News 0102 Foto1

Barista & Farmer, alla scoperta del mondo del caffè

I migliori 10 baristi volano in Brasile per la 3a edizione del talent internazionale

condivisioni

Saranno 10 tra i migliori baristi, selezionati da tutto il mondo tra oltre 200 candidature, a partecipare in Brasile, nello Stato di San Paolo, dal 3 al 13 maggio, alla terza edizione di “Barista & Farmer”, il primo e unico talent show dedicato alla promozione e alla cultura del caffè di eccellenza. Per dieci giorni, i finalisti proveranno l’esperienza di vivere come i produttori di caffè nei paesi di origine, in questo caso nelle famose piantagioni dell’azienda “O’Coffee”, il maggior produttore di caffè del Brasile, situato a Pedregulho, regione dell’Alta Mogiana.

Il format è ideato da Francesco Sanapo, pluripremiato campione baristi, ed i partecipanti, altamente profilati, saranno coinvolti in un percorso completo, dalla raccolta in piantagione, attraverso tutte le fasi della sua lavorazione, con l’utilizzo delle diverse tecnologie, sino all’esperienza della degustazione e alle varie opportunità di consumo. I 10 finalisti si sveglieranno all’alba per passare la mattinata all’interno della piantagione, raccogliendo chicchi di caffè, e nel pomeriggio frequenteranno l’Accademia di Barista & Farmer, una specialissima scuola multidisciplinare, avente per professori alcuni dei maggiori professionisti del settore.

I 10 baristi saranno ripresi 24 ore al giorno da videocamere e i servizi saranno trasmessi su www.baristafarmer.com e sui canali social del talent. Di questa edizione, sarà poi realizzato un documentario che mostrerà un nuovo modo di concepire il mondo del caffè, con l’intento di diffondere questa cultura, sempre più globale (il caffè è la seconda bevanda più bevuta dopo l’acqua).

I finalisti selezionati per la nuova edizione sono: Guido Garavello (Italia), Miguel Angel Vera Fernandez (Venezuela), Evani Jesslyn (Indonesia), Nikolaos Kanakaris (Grecia), Olga Kaplina (Russia), Amy Nake Manukyan (Armenia), Evgeni Pinchukov (Bielorussia), Daniel Rivera (Usa), Agniesza Rojewska (Polonia). Il decimo partecipante, che sarà svelato a marzo, sarà il vincitore del concorso che si svolgerà in Australia presso il Melbourne International Coffee Expo (Mice). L’Australia, infatti, è il paese scelto come “Special country” quale “paese di consumo” partner per l’edizione 2016 del talent.

Barista & Farmer è un progetto di education & competition unico e innovativo. Il programma educativo, quest’anno implementato, diretto da Alberto Polojac, si articola sui diversi aspetti che compongono la complessa filiera del caffè ed include più moduli Scae. Ogni giornata sarà scandita da lezioni teoriche, su temi specifici come la botanica, l’agronomia e la chimica applicata al campo del caffè. Inoltre, sessioni su metodi di lavorazione del caffè, tostatura, green e coffee sensory, a cui si affiancheranno lezioni specifiche sull’espresso e altre modalità di estrazione del caffè, sessioni di tasting, dimostrazioni sul campo con anche test pratici, volti ad affinare l’abilità dei concorrenti.

Dopo Porto Rico, nel 2013, e Honduras, nel 2015, Barista & Farmer ha scelto per il 2016 il Brasile, il primo paese al mondo per produzione di caffè, e in particolare Santos, il più grande porto dell’America Meridionale, situato nello Stato di San Paolo, tra le molteplici candidature dei paesi di origine. Questo è stato reso possibile grazie anche alla straordinaria partnership con O’Coffee, una dei più grandi produttori di caffè del Brasile e una delle prime industrie brasiliane a produrre caffè specialty. L’azienda, fondata nel 1890, produce tra i migliori caffè al mondo per le sue favorevoli condizioni di altitudine, di clima e temperatura. Sono sei le fattorie che ne fanno parte, per un totale di oltre quattro milioni di alberi di caffè.

Barista&Farmer – ha spiegato Patrizia Cecchi, direttore business unit di Rimini Fieraè soltanto alla sua seconda edizione, ma si è già affermato come talent innovativo e di successo. Ora, con l’evento 2016 proprio nella terra d’elezione del caffè, ossia il Brasile, crediamo che lo speciality coffee e il caffè di qualità possano ricevere un’ulteriore spinta, a vantaggio dello sviluppo dell’intera filiera, dalla formazione degli operatori nei Paesi d’origine alla valorizzazione dell’eccellenza delle aziende produttrici di tecnologie innovative, sino all’esaltazione di nuovi format di caffetterie che promuovono modelli di consumo più consapevole. Sigep, manifestazione leader nel settore, è a servizio delle aziende proprio per stimolare la nascita di ulteriori opportunità di business”.

Andiamo nel paese – ha detto Francesco Sanapopiù importante al mondo per la produzione del caffè. Riusciremo a abbinare all’agricoltura povera anche l’alta tecnologia, quindi per i baristi sarà un’esperienza formativa di grande livello. I baristi sono stati scelti volutamente con diversi profili personali tra loro perché vogliamo fare nascere in maniera sempre più forte questo scambio interculturale e far emergere nello show come il caffè viene percepito nelle diverse aree del mondo. Inoltre, il format ha più attenzione quest’anno sulla formazione, vanta di docenti ancora più esperti”.

1 febbraio 2016

Le Ricette Più Viste