato.
  7. Con un coltello ben affilato e sottile tagliate il rotolo a metà per il lato lungo, incrociate poi le due parti fino a formare una treccia.
  8. Schiacciate bene le due estremità, disponete poi la treccia su di una teglia ricoperta di carta forno.
  9. Fate lievitare per altre 2 ore sempre nel forno spento ma con la luce accesa.
  10. Prima di infornare spennellate con il tuorlo sbattuto ed il latte.
  11. Cuocete in forno già caldo per 30/40 minuti a 180°C
Note
  1. Il tempo totale di preparazione comprende sia il tempo del rinfresco della pasta madre, sia il tempo di lievitazione dell'impasto.
Adapted from Ricetta tratta dal libro di Riccardo Astolfi "Pasta Madre"
Adapted from Ricetta tratta dal libro di Riccardo Astolfi "Pasta Madre"
iFood http://www.ifood.it/
Treccia di Natale al farro con uvetta e mandorle Collage 2

Stendete, spalmate, arrotolate, tagliate e intrecciate e poi aspettate: godetevi l’attesa e la soddisfazione nell’assaggio.

Treccia di Natale al farro con uvetta e mandorle Collage 4
Treccia di natale al farro con uvetta mandorle

Prima di servire la vostra treccia, riscaldatela per pochi minuti in forno così ne esalterete tutti i sapori.

16 dicembre 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste