IMG_9206-ifood

Fagottini con patate, porro e funghi

saporiti e golosi per uno spuntino perfetto

condivisioni

Questi fagottini saporitissimi e sfiziosi sono facili e veloci da preparare, perfetti come antipasto prima di una cena con amici, per un brunch, un aperitivo o anche un semplice spuntino!

Io amo prepararli con i ripieni più diversi (infatti li trovo perfetti anche come “svuotafrigo”, spesso per utilizzare una combinazione di avanzi che magari vi trovate a dover smaltire); la variante che vi ho proposto oggi è assolutamente indicata per queste fredde giornate d’inverno, poichè ricca di sapore e gusto, conferiti soprattutto dal porro e dai funghi, con l’aggiunta di morbidi dadini di patata, prezzemolo, vino bianco ed un pizzico di parmigiano reggiano.
Pensate che spesso mia figlia adolescente li prepara anche da sola: a lei piace pasticciare in cucina, e davvero vista la  facilità di esecuzione, riesce tranquillamente a cavarsela senza il mio aiuto…e se ci riesce lei, è davvero un gioco da ragazzi!

Fagottini con patate, porro e funghi

 

Stampa
Fagottini con patate, porro e funghi
2016-01-15 18:57:54
Per 6 persone
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Difficoltà
2
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Ingredienti
  1. 150 g patate (2 piccole) Selenella
  2. 100 g funghi champignons
  3. 4 cucchiai di latte
  4. 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
  5. 2 cucchiai olio di oliva
  6. 1 confezione di pasta brisèe rotonda
  7. 1 ciuffo di prezzemolo
  8. mezzo porro
  9. mezzo bicchiere di vino bianco secco
  10. sale e pepe a piacere
Istruzioni
  1. Accendete il forno e portatelo alla temperatura di 180° con funzione ventilata.
  2. Pelate e pulite per bene le patate, riducendole poi a dadini piccoli di circa un cm e mezzo di lato; cuoceteli per 8-10 minuti in acqua bollente leggermente salata, lasciandoli abbastanza croccanti, scolateli e mettete da parte.
  3. Tagliate a rondelle il porro e a fettine i funghi champignons dopo averli ben puliti e privati delle parti terrose.
  4. In una capace padella antiaderente mettete l'olio d'oliva, aggiungete il porro e fate rosolare a fiamma vivace per alcuni minuti, in modo da appassirlo un po'; aggiungete i funghi e continuate la cottura per altri 5 minuti.
  5. Sfumate col vino bianco secco, salate e pepate a piacere, poi unite il prezzemolo tritato finemente al coltello; proseguite la cottura a fiamma vivace ancora per una decina di minuti, in modo da appassire bene le verdure.
  6. Una volta cotte, spegnete il fuoco, unite le patate e il parmigiano, amalgamando bene con un cucchiaio di legno, e lasciate intiepidire quello che sarà il ripieno dei vostri fagottini.
  7. Stendete la pasta brisèe e, con l'apposito stampino, create dei cerchi di pasta, che poi farcirete, come da foto sotto, con una cucchiaiata scarsa di ripieno (non esagerate mai con la quantità, altrimenti rischieranno di rompersi in fase di cottura).
  8. Sigillate perfettamente i fagottini ed adagiateli, una volta pronti, su una teglia ricoperta di carta forno; prima di infornarli, spennellateli abbondantemente con del latte.
  9. Cuoceteli in forno ventilato per circa una ventina di minuti; devono dorarsi bene e risultare belli croccanti in superficie.
  10. Sfornateli, lasciateli per qualche minuto su una gratella e serviteli ben caldi.
Note
  1. Perfetti in accompagnamento a salumi e formaggi stagionati.
iFood http://www.ifood.it/
Fagottini con patate, porro e funghi

 

Fagottini con patate, porro e funghi

 

Fagottini con patate, porro e funghi

Qualora non aveste a disposizione l’attrezzino che io ho utilizzato, non preoccupatevi: vi basterà ritagliare una sagoma rotonda nella pasta briseè con un bicchiere o con una tazza da tè rovesciati, poi inserire il ripieno, ripiegare la pasta dando al fagottino la forma di una mezzaluna, e sigillarne i bordi con i rebbi di una forchetta.
Semplice, no?

Fagottini con patate, porro e funghi

Il segreto per ottenere dei fagottini belli tondi e perfetti, senza fuoriuscita di ripieno in cottura, sta nell’inserirne poco alla volta…una cucchiaiata è più che sufficiente: se il vostro fagottino infatti fosse troppo gonfio, in cottura potrebbe rompersi o aprirsi, facendo inevitabilmente fuoriuscire il suo goloso contenuto.
Quindi estrema attenzione anche nella sigillatura, controllando bene che non ci siano fessure nella pasta…una volta osservate queste semplici piccole dritte, tutto risulterà facile e il risultato sarà perfetto!
Io ho spennellato i fagottini con del latte prima di infornarli: per ottenere un effetto maggiormente lucido e dorato, potrete anche usare dell’uovo leggermente sbattuto.

Fagottini con patate, porro e funghi

Gustateli sempre ben caldi; potrete prepararli anche in anticipo, poi tenerli in frigo e cuocerli al momento opportuno. Una volta cotti, si conservano in un contenitore ermetico al fresco per un paio di giorni; ricordatevi però sempre di scaldarli per bene prima di servirli in tavola: freddi perdono tutta la loro fragranza e bontà.

Fagottini con patate, porro e funghi

Quindi apparecchiate la tavola, preparate un bel tagliere di salumi e formaggi freschi, un bel bicchiere di ottimo vino rosso e…lo spuntino è servito!

26 gennaio 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste