spesapampanorama04

Educazione alimentare: Laboratorio del pesce

Dal mare alla tavola, il viaggio del pesce fresco negli ipermercati Pam Panorama

condivisioni

Una corretta alimentazione parte da una buona educazione alimentare.

Questo lo ha capito molto bene Pam Panorama che ha attivato un bellissimo progetto educativo chiamato “Nutri il Sapere” rivolto ai bambini della scuola primaria per insegnare loro cosa c’è dietro quello che mangiano e come scegliere prodotti freschi e genuini.

dietrolequintePam_05

Durante la mia esperienza di spesa nell’ipermercato di Latina Panorama, che vi ho raccontato qui, mi sono imbattuta in uno di questi laboratori. Quel giorno era dedicato al pesce fresco e al mondo marino. Incuriosita mi sono fermata ad ascoltare la lezione tenuta dal divulgatore scientifico e dal formatore del reparto pescheria, per scoprire i segreti di uno dei cibi più importanti, sani e gustosi della nostra alimentazione.

dietrolequintepam11

Ho sempre amato il mare e le bontà che ci offre e c’è sempre tanto da imparare su questo affascinante mondo.

Così, insieme ai piccoli ospiti, sono tornata bambina anche io e ho giocato con loro.

Quale modo migliore per insegnare qualcosa ai bambini se non giocando?

Abbiamo ricreato la filiera del pesce (pesca, trasporto, banco del pesce, pulizia e cottura); insieme a loro mi sono divertita a guardare la pelle della sogliola attraverso il telescopio e ho imparato che questo mondo e’ abitato da prede e predatori! Alcuni animali marini possiedono vere e proprie armi per difendersi, le seppie ad esempio usano il loro inchiostro, quello che in cucina si  trasforma in un ingrediente gourmet, per difendersi dai predatori che vengono accecati. Questo inchiostro, racchiuso nella vescica del mollusco, è anche indice di freschezza delle seppie se risulta uniformemente liquido.

dietrolequintePam_07

Polpo, seppie, calamari e totani, appartengono tutti alla famiglia dei molluschi e si differenziano dai pesci perché invertebrati.

Ma sappiamo che differenza c’è tra un polpo e un moscardino che può essere confuso con un polpo di piccole dimensioni, ma di minore valore gastronomico?

Entrambi possiedono 8 tentacoli, ma i polpetti hanno tentacoli con due file di ventose, mentre i moscardini una sola fila.

dietrolequintePam_03

 

I pesci sono animali che vivono nell’acqua ma non sono tutti uguali, lo sapete che ne esistono circa 32.000 specie molto diverse tra loro? Nel “mare Nostrum” sono presenti più di 1000 specie di pesci. Tra i più diffusi ci sono il nasello, il pesce spada, le orate, la cernia, il latterino, le sardine e le acciughe.

I pesci sono animali vertebrati e la loro colonna vertebrale si chiama lisca. Sono in grado di nuotare grazie alle pinne e riescono a respirare sott’acqua grazie alle branchie. Sopra l’apparato digerente hanno un organo chiamato vescica natatoria, una specie di sacca interna che può riempirsi d’aria per dare ai pesci stabilità mentre nuotano. In alcune specie la vescica alza il volume dei suoni che i pesci emettono per comunicare tra loro. Altro che “muto come un pesce”!.

dietrolequintePam_06

L’educazione alimentare dei bambini è il primo passo fondamentale per una corretta e sana abitudine alimentare.

Alimentarsi bene per stare in salute ed essere sani come un pesce.

Nella piramide alimentare il pesce è un alimento che apporta sopratutto proteine di elevatissimo valore biologico oltre a contenere i famosi Omega-3 e Omega-6 ovvero acidi grassi “essenziali”, di cui non possiamo fare a meno se vogliamo mantenere tutte le nostre cellule in salute e prevenire molte malattie. Inoltre il pesce contiene molti minerali (fosforo, potassio, ferro, selenio, zinco e calcio) e vitamine soprattutto del gruppo B , che ci aiutano ad assorbire le proteine e le vitamine A, D ed E, fondamentali per lo sviluppo delle ossa e per la salute della pelle e degli occhi. Per questo i medici consigliano di mangiarlo almeno due volte a settimana.

Finita la lezione con i bambini sono andata direttamente al banco della pescheria per scoprire il dietro le quinte della filiera del pesce fresco. Vi racconto cosa ho scoperto.

dietrolequintePam10

Pam Panorama è stata una delle prime catene di supermercati ad avere un banco di vendita diretto del pesce fresco all’interno di una grande superficie durante gli anni Settanta. Dal 1999, Pam Panorama, per garantire freschezza, qualità e tutto il piacere del pesce sulle nostre tavole, ha ideato il  progetto  “I Pescherecci Pam Panorama”. Cosa sono?

Un iter di meno di 24 ore per avere a disposizione il pesce più fresco del mar Adriatico creando un collegamento diretto tra i punti vendita e i pescatori che operano nel mercato ittico di Chioggia.

Ogni notte 9 pescherecci partono dal porto di Chioggia per pescare nell’alto Adriatico: alici, sarde, polpi, seppie, canocchie, ecc. Tante varietà di buon pesce che vengono immediatamente lavorate in loco e trattate dal punto di vista termico per garantire in modo continuativo la catena del freddo. A bordo del peschereccio, perciò, il pesce viene subito selezionato, smistato per specie, trattato per ridurre la carica batterica e posto in apposite celle frigorifere.

Arrivati al porto di Chioggia, il pescato viene subito caricato nel camion refrigerato Pam Panorama, e da lì in 24 ore distribuito a tutti i punti vendita d’Italia.

In questo modo, Pam Panorama garantisce sulle nostre tavole pesce sempre rigorosamente italiano, fresco e ricco delle sue proprietà nutritive. Sappiamo quanto sia importante per la nostra salute alimentarci di prodotti sicuri, di cui sia possibile conoscere la provenienza e l’iter che li ha condotti fino alla nostra tavola!

dietrolequintePam_08

Come riconoscere il pesce fresco?

Quante volte di fronte al banco del pesce siete stati assaliti da mille dubbi? Sarà fresco oppure decongelato, sarà pescato oppure di allevamento?

Forse qualcuno pensa che “pesce fresco” voglia dire pesce appena uscito dal frigorifero; in realtà il pesce fresco è il pesce che è stato pescato da pochi giorni e che non è stato ancora congelato, né cotto. Il pesce comincia a deperire in fretta una volta pescato; per questo e’ molto importante che appena pescato venga subito ricoperto di ghiaccio che rallenta la riproduzione dei parassiti e i processi che lo rovinano.

Il pesce pescato in mare e’ più pregiato del pesce di allevamento, più gustoso e anche meno grasso. Se i pesci hanno gli occhi grandi probabilmente sono stati pescati in profondità quindi in mare aperto. Se invece sono tutti più o meno della stessa dimensione probabilmente provengono da un allevamento.

Ecco le 5 regole da tenere presente per riconoscere il pesce fresco:

  1.  L’odore. Il pesce fresco non ha odore, ma un piacevole e delicato profumo di mare, di iodio e di salsedine. Questo e’ il primo indizio sulla freschezza. Se anche lontanamente il vostro naso avverte sentori di ammoniaca allora diffidate dall’acquistarlo.
  2.  Colore. La pelle del pesce fresco deve avere un colore brillante, lucente con sfumature che vanno dal verde al blu e le squame devono essere compatte.
  3.  Gli occhi devono essere sporgenti e vividi.
  4. Le branchie devono presentare un colore rosso brillante.
  5. Tatto. Al tatto la polpa deve risultare soda ed elastica.
26 aprile 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste