News 2901 Foto1

L’Italia in trionfo al Sigep!

Tante le vittorie per i nostri rappresentati, dalla pasticceria alla gelateria

condivisioni

Si è appena conclusa l’edizione 2016 del Sigep (di cui avevamo parlato in questo articolo relativo al “Dissapore Gelato Award 2016“), la fiera internazionale B2B dedicata alla Gelateria, alla Pasticceria e alla Panificazione Artigianale, ed il consuntivo per l’Italia è davvero straordinario: numerosi i concorsi che hanno visto primeggiare i nostri portacolori, capaci di conquistare alcuni tra i più prestigiosi trofei. 

In primis dobbiamo sicuramente menzionare la squadra italiana che ha vinto la 7a Coppa del Mondo della Gelateria! Il Team succede nell’albo alla Francia, capace di aggiudicarsi la prestigiosa competizione due anni fa. Al secondo posto si è classificata la Spagna, al terzo l’Australia, in un concorso che vedeva al via 13 squadre, composte complessivamente da 65 agguerriti professionisti provenienti da Argentina, Australia, Giappone, Italia, Marocco, Messico, Polonia, Spagna, Svizzera, USA, Cile, Uruguay e Singapore.

La squadra italiana vincitrice della Coppa del Mondo della Gelateria (selezionata a Sigep 2015 e allenatasi duramente nel corso di questi mesi presso Castalimenti), era composta da Luigi Tirabassi (gelatiere di Subiaco – RM), Alberto Carretta (chef di Thiene – VI), Antonio Capuano (pasticcere di Riccia CB e capitano della squadra) e Amelio Mazzella di Regnella (scultore del ghiaccio di Bacoli – NA). Team manager della squadra il pasticcere Diego Crosara di Altavilla Viicentina (VI).

Prima di definire la squadra vincitrice, nella hall sud di Rimini Fiera le tredici squadre si sono cimentate in numerose prove riguardanti la preparazione di una coppa di gelato con gusti assortiti, di una torta gelato, quattro tipi di mignon di gelato al cioccolato del peso massimo di 40 grammi, la preparazione di tre finger food caldi da abbinare a un gelato gastronomico scelto dalla stessa squadra, una scultura di ghiaccio e uno zoccolo di ghiaccio a cui aggiungere fiori, frutta, frutta secca, verdura, spezie o altri ingredienti commestibili. Infine, la novità della scultura in croccante. Per mettere alla prova la creatività e la capacità di adeguarsi ad un ingrediente a sorpresa, anche la prova Mystery box, un esame di abilità che ha contemplato la creazione di un gusto di gelato al cono utilizzando ingredienti sorteggiati e assegnati solo all’inizio della sfida.

Altro premio prestigioso è quello relativo al Campionato Mondiale femminile di Pasticceria, che ha visto la nostra Silvia Federica Boldetti aggiudicarsi il titolo “The Pastry Queen 2016“. La pasticcera italiana (3522 punti) ha prevalso sulla giapponese Aki Tanimura (3.239) mentre al terzo posto si è classificata la francese Marléene Bachellerie (3.096). La gara prevedeva di preparare una tarte moderna, un dessert al bicchiere al caffè, una monoporzione al cioccolato, un mignon gioiello, una scultura in zucchero e pastigliaggio. Il tema a cui ispirare le creazioni era l’arte della danza, al quale gli ideatori hanno voluto fosse fatto riferimento come modello di rigore e al contempo di grazia e di cura del dettaglio. La giuria che ha valutato i lavori era composta dai manager delle diverse concorrenti ed era presieduta da Cher Harris (Usa), Pastry Queen 2014. Presidente d’onore il Maestro Iginio Massari, presidente di giuria internazionale Miguel Moreno (Spagna).

Italia vincente anche nella panificazione davanti a Svizzera, Giappone e Cina. Al concorso internazionale “Bread in The City” erano in gara otto squadre di professionisti provenienti anche da Perù, Mali, Francia e Algeria. Le squadre sono state impegnate nelle cinque giornate di fiera in dieci prove, con preparazione di pani tradizionali e speciali, di Vienneserie, di torte da forno e una prova di Presentazione salata e di Pizza. La squadra italiana era formata da Riccardo Liccione di Frossasco (TO) e Cristian Trione da Saint Christophe (Val d’Aosta); allenatore Settimio Tassotti.

29 gennaio 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste