Cibo a regola d’arte arriva a Napoli

11 masterclass, 8 laboratori di cucina, 23 stelle Michelin, 4 spettacoli teatrali e musicali, 10 ore di degustazione: questi sono i numeri della prima edizione dell'evento organizzato dal Corriere della Sera che si terrà a Napoli dal 27 al 29 ottobre

condivisioni

Cibo a Regola d’arte arriva a Napoli con una tre giorni intitolata: “L’Orgoglio della tradizione”. La kermesse del Corriere della Sera sul buon cibo, che per 5 edizioni ha portato i più grandi chef a Milano con un grandissimo successo di pubblico, sarà a Napoli il 27, 28 e 29 ottobre in un evento realizzato in collaborazione con l’assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli.

Ma prima diamo i numeri: 11 masterclass, 8 laboratori di cucina, 23 stelle Michelin, 2 spettacoli teatrali, 2 momenti musicali, 1 reading d’autore, 10 ore di degustazione, 30 ospiti. Un programma ricchissimo ideato dall’anima di Cucina Corriere,  direttore artistico della manifestazione: Angela Frenda.

Laboratori di cucina, masterclass, showcooking e spettacoli saranno per la maggior parte ad ingresso libero e il pubblico potrà incontrare chef stellati, ma anche scrittori, artisti e uomini di spettacolo. Potete consultare il programma completo su http://www.corriere.it/reportages/cucina/2017/cibo-a-regola-d-arte/napoli/ .

Qui vi segnaliamo alcuni appuntamenti da non perdere:

  • Il Premio internazionale alla diffusione della cultura alimentare mediterranea alla foodwriter inglese Rachel Roddy. Per l’occasione cucineranno in esclusiva gli chef Ernesto Iaccarino e Wicky Priyan;
  • Alessandro Borghese racconterà la sue due anime, quella settentrionale e quella meridionale di figlio di un imprenditore napoletano che preparava il ragù ogni domenica mattina;
  • Gennaro Esposito, due stelle Michelin, parlerà della tradizione e di come sia necessario trattarla con rispetto;
  • lo chef tre stelle Michelin Heinz Beck preparerà il suo piatto antico e universale, la zuppa di latte, in chiave moderna;
  • Massimo Bottura, tre stelle Michelin, si esibirà in un omaggio del Nord al Sud con il suo risotto che diventa pizza;
  • il pasticcere Iginio Massari arriverà da Brescia per preparare un montebianco con i marroni campani e Andrea Berton, una stella Michelin, si metterà in gioco sul palco con Pasquale Torrente in una specie di derby del pesce: anguilla contro capitone.
  • E non potevano mancare Rosanna Marziale, Caterina Ceraudo e Luca Abruzzino, Livia e Alfonso Iaccarino e Niko Romito.

 

Infine, Angela Frenda intervisterà Gino Sorbillo, ambasciatore della pizza napoletana nel mondo, che presenterà in anteprima “Pizzaman”: il suo primo romanzo autobiografico in libreria dal 16 novembre. Il romanzo, che inaugura la collana cartacea di Dissapore, verte sui racconti di Gino, la sua vita, la sua famiglia, la “sua” Napoli e la rinascita di questa città. 

Occhi puntati allora su Napoli e su Cibo a Regola d’arte che accoglierà chef, autori e musicisti più amati dal panorama mondiale in uno dei contesti più rappresentativi di cibo, di tradizione e di orgoglio. 

 

25 ottobre 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste