Hoppy Wan Kenobi, la birra che omaggia Star Wars!

Non solo in sala con Gli ultimi Jedi, la saga di Lucas è presente anche nel mondo brassicolo grazie al birrificio Argo.

condivisioni

Ci sono diversi elementi che indicano la crescente visibilità di un fenomeno, dal suo emergere sempre meno casualmente nei discorsi di persone che mai se ne erano interessate allo scoprire sempre più spazi ad esso dedicati in diversi contesti. La birra artigianale sta crescendo, in fetta di mercato così come in attenzione, è un dato di fatto che non si può ignorare e ci sentiamo di riscontrare un’ulteriore prova di ciò nel modo in cui attinge, fa suoi e sfrutta le tendenze della cultura popolare, le cui icone iniziano a far capolino tra nomi ed etichette bel mondo brassicolo.

Se qualcuno avrà notato la linea di birre ispirate a Il trono di spade del birrificio newyorkese Ommegang, o il tributo di Mikkeller alla Jackie Brown di Quentin Tarantino, o ancora la linea di Toøl ispirata ai personaggi de Le iene (notevole la Mr Blue), pochi sanno della Sweet Bastard dei nostrani BraVe, che non nasconde il riferimento a Game of Thrones, o della Ciube di Lariano, con il suo evidente richiamo a Star Wars.
E proprio in tema con la saga di George Lucas vogliamo restare, anche per il suo recente ritorno in sala con l’Episodio VIII, Gli ultimi Jedi, nei cinema dallo scorso 13 Dicembre.

Tanto tempo fa, in un birrificio lontano lontano….

Lo sguardo ci è caduto sulla Hoppy Wan Kenobi proprio al termine della visione del discusso ultimo capitolo della saga stellare di Lucas e con un nome così non potevamo fare a meno di provarla. Inutile sottolineare il riferimento ad uno dei personaggi del film originale, quell’Obi Wan Kenobi che abbiamo visto anche in versione più giovane per l’interpretazione di Ewan McGregor e che sarà protagonista di uno spin-off a lui dedicato. Un richiamo evidente sin dall’etichetta che ci mostra una figura incappucciata in linea con il look del personaggio, ma qui il volto dell’uomo armato dell’immancabile spada laser è sostituito da un luppolo.
E la scelta è ovvia, trattandosi di una American IPA, di uno stile che ha proprio nel luppolo una delle componenti principali del proprio aroma.

In realtà, però, non ci sentiamo di considerare la Hoppy Wan Kenobi un’American IPA a tutti gli effetti: anche se piacevolmente in stile per quanto riguarda toni floreali, esotici ed agrumati, per l’amaro e la secchezza del finale, la gradazione alcolica di 7.2 ABV è un po’ sopra la media per questa tipologia di birra e ci fa pensare più ad una Double IPA… ma d’altra parte l’etichetta parla chiamo anche in tal senso e la definizione, scherzosa ed in linea con il riferimento a Star Wars, di Galactic IPA ci consente di accogliere di buon grado questa maggior robustezza.

Non solo luppolo

Ad accompagnare questa componente alcolica leggermente più elevata c’è un corpo medio-alto, che non pregiudica la bevuta, ma piuttosto la invoglia, e rende la Hoppy Wan Kenobi assolutamente bilanciata tra la sua componente maltata, i toni resinosi e l’amaro dei tre luppoli americani, Simcoe, Loral e Mosaic.
Un equilibrio apprezzabile per una birra che non vuole essere estrema, che lascia la sua componente più amara ad un finale soddisfacente e gustoso ma che farà storcere il naso a chi ama le cosiddette bombe di luppolo che vanno per la maggiore in determinati ambienti.
In linea con il sapore della Galactic IPA del Birrificio Argo è anche la componente olfattiva, che trasmette tutto ciò che ci si aspetta da questo stile senza cadere in particolari eccessi per una birra che alla vista si presenta di una tonalità ambrata brillante, con una schiuma media e poco persistente.

L’esempio di Lucas

Se l’ispirazione è quella del mondo di George Lucas, è quasi naturale aspettarsi delle Special Edition, come storicamente fatto dal creatore di Star Wars per i primi film della saga. In occasione di The Last Jedi, infatti, Argo ha deciso “di creare una versione con luppoli CRYO™ per celebrare l’uscita del nuovo film di Star Wars, facendo una cotta singola da 2000 litri”. Una Hoppy Wan Kenobi Cryo™ destinata a bottiglie e in maggioranza fusti, per la quale è stata usata la luppolina in povere, o Cryo Hops™. Si tratta di “un prodotto naturale di ultima generazione” come ci siamo fatti spiegare direttamente da Argo, “che è ottenuto attraverso un processo di frazionamento criogenico dei coni di luppolo, che avviene ad una temperatura molto bassa ed in atmosfera azotata al fine di evitare l’ossidazione degli olii aromatici. È luppolina pura che contiene la maggior parte dei composti resinosi e degli olii aromatici che si trovano sui coni del luppolo.

L’importanza di una birra del genere, con il suo richiamo a Star Wars, è quella di farsi notare e far scoprire il lavoro del Birrificio Argo. Originario di Lemignano di Collecchio, nella provincia di Parma, ed attivo da ottobre 2013, Argo ha scelto il proprio simbolo perché “dopo aver visitato tanti luoghi e tanti birrifici diversi abbiamo pensato di ricordare queste belle esperienze racchiudendole tutte in un dirigibile giallo che sorvola il mondo”, usando il nome della nave degli Argonauti che nella mitologia greca andavano alla ricerca del Vello d’Oro così come loro vanno alla ricerca di nuovi sapori e stili.

A costo di spingersi in una “galassia lontana lontana”.

Photo Credit: Erika Sciamanna

18 gennaio 2018

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste