DSC_0734_Soave_versus_1060x600

Aspettando Soave Versus 2016, alla scoperta del suo paesaggio storico e rurale.

Tra le colline di Soave, storia, verdi vigne e grappoli dorati.

condivisioni

Mancano ormai pochi giorni a  Soave Versus 2016, in programma dal 3 al 5 settembre al Palazzo della Gran Guardia di Verona.

Coordinata dal Consorzio di Tutela in collaborazione con la Strada del Vino, la tre giorni veronese è dedicata alle migliori interpretazioni del vino Soave nelle sue diverse tipologie, Classico, Superiore e Recioto, oltre cinquanta le cantine che saranno presenti a questa edizione, tra cui molti giovani produttori al loro debutto. 

Ci sarà ampio spazio per la formazione degli esperti del settore, con il Master “Il Soave – origine, stile e valori“, ma anche per i visitatori, che potranno partecipare a “Percorsi e Per Sorsi”,  mini tour guidati tra gli stand dei vignaioli accompagnati da esperti sommelier, che li aiuteranno a scoprire caratteristiche e particolarità di ciascun prodotto.

A Soave Versus non mancheranno la buona cucina e le occasioni per degustare i vini abbinati a tipicità gastronomiche. In programma show cooking con gli Chef Renato Bosco, Fabio Potenzano, Francesca Marsetti, Davide Di Rocco, Matteo Girardi, Eugenio Boer e Gianfranco Perbellini, e la finale del contest per foodblogger “In Cucina con il Soave”.

Il tema guida dell’edizione 2016 sarà il paesaggio, al fine di celebrare il recente riconoscimento ricevuto da queste splendide colline quale primo Paesaggio Rurale di interesse storico d’Italia.

Soave_Versus_mura_2

La zona di produzione del Soave si trova ad est di Verona, su colline di origine vulcanica con importanti affiornamenti calcarei. La coltura della vite in queste zone ha origini antichissime e, la Garganega, il vitigno autoctono da cui nasce il Soave che trova qui il suo ambiente ideale, ne è la massima espressione.

In attesa dell’evento, in compagnia di un gruppo di Instagrammer veneti, siamo andati alla scoperta del centro storico di Soave e delle sue splendide colline e vigneti, visitando anche due aziende vitivinicole che fanno parte del Consorzio.

Soave_Versus_mura_1

Soave è un delizioso, piccolo borgo medievale interamente circondato dalle mura scaligere del Castello. Le sue vie sono un susseguirsi di palazzi e di edifici storici di epoche diverse, chiese antiche, piccole trattorie ed enoteche. Ogni piccolo particolare e dettaglio cattura l’occhio e passeggiare alla scoperta del suo centro storico è estremamente piacevole.

Soave_Versus_centro_2
Soave_Versus_centro_1

La sorpresa nel poter ammirare stupende piante di cappero in fiore che crescono, arrampicandosi un po’ ovunque, lungo le mura esterne del Castello e all’interno del paese.

Soave_Versus_mura_3

La sede dell’Azienda vitivinicola Coffele si trova in pieno centro storico a Soave. All’interno di una graziosa corte, da una piccola palazzina dal sapore antico, si accede alla cantina del 1600 e a un delizioso giardino dal quale si possono scorgere le mura del Castello e il campanile.

Soave_versus_Coffele_1
DSC_0691_Soave_giardino_Coffele

Le parole del Prof. Coffele raccontano storia, tradizione, tenacia e passione per questo lavoro. Il grande parco vinicolo dell’Azienda è coltivato prevalentemente a Garganega, ma anche a Trebbiano di Soave, Chardonnay e Sauvignon, oltre ad una piccola parte destinata ai vini rossi, il Valpolicella e l’Amarone. Affascinante il suo racconto sull’originale sistema di appassimento delle uve in verticale e sulla tecnica di concimazione che si avvale della presenza di un piccolo allevamento di cavalli. 

Soave_versus_Cofflele_3
DSC_0703_Coffele_Soave_vert

Lasciato il centro storico, percorrendo una strada tra ininterrotti e verdi filari di dorata uva Garganega, siamo andati ad incontrare Gelmino e Cristina Dal Bosco e i loro figli. La loro Azienda, Le Battistelle , si trova a Brognoligo, frazione di Monteforte D’Alpone, nel cuore della zona originaria più antica del Soave Classico.

DSC_0753_Roccolo_del_Durlo_Soave
Soave_Versus_Roccolo_del_Durlo_1

In questo contesto meraviglioso abbiamo potuto godere delle spiegazioni e racconti di Cristina e della sua famiglia, passeggiando tra distese di vigneti e mandorli, uno dei profumi della Garganega, insieme a pesca, agrumi e fiori bianchi. Osservando il paesaggio che ci circonda non è difficile comprendere per quale motivo sulle etichette dei loro due cru, Battistelle e Roccolo Del Durlo, è indicata la definizione ‘viticoltura eroica‘. 

Ripidi pendii su un terreno vulcanico, antiche forme di allevamento come la pergola e i muretti a secco, che tutelano il paesaggio e le antiche tecniche di lavorazione ma dove anche, necessariamente, cure ed operazioni devono essere manuali.

Soave_Versus_Roccolo_del_Durlo_2

La splendida location non poteva che essere trasformata per un po’ nel set perfetto di shooting fotografici, i soggetti da immortalare poi erano davvero speciali, che dite?

DSC_0762_Soave_Versus_Roccolo_del_Durlo

Non è certo mancata la degustazione finale. Gli splendidi piatti preparati per noi dall’Enoteca Il Drago, e poi formaggi, confetture e soppressa che qui viene servita con fichi e pane biscottato e infine la meravigliosa focaccia con l’uva Garganega, il tutto abbinato al Soave, mentre un bellissimo tramonto dava spettacolo sulla collina davanti a noi.

Soave_Versus_Roccolo_del_Durlo_3
IMG_20160827_191235_Soave_focaccia_uva_garganega

 

SOAVE VERSUS dal 3-4-5 settembre 2016 Palazzo della Gran Guardia – Verona 

Tutte le info QUI

31 agosto 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste