5TorriEVID

Cortina d’Ampezzo in estate

Un'idea di viaggio estiva, tra i monti della Perla delle Dolomiti, dove innamorarsi di scorci, laghi, rocce e piatti deliziosi tra trekking, bike e struscio nel centro città.

condivisioni

Vivere la montagna d’estate è una vacanza che riempie polmoni ed occhi di bellezza, di verde, di natura e di panorami mozzafiato.
Preparatevi allora per viaggiare con me tra crode e prati, tra alberi e laghi, ma anche tra ristoranti e rifugi, tra picnic e panini della Perla delle Dolomiti.

CortinaDallAltoO

Cortina d’Ampezzo è una località turistica nota prevalentemente per le vacanze invernali, ricca di piste da sci e viste meravigliose sulla corona delle Dolomiti che la circonda, ma d’estate i suoi percorsi scoscesi tra torrenti e malghe, le vie ferrate ed i sentieri rocciosi da percorrere in bicicletta non sono da meno. D’estate i noleggi di sci svoltano con mountain bike e fat bike, attrezzatura d’arrampicata e per le gite in sicurezza. E se invece non si ha voglia di spostarsi, il Parco Avventura (che organizza anche torrentismo sul fiume Boite) offre tronchi, carrucole, ponti tibetani e reti di ogni genere per divertirsi in 12 percorsi di diversa difficoltà a pochi passi dal centro del paese.

Sport

Dopo i fasti delle olimpiadi del 1956, che ancora riecheggiano (nel bene, ma anche nel male) una nuova occasione si prospetta per la conca ampezzana, che ha ottenuto l’organizzazione dei mondiali di sci per il 2021: la volontà di rinnovare l’offerta di piste, attrezzature e attività si spera che possa portare nuova linfa all’errata nomea di località per i turisti vip e facoltosi, quando invece la gran parte di hotel e attività beneficia delle presenza di visitatori classici, appassionati di sport (con un aumento esponenziale di eventi e gare dedicate alla corsa in montagna e bike) e di benessere psicofisico.

RaVallesV3
CentroCortina
ZumellesO2

C’è un’ampia scelta di vie, adatte a tutti i livelli che portano a piccoli antri nascosti oppure a laghi incontaminati, dove la natura crea spettacoli impareggiabili. E’ questo il caso della gita che dal passo Tre Croci porta al Rifugio Vandelli ed al Lago Sorapis, dove a 1926 metri potrete innamorarvi del color turchese delle sue acque, rese tali dal fondale di roccia calcarea.

SorapisVandelli

E di laghi incastonati tra le montagne ce ne sono davvero per tutti, come quello di Croda da lago, dove i più coraggiosi si armano di costume e si tuffano nelle sue acque freddissime, per poi concedersi una grappa ristoratrice al rifugio omonimo.

CrodaDaLago

Il lago di Limedes vi attende, celato da alcuni dirupi, nella salita che vi porta verso i monti Averau e Nuvolau, con viste d’un verde fiammeggiante sul passo Giau, e su tutti i gruppi montuosi circostanti legando più paesi in un solo unico spettacolo della natura.

Averau_5torri

Armatevi di carte tecniche e faticate lungo sentieri sterrati per raggiungere baite e prati accoglienti, tra una sferzata d’aria fredda ed il sole che colora le guance, incontrerete sì tanti turisti, ma soprattutto mucche al pascolo, marmotte fischiettanti, falchi affamati e se capita anche asinelli e cavalli.

LimedesV1
Animali

Nel periodo estivo, dopo esservi ossigenati i polmoni in alta quota, scendete a valle e godetevi (ogni weekend dalla metà di luglio a fine agosto, ognuna in una località diversa del paese) una cena spartana alle Feste campestri, dove i piatti tipici la fanno da padrone, ed il volontariato locale vi servirà nel loro sestiere del cuore, coccolandovi con delizie a basso costo e dolci meravigliosi.

FestaCampestre

E se vi trovate in zona a Ferragosto, dopo le nove di sera, guardate verso le cime scure, ma anche accanto alle strade dei vari quartieri: i tipici fuochi della Madonna saranno tutti accesi per festeggiare tra grigliate e brindisi.

FuocoZumelles

Lungo la settimana, se non cercate cene impegnative, tantissimi locali disseminati lungo il centro pedonale vi serviranno spritz e hugo, le enoteche vi doneranno vini profumati e piatti deliziosi, ma anche i pub col calare del sole sapranno offrirvi panini spettacolari e una fornitura di birre da paura! E per un pranzo frugale a contatto con la natura, poco fuori dal centro, recatevi al caseificio locale dove vi sono cestini da picnic da riempire al momento con tantissime golosità e gustare nei prati adiacenti attrezzati.

PiattiVeloci

Elencare gli innumerevoli ristoranti che vi prepareranno pietanze tipiche, rivisitazioni oppure innovazioni culinarie è davvero impossibile: il buon cibo regna sovrano che si tratti di rifugi o chef stellati, di ristoranti d’hotel o malghe (a fondo post vi lascio qualche contatto, per tutti i gusti), con prezzi per tutte le tasche e anche piccole peculiarità che sorvolano su taglieri di speck, formaggio e cren, primi locali come Canederli e Casunziei, presentando piuttosto pesce e piatti tipici sardi.

PiattiStellati

Contenere i costi non è semplice, soprattutto in vacanza, ma ci si può benissimo armare di panini fatti in casa per riempire lo zaino, così che al posto del rifugio (dove una buona radler oppure un succo di mela sono sempre perfetti dopo la fatica) si può pranzare immersi tra abeti e pini, avvolti dal silenzio rilassante della montagna.

SorapisV2

Eccovi allora qualche spunto se volete recarvi per un weekend a Cortina:

DOVE DORMIRE
i migliori siti di prenotazioni online, soprattutto se consultati in anticipo, sono ricchi di offerte: valutate bene le foto, e se vi sono i contatti provate a chiamare direttamente gli hotel che credo vi faranno proposte ancora più vantaggiose (qualche esempio: Hotel Montana, Meublè Oasi, Hotel Larin e Villa Neve)

DOVE MANGIARE
l’offerta è davvero ampia, raramente ho trovato località turistiche con cibo sempre almeno nella media come qui in valle, spesso con moltissimi che eccellono, certo che dovrete sempre fare una valutazione del rapporto qualità-prezzo.

pasto veloce: un picnic al Caseificio Piccolo Brite, un piatto all’Enoteca Fraina in centro, oppure un ottimo panino (piadina o toast giga) al pub Il Molo vicinissimo al centro, o ancora un toast spettacolare o un tramezzino al bar El Becalen in centro

pasto delizioso: godetevi cibo&panorama al ristorante Il Caminetto, piatti buonissimi Al Camin, menù eccezionali sul passo Giau da Aurelio oppure nel centralissimo Al Pontejel; pranzate avvolti dal tepore del legno del Brite de Larieto, tra i pascoli della malga Peziè de Parù o ancora al ristorante Ospitale, oppure sviate dai menù classici per mangiare sardo (con antipasto già al tavolo quando vi sedete) da Leone&Anna.

pasto stellato: l’inossidabile Graziano Prest del Tivoli vi stupirà con menù sempre eccellenti, ma ora deve ‘combattere’ con una nuova stella, giovane e controtendenza, a pochi chilometri da Cortina: a San Vito trovate il ristorante Aga, con due chef all’avanguardia –Olivier e Alessandra-, giovanissimi eppure preparati, che fanno delle erbe spontanee e delle contaminazioni giappo-scandinave il loro cavallo di battaglia.

dolci &co. : panifici e pasticcerie non vi deluderanno mai, ma per una brioche alla crema freschissima riempita al momento recatevi alla Pasticceria Ghedina, mentre il Lovat vi aspetta con la torta Flochen più buona del mondo e l’Embassy vi saprà offrire una serie infinita di dolci buonissimi.

AlternativeGite

Photocredits: Si ringraziano i ristoratori locali per la disponibilità, Davide Gardini per la foto del Parco Avventura, il noleggio Snow Service per le gite in bike, Gabriele Dallago per le foto d’arrampicata e di ferragosto e l’enoteca Baita Fraina per gli scatti fugaci durante il servizio.

20 agosto 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste