Il Grana Padano

Il Formai de Grana una delle più antiche eccellenze alimentari del nostro Paese le sue caratteristiche e curiosità e un calendario speciale per il Natale.

condivisioni

Nacque 1000 anni fa nell’abbazia di Chiaravalle. I frati caseari erano Maestri nell’arte del formaggio e i monaci lo chiamavano Caseus Vetus, formaggio vecchio, poi ribattezzato ‘Formai de Grana.’

Nel 1951 alla conferenza Europea di Stresa il Grana lavorato a Nord del Po e nel Piacentino divenne Grana Padano.  

Il grande patrimonio culturale, alimentare, storico e socio-economico di cui Grana Padano è espressione è sostenuto e protetto dal Consorzio. Il Consorzio Tutela Grana Padano nasce dalla passione per il territorio, dal desiderio di salvaguardare l’esperienza e la competenza tramandata da generazioni.

“Il Grana Padano è fatto di latte, sale e caglio, a cui viene aggiunto il lisozima. Ricco di Vitamina A e B2 e fonte importante di vitamina B12 di cui fornisce, con una porzione da 50 g, ben il 75% del fabbisogno quotidiano di un adulto. Una qualità particolarmente interessante per chi segue uno stile alimentare vegetariano.

Dal sapore e aroma delicati e fragranti. Di colore giallo paglierino o il bianco per la pasta e un dorato naturale o scuro per la crosta. Il peso non può mai essere meno di 24 kg e mai sopra i 40 kg. La pasta è dura, finemente granulosa, presenta una frattura radiale a scaglia e un’occhiatura appena visibile.

E’ completamente privo di carboidrati e anche di lattosio,  indicato quindi anche per le persone intolleranti a questo zucchero tipico del latte.”

grana-padano-2

Il grana Padano è un formaggio con caratteristiche tali da essere stato oggetto di uno studio titolato “Curarsi mangiando”, condotto dal Dr. Giuseppe Crippa. E’ stato dimostrato infatti che è un ottimo alleato della salute e un antipertensivo naturale. Nel rispetto del disciplinare DOP il Grana Padano non può essere commercializzato con una stagionatura inferiore a 9 mesi, e quello che normalmente si trova sul mercato ha in media 12 mesi, proprio il momento in cui i peptidi antipertensivi raggiungono il picco. Dopo tale periodo, procedendo con la stagionatura, la concentrazione di queste molecole antipertensive via via diminuisce.  Così si legge nel rapporto del  dr. Crippa uno studio che dimostra come una dieta a base di Grana Padano DOP abbia contribuito a ridurre la pressione arteriosa nei soggetti affetti da ipertensione.

 “È ragionevole pensare che l’effetto antipertensivo ottenuto con il Grana Padano DOP non sia facilmente estendibile ad altri tipi di formaggio perché la specie dei lattobacilli utilizzati, il tipo di caseificazione, la durata e le caratteristiche dell’invecchiamento del Grana Padano sono del tutto particolari e non facilmente riproducibili.”

 

009

L’effetto del Grana Padano (quale prodotto funzionale) dimostrato da questa ricerca è stato raggiunto nonostante il contenuto di sale, grassi e colesterolo, elementi che in passato hanno portato molti a considerare il formaggio come nemico della salute. In realtà in 30 grammi di Grana Padano, la dose giornaliera data ai pazienti ipertesi, c’è molto meno sodio che in una rosetta di pane e enormemente meno che in una pizza”.

Un alimento ricco di proprietà e storia, ricco di sapore e declinazioni che permettono di  elaborare ricette e piatti tipici o di innovazione, dall’antipasto e perché no al dolce.

A questo proposito seguite il Calendario dell’Avvento Natale con Grana Padano, con le ricette delle foodblogger di iFood sul sito del Grana Padano e Buone Feste a tutti con il formaggio più buono che c’è.

 
16 dicembre 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste