FICO Eataly World: ad ottobre l’apertura a Bologna

Il parco agroalimentare più grande del mondo ospiterà artigiani, cibo di strada e chef stellati

condivisioni

Ristoranti e bistrot, chioschi di cibo di strada e trattorie, caffè e locali “stellati”, per far assaggiare tutti gli ingredienti e i piatti della cucina italiana, rappresentando la cultura, la qualità e la biodiversità gastronomica del Bel Paese. Sono oltre 40 i luoghi del Ristoro di FICO Eataly World, il più grande parco agroalimentare del pianeta, che aprirà a Bologna in ottobre. Il Ristoro nella Fabbrica Italiana Contadina utilizzerà gli ingredienti in vendita nel grande Mercato e realizzati dalle 40 Fabbriche che produrranno all’interno del Parco le eccellenze dell’enogastronomia Made in Italy.

Dopo la presentazione delle 40 Fabbriche di FICO tenuta a Expo Milano, e quelle nelle principali rassegne fieristiche internazionali nelle scorse settimane, il Ristoro di FICO Eataly World è stato illustrato giovedì scorso, 23 marzo, a Roma con l’evento “Il FICO è quasi maturo” dal fondatore di Eataly, Oscar Farinetti, insieme a Vincenzo De Luca, direttore generale per la Promozione del Sistema Paese MAECI, Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo del MIBACT, Tiziana Primori e Sebastiano Sardo, rispettivamente amministratore delegato e responsabile Marketing di FICO Eataly World. 

A Bologna, Fabbrica Italiana Contadina racchiuderà su 8 ettari la meraviglia della biodiversità italiana, attraverso 2 ettari di campi e stalle all’aria aperta e 6 ettari coperti con 40 fabbriche, oltre 40 luoghi ristoro, botteghe e mercato, aree dedicate allo sport, ai bimbi e ai servizi, 6 aule didattiche, 6 grandi “giostre” educative, teatro e cinema, libreria, un centro congressi modulabile da 50 a 1.000 persone e le attività della Fondazione FICO, al cui interno sono rappresentate tre Università. Su un percorso chilometrico, FICO offrirà la possibilità di capire l’agricoltura italiana e la trasformazione alimentare, gustare i piatti migliori, seguire meeting e conferenze, scoprendo i segreti dell’agroalimentare italiano anche grazie a 30 eventi e 50 corsi al giorno per adulti e bambini.

I visitatori di tutto il mondo troveranno a FICO 16 ristoranti tra cui gli “stellati”: Enrico Bartolini-Le Soste, dove uno fra più importanti chef del panorama italiano e internazionale ospiterà a rotazione cuochi e ristoranti celebri dell’omonima associazione, ma anche il ristorante La Pasta, con i primi proposti dalla Trattoria di Amerigo; da segnalare, per varietà e ricchezza delle proposte, anche l’Osteria dei Borghi più belli d’Italia, dove conoscere 270 splendide località e apprezzarne i prodotti e i piatti tipici.

27 marzo 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste