News 2608

AMAtriciana, la solidarietà in tavola

L'iniziativa lanciata da Paolo Campana a favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto

condivisioni

L’ennesima tragedia causata da un sisma. Giovedì 24 agosto il nostro paese ha dovuto aggiornare la storia del suo drammatico rapporto con i terremoti. Una vasta zona compresa tra il Lazio, l’Umbria e le Marche, ha subito una raffica di scosse, la cui intensità massima ha registrato un valore di 6.0, che ha causato un numero di vittime, purtroppo in costante aggiornamento, arrivato ad ora all’assurdo numero di 250, senza contare le centinaia di feriti.

Amatrice, Accumoli, Pescara del Tronto: interi paesi rasi al suolo come neanche un bombardamento avrebbe potuto. Paesi che contano pochi residenti, colpiti però in un periodo nel quale tanti turisti affollano le strade e le strutture alberghiere, in particolare nel caso di Amatrice, in vista della prossima sagra dedicata allo storico piatto tipico di questo paese.

Ho personalmente vissuto sulla mia pelle in passato il terremoto del 1980 ed il bradisismo della zona Flegrea, ed in casi come questo resto particolarmente colpito dagli eventi. Non so mai cosa sia giusto fare, in che modo e soprattutto con quali tempi.

In questa occasione però un’iniziativa, ideata e lanciata dal blogger Paolo Campana, ha saputo raccogliere consensi ed unire addetti ai lavori, appassionati e cittadini che vogliono contribuire in maniera attiva per aiutare le popolazioni colpite dal sisma: AMAtriciana unisce ristoratori e clienti, all’euro dei primi somma un euro degli altri, per donarne 2 alla Croce Rossa Italiana permettendole di sostenere in maniera tangibile chi ne ha bisogno.

amatrice

 

26 agosto 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste