jiaozi evidenza

Jiaozi di gamberi

Piccoli ravioli cinesi ripieni di gamberi, cavolo cinese e zenzero immersi in un caldo brodo profumato all'orientale

condivisioni

Gli Jiaozi sono fagottini di pasta che vengono farciti con carne, crostacei oppure verdure.
Rappresentano uno dei piatti tipici della cucina tradizionale cinese e possono essere cotti a vapore, alla piastra oppure in bel brodo profumato.  In Italia vengono comunemente chiamati Ravioli cinesi, ma non fatevi ingannare, ne esistono davvero di tantissimi tipi! Gli Jiaozi di solito hanno una pasta spessa e una chiusura ondulata “a corno” oppure a pacchettino, mentre i wonton hanno una pasta più sottile e una forma tondeggiante. Possono poi avere diversi nomi in base al metodo adottato per la cottura, in particolare esistono gli shuijiao (fagottini d’acqua) che sono bolliti e poi serviti in brodo oppure zhengjiao per i ravioli cotti al vapore.

Per questa ricetta ho preparato dei Jiaozi ripieni di gamberi, zenzero, cavolo cinese e li ho poi cotti in un profumatissimo brodo all’orientale. La dolcezza dei gamberi si sposa alla perfezione con il sapore pungente del cavolo cinese e dello zenzero, e la sapidità della salsa di soia mette in risalto ogni sapore…morso dopo morso questi Jiaozi vi conquisteranno. Per chiuderli vi consiglio di guardare la videoricetta dei Gyoza (i corrispettivi giapponesi degli Jiaozi), dove tra l’altro troverete un’idea diversa per farcirli.

jiaozi tris

Stampa
Jiaozi di gamberi in brodo di zenzero
2016-01-19 18:53:04
Per 4 persone
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Difficoltà
3.5
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Per le sfoglie
  1. 270 g di farina 0
  2. 30 g di fecola di patate
  3. 100 ml di acqua tiepida
Per il ripieno
  1. 300 g di gamberi o gamberetti
  2. 150 g di cavolo cinese
  3. 1 cucchiaino di zucchero di canna
  4. 1 cucchiaio di olio
  5. 2 cucchiai di salsa di soia ​​ ​SuziWan​
  6. 1 cipollotto
  7. 15 g di radice di zenzero
Per il brodo
  1. 800 ml di acqua
  2. 1 dado da brodo vegetale ​Alce Nero
  3. 1 cipollotto
  4. 45 g di radice di zenzero
Istruzioni
  1. In una ciotola farina, la fecola di patate e un pizzico di sale.
  2. Aggiungete pian piano l'acqua fino a ottenere una palla di impasto non appiccicoso.
  3. Lavoratelo poi a mano fino a ottenere un bell'impasto elastico - facendo pressione con un dito l'impasto deve poi tornare alla forma originaria.
  4. Formate una palla con l'impasto, avvolgetela nella pellicola e fatela riposare in frigo per 1 ora.
  5. Pulite i gamberi eliminando il guscio, la testa, la coda e il filo presente sul dorso.
  6. Affettate finemente le foglie di cavolo cinese eliminando la parte bianca più coriacea e il cipollotto.
  7. Prendete circa metà dei gamberi e frullateli fino a ottenere una consistenza simile a quella del macinato. L'altra metà dei gamberi tagliatela a coltello finemente - è importante che i gamberi alla fine abbiano due consistenza diverse.
  8. In una ciotola unite tutti il cavolo cinese, il cipollotto, le due consistenza di gamberi e condite 2 cucchiai di salsa di soia, 1 cucchiaio di olio, 1 cucchiaino di zucchero di canna e grattugiate un pezzetto di radice di zenzero grande circa 5 cm.
  9. Mescolate per bene, coprite con la pellicola e fate riposare in frigo mentre stendete la pasta.
  10. Tirate fuori dal frigo l'impasto e dividetelo in porzioni adatte a essere stese con la macchina per stendere la pasta.
  11. Spolverate ogni porzione con la fecola in modo che non si appiccichi alla macchina e stendete l'impasto fino a uno spessore di 1,5 mm.
  12. Con un coppapasta o un bicchiere ritagliate tanti cerchi e poi reimpastate gli scarti per stenderli nuovamente.
  13. Riempite ogni disco di pasta con un cucchiaino abbondante di ripieno da posizionare nel centro.
  14. Chiudete ogni raviolo bagnando il centro del bordo con un goccio di acqua, premete bene e proseguite con le pieghe come mostrato nel video dei ​Gyoza .
  15. Riempite d'acqua una pentola capiente, aggiungete il dado da brodo vegetale, lo zenzero tagliato a fettine, 1/2 cipollotto tagliato grossolanamente a rondelle e portate a ebollizione.
  16. Quando l'acqua bolle tuffate i ravioli e fateli cuocere circa 5/8 minuti - il tempo di cottura può variare in base allo spessore della pasta, per cui prima di scolare i ravioli assaggiatene uno.
  17. Impiattateli nelle ciotole, aggiungete del brodo, qualche rondella di cipollotto fresco, una spolverata di zenzero fresco grattuggiato e servite con una ciotolina di salsa di soia a parte.
Note
  1. Il tempo di preparazione non comprende il tempo di riposo dell'impasto.
  2. I gamberi o gamberetti possono essere sia freschi che decongelati, l'importante è che non siano quelli precotti.
iFood http://www.ifood.it/
Verdure verdijiaozi di gamberi step

IMG_0181

Un paio di curiosità. Come già detto prima gli Jiaozi prevedono due chiusure differenti, una riflette l’origine etimologia del nome mentre l’altra ha un significato più simbolico: la chiusura ondulata a corno deriva dal fatto che jiao in cinese significa corno e jiaozi all’inizio veniva scritto con il logogramma del corno, mentre solo successivamente gli venne trovato un suo logogramma specifico con un significato più simile alla parola cibo. La chiusura a pacchettino invece deriva dal fatto che gli Jiaozi venissero considerati come dei pacchettini pieni di fortuna, per cui oltre a rappresentare un piatto base della cucina cinese, è tradizione consumarli durante la cena della Vigilia del Capodanno cinese.

4 aprile 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste