Tagliatelle di farina di riso con topinambour e salsiccia

Un primo piatto saporito e con note di colore marcate

  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 4 minuti
condivisioni

Queste tagliatelle hanno un colore intenso dovuto alla presenza della farina di riso venere e farle in casa non è affatto difficile. E’ un piatto ottimo per fare una splendida figura quando si hanno ospiti a cena, con un equilibrio che gioca su accenti di colore, di sapidità e di croccante. 
Preferite la luganega alla classica salsiccia, perché più morbida e macinata, permette di ottenere dei pezzetti più omogenei e con parti di grasso meno in risalto, che si abbinano perfettamente con il tannino del topinambour (che ricorda il sapore del carciofo e della patata al contempo) ed il croccante della frutta secca.

tagliatelle, farina riso venere, topinambur, salsiccia, anacardi, nocciole

Ingredienti per 4 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Mescolate le farine ed il sale e formate una fontana sulla spianatoia; fatevi un buco al centro e mettete nel foro le uova.

  2. Sbattetele delicatamente con una forchetta, quindi cominciate ad impastare con le mani, fino ad ottenere un panetto liscio e compatto.

  3. Copritelo con una ciotola a campana e preparate il condimento.

  4. Tagliate a dadini di circa 1 cm il topinambour e con la salsiccia fate delle palline della stessa dimensione.

  5. In una padella antiaderente capiente fate dorare per 5 minuti la salsiccia con l'origano, quindi toglietela e mettete da parte, lasciando il grasso residuo nella pentola.

  6. Accendete di nuovo la fiamma e unite il topinambour, condite con sale (non troppo, ci sono salsiccia ed anacardi) e pepe nero, fatelo rosolare per un paio di minuti quindi versatevi sopra l'acqua e lasciate ammorbidire per 10 minuti a fuoco medio.

  7. Quando il topinambour è morbido, ma consistente, e l'acqua quasi del tutto evaporata, aggiungete la salsiccia e spegnete la fiamma.

  8. Tritate grossolanamente nocciole e anacardi e aggiungetene la metà al condimento nella pentola.

  9. Mettete sul fuoco una pentola d'acqua capiente e, appena giunge a bollore, salatela.

  10. Prendete il panetto di impasto e stendetelo su una spianatoia infarinata con uno spessore di 2 mm (se preferite potete usare l'apposita macchina).

  11. Spolverate molto bene di farina, ripiegate l'impasto su se stesso e tagliate con un coltello affilato delle striscie con spessore di circa 8-10 mm.

  12. Srotolate le tagliatelle, tuffatele nell'acqua salata e fatele cuocere per 3-4 minuti.

  13. Scolate la pasta e mantecatela in padella con il condimento a fuoco medio.

  14. Impiattate, cospargete con la frutta secca residua, una grattugiata di Parmigiano ed un filo di olio d'oliva extravergine.

 

 

tagliatelle, farina riso venere, topinambur, salsiccia, anacardi, nocciole

Se non avete la possibilità di macinare i chicchi di riso venere (sempre che non troviate la farina di riso nero in commercio, ma non credo), sostituitela con la farina di riso classica.
Stesso concetto per la salsiccia: se non trovate la luganega, usate tranquillamente le classiche salsiccie di maiale.

 

9 aprile 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia