pappina3

Torta Pappina

La versione rivisitata della torta lombarda tramandata da tantissime generazioni

condivisioni

La Pappina è un dolce  lombardo tipico della zona di Milano e della Brianza.
E’ una dolce antico e povero, che si preparava con gli avanzi di pane arricchito da ingredienti che erano abitualmente presenti nelle dispense delle nonne e bisnonne lombarde.
Pinoli, uova, burro ed uvetta erano gli elementi che arricchivano il gusto ed il sapore del pane.

E’ un dolce popolare che viene tramandato da madre a figlia. Le varianti per preparare la pappina sono tantissime: ogni famiglia custodisce la propria ricetta.
Anche io custodisco gelosamente l’antica ricetta tramandata dalla mia nonna.
Quella che però voglio proporvi è la mia versione di torta pappina: senza uova, senza burro, senza latte vaccino e senza zucchero.

Il pane viene ammorbidito nel latte di soia, mentre lo sciroppo d’acero dona dolcezza alla torta.
A questi due ingredienti ho aggiunto i pinoli, l’uvetta, gli amaretti, il cacao amaro ed i biscotti per ricreare l’antico sapore della torta golosa che la mia famiglia si tramanda da generazioni.

Questa ricetta è adatta alle persone intolleranti al lattosio ed alle uova. Utilizzando del pane raffermo senza glutine e dei biscotti senza glutine, può essere gustata anche dalle persone che soffrono di celiachia.

pappina2

Stampa
Torta Pappina
2016-01-17 23:06:34
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Difficoltà
1.5
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Ricetta per una tortiera da Ø 26 cm
  1. 300 gr di pane raffermo
  2. 50 gr di amaretti
  3. 500 ml di latte di soia Alpro
  4. 60 gr di uvetta Ventura
  5. 1 cucchiaio di Rhum
  6. 60 gr di pinoli Ventura
  7. 30 gr di cacao amaro
  8. 30 gr di biscotti secchi al cacao
  9. 4 cucchiai di sciroppo d’acero
  10. Scorza di un limone non trattato
  11. Burro chiarificato per ungere la tortiera
  12. Zucchero a velo per decorare
Istruzioni
  1. Tagliate il pane a piccoli pezzi e mettetelo in una bacinella. Aggiungete il latte di soia e lasciatelo ammorbidire per un paio di ore, mescolando di tanto in tanto, in modo che si inzuppi completamente.
  2. Nel frattempo, fate ammorbidire l’uvetta nell’acqua tiepida con l’aggiunta di un cucchiaio di Rhum.
  3. Tritate finemente con un robot i biscotti secchi e gli amaretti e metteteli da parte.
  4. Trascorse le due ore, aggiungete al pane ammorbidito i seguenti ingredienti: l’uvetta strizzata, i pinoli (lasciate da parte qualche pinolo da utilizzare per la decorazione) ed il cacao amaro. Mescolate il composto in modo da incorporare insieme tutti gli ingredienti.
  5. Aggiungete poi i biscotti e gli amaretti tritati, lo sciroppo d’acero e la scorza di un limone. Mescolate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto che dovrà avere una consistenza cremosa.
  6. Versate il composto in una tortiera imburrata; livellate la sua superficie utilizzando un cucchiaio e cospargetela con i pinoli tenuti da parte.
  7. Fate cuocere la torta nel forno già caldo a 170°C per 45/50 minuti circa.
  8. Controllate la cottura utilizzando uno stuzzicadenti: la torta dovrà essere cotta ma non completamente asciutta.
  9. Estraetela dal forno e fatela completamente raffreddare.
  10. Servite la pappina con una spolverata di zucchero a velo.
iFood http://www.ifood.it/
pappina_step

La pappina è anche una torta del giorno dopo: i vari ingredienti amalgamati insieme e fatti riposare, rilasciano tutti i loro aromi rendendo ancora più gustoso il dolce.

Enyou your “pappina” cake 😉

pappina4
pappina6
pappina7

 

3 maggio 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste