gwt-1

Gelato world tour Carpigiani 2016

Per premiare il gelato più buono d'Italia. La nostra esperienza alla tappa di Riccione

condivisioni

Si è tenuta domenica 22 maggio a Riccione la 26° tappa del Gelato World Tour 2016, evento organizzato da Carpigiani Gelato University e Sigep – Rimini Fiera. In un contesto di tutto rispetto quale Piazzale Ceccarini, nel laboratorio allestito da Mo.Ca concessionario Carpigiani ed all’interno della manifestazione “Gelatiamo”, si è svolta una tappa dell’Italian Challenge: la sfida itinerante per selezionare i migliori Gelatieri Italiani che si sfideranno poi alla Finale Mondiale del Gelato World Tour in programma a Rimini a settembre 2017.

gwt-5

18 Gelatieri per 18 gusti diversi, dai “classici” ai più estrosi, tutti rigorosamente artigianali.

A giudicarli una giuria di esperti capitanati dalla Presidente Sonia Balacchi, Pastry Queen 2012: lo chef Stefano Ciotti del Ristorante Nostrano di Pesaro, Massimiliano Pozzi editore di Top Look Magazine, Patrizia Dal Mas giornalista di punto IT, Lucia Renati giornalista di Icaro TV, Antonella Zaghini giornalista e blogger, Lucrezia Bologna di Sigep Rimini Fiera ed infine le blogger Sara Salvoni, Lucia Sarti ed Alice Grandi in rappresentanza di iFood, media partner dell’evento. gwt-2

In questa esperienza in giuria noi ifoodies abbiamo avuto l’occasione di apprendere le modalità di assaggio ed i criteri per valutare un buon gelato artigianale, aiutate dall’esperienza di Cristian Bonfiglioli, Maestro della Gelato University Carpigiani, la competenza e disponibilità al confronto dello chef Stefano Ciotti e della campionessa mondiale di pasticceria Sonia Balacchi.

Inoltre non sono mancati divertimento, bis di assaggi, risate ed un aperitivo sfizioso di chiusura all’evento.

gwt-3

I gusti selezionati in questa tappa del Gelato World Tour si sono distinti per per l’impegno dei Gelatai nel creare un prodotto d’eccellenza, senza ricorrere a prodotti semilavorati ma usando materie prime genuine e di altissima qualità.

gwt-collage-1

Vincitori a pari merito della selezione riccionese il gusto “Costarica Explosion” della gelateria il Pellicano di Rimini e la “Stracciatella” di Bruno Guala del laboratorio “Sottozero” di Riccione. A lui abbiamo posto qualche domanda per scoprire i segreti di un gelato artigianale di altissima qualità.

“Com’è nato questo gusto “Stracciatella”, da oggi il vostro cavallo di battaglia?”

“Il gusto è nato un po’ in seguito ad una ricerca ed un po’ per caso. Volevamo un gusto semplice, ma artigianale a tutti gli effetti e la stracciatella per noi ha questo connubio. Le spezie a noi piacciono molto e le usiamo spesso per insaporire i gusti di gelato. In gelateria abbiamo il gusto lampone, carote e zenzero oppure curcuma, zafferano e paprika dolce che usiamo per colorare i cioccolati. Cardamomo e caffè sono un’unione ormai assodata, perciò abbiamo aggiunto altre spezie come anice stellato, chiodi di garofano e pepe di Sichuan. Inizialmente doveva essere un cioccolato aromatizzato ed il Coeur de Guanaja della Valrhona ci sembrava indicato, per le sue note particolarmente amare. Ma le spezie “sotto i denti” non ci piacevano, così è nata l’idea di optare per l’infusione a caldo. Quella delle spezie fatta a freddo nel gelato, è nata invece per dare una persistenza al gusto del cioccolato speziato che si sarebbe interrotta con un normale fiordilatte.”

Quali sono i segreti per realizzare un buon gelato artigianale?

“Le materie prime contano per il 50%, la struttura per il 30% e la consapevolezza di quello che si sta facendo tutto il resto.”

gwt-4

Curiosi anche voi di scoprire quale sarà il miglior gusto di gelato d’Italia? Seguite il sito web ufficiale del Gelato World Tour!

Foto e testi redatti da:

Alice Grandi – RicetteVegolose
Lucia Sarti – La penisola del gusto
Sara Salvoni – Magie dal Forno

31 maggio 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste