crostata crema pasticcera e marmellata arance  (10.1.1)

Crostata con crema pasticcera

Un guscio di frolla con un morbido ripieno di crema pasticcera, guarnito con marmellata di arance

condivisioni

Una pasta frolla friabile (perché lavorata con il metodo “sabbiato” come descritto sotto) che racchiude un morbido ripieno di crema pasticcera agli agrumi, guarnita con marmellata di arance… ecco la crostata con crema pasticcera e marmellata di arance.

Un dolce buono e semplice che renderà speciale una cena tra amici, ma sarà gradito da tutta la famiglia in ogni momento della giornata.

crostata crema pasticcera e marmellata arance (15.1)

 

Stampa
Crostata con crema pasticcera
2016-01-27 12:09:12
Per 8 persone
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Difficoltà
1.5
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Pasta frolla
  1. 220 g di farina 00
  2. 110 g di burro freddo
  3. 90 g di zucchero semolato
  4. 1 uovo piccolo
  5. scorza di limone grattugiata
Crema pasticcera
  1. 200 g di panna da montare
  2. 300 g di latte intero
  3. 5 tuorli
  4. 100 g di zucchero
  5. 20 g di amido di mais
  6. 20 g di farina 00
  7. 1 pizzico di cannella
  8. 2 - 3 chiodi di garofano
  9. scorza di limone
  10. scorza di arancia
Per guarnire
  1. 60 g di marmellata di arance
Preparate la pasta frolla
  1. Lavorate il burro freddo a pezzetti con la farina fino ad avere un composto bricioloso (volendo questo passaggio è possibile farlo anche con un robot da cucina).
  2. Unite zucchero, uovo e buccia di limone grattugiata e formate una palla maneggiando il meno possibile la pasta frolla.
  3. Ponete in frigorifero non meno di mezz'ora.
Preparate la crema pasticcera
  1. Mettete a scaldare la panna da montare con il latte a cui avete aggiunto le scorze di limone e di arancia - non trattati - tagliate a strisce, i chiodi di garofano ed un pizzico di cannella. Portate quasi ad ebollizione.
  2. Sbattete i tuorli con zucchero, amido di mais e la farina.
  3. Quando il latte sarà caldo versatelo sul composto di uova filtrandolo con un colino per eliminare le bucce ed i chiodi di garofano.
  4. Ponete il composto di uova e latte sul fuoco e cuocete mescolando con una frusta fino a quando la crema non si sarà addensata e riprenderà il bollore. Spegnete.
  5. Fate freddare mettendo della pellicola per alimenti a contatto con la crema per evitare la formazione della crosticina.
  6. Stendete, quindi, la frolla tra due fogli di carta forno e rivestite uno stampo da crostata di 20 cm.
  7. Cuocete in bianco la pasta frolla: coprite la pasta con un foglio di carta forno e versate sopra gli appositi pesetti (oppure dei legumi), infornate per circa 20 min. a 180°.
  8. Sfornate la crostata, eliminate la carta forno ed i pesi, versate la crema pasticcera nel guscio di frolla livellandola un po' ed infornate nuovamente per circa 20 min. o finchè la frolla inizia a colorirsi.
  9. Una volta fredda spalmate sulla crostata la marmellata di arance.
iFood http://www.ifood.it/
 Preparate la pasta frolla e fatela riposare almeno mezz’ora in frigorifero:

crostata crema pasticcera e marmellata di arance wp (1)

Preparate la crema pasticcera:

crostata crema pasticcera e marmellata di arance wp (2)

Stendete la frolla e fatela cuocere in bianco per 20 minuti poi unite la crema e fate cuocere altri 20 minuti.

Quando sarà fredda spalmate sopra la marmellata di arance:

crostata crema pasticcera e marmellata di arance wp (3)

I metodi di lavorazione della pasta frolla sono tre: metodo classico, metodo sabbiato e metodo montato.

Nel metodo classico si lavora il burro con lo zucchero senza montare, si aggiungono quindi le uova e per ultimi farina ed aromi. L’impasto va fatto riposare in frigorifero prima di cuocerlo.

Nel medodo sabbiato (quello che ho usato io e che rende la frolla più friabile) si miscela farina e burro freddo in modo da ottenere un composto “sabbioso”, si aggiuge quindi zucchero e uova senza lavorare troppo l’impasto che va fatto riposare in frigorifero prima di cuocerlo.

Nel metodo montato (che si usa principalmente per biscotti e pasticceria secca) si lavora il burro nella consistenza “a pomata” con lo zucchero a velo setacciato fino ad avere un composto montato si aggiungono quindi le uova e per ultima la farina. In questo caso non serve riposo in frigorifero.

crostata crema pasticcera marmellata arance (7.1.1)
crostata crema pasticcera e marmellata arance (11.1)
20 marzo 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste