Orizzontale_Snapchat

Tutto quello che volevate sapere su snapchat

Cos'è snapchat e come si usa: i consigli di Ezio Totorizzo, fondatore della prima community su Facebook

condivisioni

Tutti pazzi per snapchat. E’ il social del momento. Il social con il trend di crescita più alto in assoluto. In Italia, pare si sia dilagato dapprima tra gli adolescenti (che mandano online i loro video senza alcuna vergogna, tanto si cancellano dopo 24 ore), ora anche blogger e influencer appaiono interessati a investire il loro tempo su questo social che – dicono – abbia portato al tramonto di periscope e diventerà il nuovo modo di comunicare: perchè se Instagram racconta di vite perfette e di gente sempre in giro per il mondo (insomma pare che tutto il mondo mangi sushi tutti i giorni e vada in ferie ogni weekend), gli snap (foto e video) di snapchat raccontano frammenti di vita più reali come il lavoro, la passeggiata con il cane, la preparazione di una torta (come nella vita reale, d’altronde).

Infatti, pare che le foodblogger internazionali e i grandi editori lo utilizzino proprio come canale di comunicazione: gli snap sono veloci e immediati e permettono di seguire, nel caso di un canale food, la realizzazione di una ricetta passo passo, senza troppi fronzoli nè post produzioni. Ma attenzione: i video durano solo 24 ore. E quindi come si fa a salvarli sul telefono? 

Il social non si presta ad essere compreso nell’immediatezza. Chiunque lo scarica, a primo impatto va in confusione. Non esistono hashtag, tag o suggerimenti su chi seguire. Per seguire le altre persone, occorre conoscere il nome del loro profilo oppure avere il loro snapcode.

Snap-che? Mentre scrivo questo articolo, mi immagino tante persone interrogarsi : snapocosa? che cos’è? come funziona e perchè bisognerebbe usarlo? E così, ho rivolto queste domande a Ezio Totorizzo, blogger e instagrammer conosciuto nel web, ora fondatore del gruppo su facebook We are snapchat dove ogni giorno dispensa consigli e suggerimenti e avvia progetti per rafforzare la prima community in Italia. E al TBNETalks, che si svolgerà a Roma dal 20-22 maggio, Ezio terrà un panel dove si parlerà proprio di Snapchat.

Verticale_Snapchat 

Che cosa è Snapchat e che cosa è Snapchat per te?

Snapchat è un social network che integra al suo interno un sistema di messaggistica che permette agli utenti una più facile comunicazione. Ultimamente è sempre più argomento di dibattito nel mondo social per l’innovazione comunicativa che ha portato nel web con l’introduzione di contenuti che si autodistruggono in 24 ore. 

Per me Snapchat è il posto dove rifugiarmi e raccontare quello che mi succede senza filtri ed i lati della mia persona che sugli altri social ho difficoltà a far emergere per differenti stili comunicativi. Snapchat, giorno dopo giorno, sta diventando il mio piccolo mondo, dove riesco a mantenere rapporti più diretti con chi mi segue quotidianamente. 

Quando l’hai scoperto e da quando lo usi? 

Ho scoperto Snapchat per caso la scorsa estate 2015 quando sono venute a trovarmi amiche americane in Puglia. Ero abituato con loro a parlare di Instagram, invece, questa volta, loro avevano solo parole per Snapchat. Io sono una persona curiosa di natura ed ho subito scaricato l’applicazione perché ne avevo solamente sentito parlare ed avevo voglia di capirne l’utilizzo. Dopo la prima settimana di panico totale, dove mi sentivo un vero imbranato, sono riuscito a prendere dimestichezza con il social che oggi è parte integrante delle mie giornate. 

Un pregio ed un difetto di questo social 

Il pregio assoluto di questo social è sicuramente il racconto. Per la prima volta riuscirete a raccontare voi stessi in maniera più libera grazie ai video che, di 10 secondi in 10 secondi, riusciranno a far uscire la parte vera di voi stessi e la voglia di comunicarlo ai vostri follower. L’essere immediato, fresco e dinamico rendono Snapchat una piacevole sfida. 

I difetti che ritrovo in Snapchat sono per lo più strutturali. La possibilità di non poter menzionare o taggare altre persone o creare delle liste per interessi sono, a volte, un limite. Sono sicuro però che, con il passare del tempo, ci saranno sempre più innovazioni nell’APP, come il recente aggiornamento alla chat 2.0, che rendere la comunicazione con i follower  molto divertente. 

E’ vero che in America è diventato il social più seguito per i video?

Recentemente è stata rilasciata la notizia che Snapchat ha superato il numero di visualizzazione video di Facebook. Questo è un grandissimo dato per il minor numero di iscritti di Snapchat, ma molto prevedibile perché, con l’autodistruzione dei contenuti dopo le 24 ore, si costringe l’utente ad essere sempre nell’ App alla ricerca di nuovi video e immagini da non perdere. 

A che punto siamo in Italia? 

In Italia siamo ancora ad un timido inizio con Snapchat, ma quello che primo era scetticismo nel mezzo e nella difficoltà a comprenderne utilizzo e potenzialità, oggi si è sicuramente trasformato in curiosità ed interesse. I grandi marchi di moda italiani hanno subito colto le possibilità comunicative di questo social network ed hanno, per questo motivo, sperimentato un modo inedito per fare storytelling, raccontando il backstage dell’alta moda, che ha incuriosito milioni di followers. 

Secondo te, c’è la possibilità che diventi un social tanto influente quanto instagram? 

Snapchat ha delle grandissime possibilità come social network perché è riuscito a colmare lacune che altri social network hanno ignorato per anni. La gente ad una comunicazione impostata e poco veritiera, preferisce un linguaggio più immediato e senza filtri. Per raggiungere i livelli di Instagram, però, Snapchat dovrà migliorare la tracciabilità dei propri dati e dei risultati ottenuti in campagne dove si è utilizzato questo mezzo di comunicazione. Al momento il mio consiglio è quello di integrare Snapchat all’interno di piani di social media marketing affiancandolo ad altri social. 

In Italia esistono community o gruppi di Snapchat? Che previsioni hai di queste community e cosa ti aspetti dalla tua? 

Si in Italia esistono community di Snapchat. Avendo scoperto questo social prima di altri mi è capitato spesso di ricevere messaggi e richieste d’aiuto da parte di conscenti e amici. Quando le email sono diventate tante ho pensato: “Perché non unire tutti insieme gli appassionati di snapchat, chi ha bisogno di chiedere informazioni e chiarimenti e chi è semplicemente un social curioso. Per questo motivo 2 mesi fa ho creato WE ARE SNAPCHAT, la community degli snapchaters italiani in un gruppo Facebook. In pochissimo tempo gli utenti sono cresciuti e siamo riusciti a raggiungere quasi i mille iscritti. Ogni giorno sono pubblicati contenuti di rilievo di grande aiuto per molti ed il clima venutosi a creare è di completa cooperazione e supporto. Io sono un ragazzo che adora condividere le cose belle e crede nel potere della community, quindi non posso che aspettarmi grandi cose. 

Al TBNETalks parlerò di Snapchat e dopo aver introdotto questo social, non ancora compreso da tutti, cercherò di aiutare i presenti a comprendere come integrare Snapchat in una propria strategia social media e fare personal branding nel modo corretto. Saranno citate delle case history di brand che hanno utilizzato questo strumento per comunicare in maniera innovativa con la propria audience.  Racconterò cosa bisogna fare su Snapchat e cosa bisogna assolutamente evitare. 

Il vero consiglio che mi sento di dire a chi si avvicina per la prima volta a Snapchat è sicuramente GIOCA CON IL SOCIAL. Non avere paura di sperimentare e provare. Guarda gli altri e lasciati ispirare dal loro modo di comunicare. Non utilizzare Snapchat pensando agli altri social network. Non è possibile fare un paragone e per questo devi raccontarti in modo onesto e divertente. Dopo le prime settimane sarà tutto più naturale. 

 

Ecco, lo avete letto: Ezio consiglia di “giocare con il social” senza fare troppi paragoni e senza troppi pensieri. Che dite, vi ha convinto a scaricare l’app?

QUI il profilo di Ezio Totorizzo e QUI l’articolo su “come funziona snapchat”.

QUESTO il gruppo della community We are Snapchat con tanti iscritti, tra cui tante amiche foodbloggger!

Se volete saperne di più, appuntamento a Roma, al TBNETalks: sabato 21 maggio Ezio Totorizzo e Cristiano Guidetti: “Snapchat e Facebook Live : opportunità e consigli di utilizzo”.

17 maggio 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste