Tortini gratinati di polenta - in evidenza

Tortini gratinati di polenta

ricchi di sapore, golosi e filanti!

condivisioni

Adoro le ricette della tradizione, soprattutto quelle della mia regione, la Lombardia.
Questi tortini di polenta gratinati che voglio presentarvi ora, sono una rivisitazione, fatta a modo mio, della polenta pasticciata, piatto che da bambina mia mamma spesso mi faceva trovare in tavola nei pranzi di famiglia della domenica, quando era inverno e fuori faceva tanto freddo.
Ricordo che la mamma ne preparava una teglia grande, a volte faceva anche vari strati di godurioso ripieno e poi terminava con uno strato in superficie che abbondava di formaggio filante o parmigiano, così da creare una bella crosticina croccante; ah, che bello vedere la nonna felice, le si illuminavano gli occhi quando lo gustava, e a dire il vero, anche io ero al settimo cielo.
Così, quando ancor oggi sento parlare di polenta, mi illumino d’immenso…la adoro in tutte le versioni, in particolar modo con il gorgonzola oppure con i “bruscitt” (tipica ricetta lombarda di carne trita in umido con abbondante sughetto di pomodoro)…o ancora con gli “usei scapaà”, piccoli involtini di carne sempre serviti con abbondante sughetto…o ancora col classico ossobuco….mmmm…solo a pensarci mi viene l’acquolina!
Bando alle ciance e ai vecchi ricordi, ora è giunto il momento di mostrarvi come ho realizzato questo piatto unico ricco di colore, gusto e bontà.

Tortini di polenta gratinati

 

Stampa
Tortini gratinati di polenta
2016-02-02 17:16:33
Per 4 persone
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Difficoltà
3
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Per la polenta
  1. 400 g farina di mais fioretto io ho utilizzato quella di Molino Rossetto
  2. 1,5 lt acqua naturale
  3. 1 cucchiaio d'olio di oliva
  4. 1/2 cucchiaio di sale grosso
Per la farcitura e gratinatura
  1. 350 ml passata di pomodoro
  2. 300 g salsiccia
  3. 200 g foglie tenere di verza (la parte interna)
  4. 6-7 funghi champignons
  5. 4 cucchiai olio d'oliva
  6. 1 mozzarella
  7. 1 scalogno piccolo
  8. 1 ciuffo foglie di prezzemolo
  9. 1 noce di burro per ungere i tegami
  10. sale e pepe a piacere
Istruzioni
  1. Per prima cosa mondate le foglie di verza, togliendo il costone interno e facendole a striscioline larghe qualche centimetro, il più regolari possibile; sbollentatele per qualche minuto in acqua, scolatele, strizzatele e mettetele da parte.
  2. In una capace padella antiaderente fate rosolare lo scalogno finemente tritato insieme a due cucchiai d'olio; appena inizia a dorare, aggiungete i funghi ben puliti ed affettati, facendoli saltare per qualche minuto a fiamma vivace.
  3. Unite successivamente la passata di pomodoro, mescolate bene, regolate di sale e pepe e fate cuocere a fuoco medio con un coperchio, per circa una decina di minuti; a questo punto unite alcune foglie di prezzemolo tritate al coltello, amalgamate bene e proseguite la cottura abbassando la fiamma per altri dieci minuti.
  4. Nel frattempo in un'altra padella antiaderente rosolate la salsiccia spellata e sbriciolata insieme ad altri due cucchiai d'olio per cinque minuti circa; unite la verza sbollentata e strizzata, regolate di pepe e sale a piacere e fate cuocere ancora a fuoco medio, sempre mescolando per non fare attaccare, per altri dieci minuti circa (se necessario aggiungete qualche cucchiaio d'acqua).
  5. Una volta cotti sia il sugo di funghi che la verza con la salsiccia, spegnete e lasciate da parte le padelle, coperte con dei coperchi.
  6. Preparate ora la vostra polenta, portando ad ebollizione l'acqua con l'aggiunta dell'olio; una volta arrivati a questo punto unite il sale e pian piano versate a pioggia la farina gialla, mescolando inizialmente con una frusta per amalgamarla bene e per evitare la formazione di grumi.
  7. Mescolate in continuazione e con vigore la polenta con un cucchiaio di legno, per circa una quarantina di minuti; è pronta quando si stacca dai bordi della pentola e quando diventa ben soda e consistente.
  8. Distribuite la polenta nei tegamini o nelle pirofile monoporzione, riempiendole per circa tre quarti; distribuite poi il sugo ai funghi, successivamente fate un'altro strato di verza e salsiccia, e finite distribuendo abbondanti dadini di mozzarella.
  9. Infornate per una decina di minuti a 170°, accendendo all'ultimo qualche minuto il grill, per dorare e gratinare la superficie e servite caldissimi.
iFood http://www.ifood.it/

 

Tortini di polenta gratinati

 

Tortini di polenta gratinati

 

Tortini di polenta gratinati

 

Come già sapete, io amo le monoporzioni…ho deciso di utilizzare dei semplici tegamini in terracotta del diametro di circa una quindicina di cm, abbastanza profondi per contenere una buona dose di questa golosa bontà!
Nulla vi vieta di usare anche una sola teglia grande per la vostra polenta gratinata, che poi porzionerete a piacere…bello è però, essendo questo un saporito e saziante piatto unico, servirne uno per ogni commensale, dando a ciascuno la giusta e perfetta porzione, da gustare già dentro al proprio tegame.
Che ne dite?

 

Tortini di polenta gratinati verticale

 

In merito alla polenta, quella fatta coi “sacri crismi” prevede l’utilizzo della farina gialla di mais bramata o fioretto a seconda dei gusti…per una polenta più soda e compatta, dal caratteristico tono rustico, la “bramata” è perfetta, perchè solitamente macinata a pietra…se si vuole ottenere una consistenza più morbida al palato, allora si può utilizzare la “fioretto”, come ho fatto io, una farina più sottile adatta anche alla preparazione di pani e dolci.
Esiste anche un altro tipo di farina di mais, detta “fumetto”, macinata sottilissima, che però non è adatta per la preparazione di polenta & affini.
Per ragioni di tempo, è possibile anche utilizzare una farina precotta per polenta istantanea (in commercio ce ne sono di vario genere), altrettanto buona, anche se io preferisco sempre realizzare la mia adorata polenta tradizionale, che in quanto a gusto e consistenza non ha paragoni.

 

Tortini di polenta gratinati

 

In merito alla farcitura, io nel sughetto ho utilizzato dei funghi champignons, ma nulla vi vieta di utilizzare anche un bel porcino, o dei funghi chiodini, o prataioli…potete anche ometterli, distribuendo sulla polenta del solo sugo di pomodoro.
Così anche per il formaggio filante in superficie…io ho aggiunto dei dadini di mozzarella, ma potrete tranquillamente sostituirla con della fontina, della caciotta, del bitto, oppure anche con abbondante Parmigiano o Grana Padano grattugiato, insomma largo alla fantasia e alla creatività in cucina!

 

Tortini di polenta gratinati

 

Mi raccomando, gustatela sempre caldissima e appena uscita dal forno…è strepitosa…
Buon pranzo a tutti, e…viva la polenta!

 

9 marzo 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste