Il sushi stampato in 3D

Una startup giapponese crea una stampante per produrre sushi in 3D

condivisioni

Sushi stampato in 3D, ultima novità appena lanciata dalla startup digitale Open Meals, probabilmente la maggior parte di voi si sta chiedendo cosa significa concretamente? 

Si è appena svolta in Texas la fiera SXSW  dedicata alla musica e alla tecnologica, seppur non inerente a queste tematiche l’azienda giapponese Open Meals ha lanciato la stampante Pixel Food che stampa sushi in 3D e trasportato anche in 8 bit.

Open Meals ha sviluppato una stampante Pixel Food che attraverso un braccio robotico rilascia  dei blocchi minuscoli (o pixel) commestibili in una struttura che sembra cibo, ogni minuscolo pixel è realizzato con del gel commestibile preparato per riuscire a trasmettere sapore, odore, la consistenza e pare anche sostanze nutritive.

Sushi ma non solo, per esempio anche hamburger, l’utente può selezionare il cibo scelto da una sorta di catalogo alimentare digitale e stamparlo a seconda del gusto, colore, profumo, forma del determinato alimento.

Al momento la stampante non è ancora disponibile in quanto in attesa di essere brevettata ma l’idea è quella di immaginare un futuro dove sia possibile  scaricare ovunque e in qualsiasi momento  il cibo desiderato.

Sento il desiderio di mangiare cibo coreano alle tre del mattino e nella mia città neanche esiste un ristorante coreano? Ci penserà la stampante. Che impatto possa aver una novità simile sulle persone ancora non è possibile immaginarlo, qualcuno però sostiene che per gli astronauti per esempio, potrebbe essere utile e una svolta.

Non ci resta che aspettare la concessione del brevetto per poter assaggiare un sushi pixelato.

23 marzo 2018

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste