Quanta Basta un film fra terapia e fornelli

La storia di un'amicizia nata in cucina

condivisioni

Dal 5 aprile al cinema potremmo assistere alla visione del film Quanto Basta di Francesco Falaschi.

Racconta la storia di uno chef di talento, l’attore Vinicio Marchioni, il quale in seguito a una rissa si trova a dover scontare la pena mettendosi a disposizione dei servizi sociali, il suo compito è quello di tenere un corso di cucina presso un centro di ragazzi autistici.

Nel centro conosce Anna, l’attrice Valeria Solarino, e Guido (Luigi Fedele) un ragazzo affetto dalla sindrome di Asperger con il quale lo chef stringerà un rapporto di amicizia complice la grande passione per la cucina da parte di entrambi.

Il film, ambientato in Toscana, vuole  mettere al centro la cucina, non quella oggi tanto di moda e seguita dei grandi chef ma quella che stimola il gioco di squadra, la semplicità dei piccoli gesti, la convivialità che si viene a creare fra i fornelli e condividendo un pasto.

Lo chef e il ragazzo apparentemente così lontani e diversi trovano un modo tutto loro di comunicare grazie a Guido che si rapporta con lo chef con semplicità, in modo immediato, alla pari, insieme devono partecipare a un talent culinario, esperienza che lo chef eviterebbe volentieri ma che vedrà rafforzare il suo rapporto con Guido.

30 marzo 2018

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste