Pesce spada al forno

Un secondo piatto profumatissimo e veloce!

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 20 minuti
condivisioni

Non tutti amano cucinare il pesce, ma questa ricetta è veramente semplicissima e alla portata di tutti.

Il pesce spada  cucinato così sarà perfetto anche per i bambini perché avrà una crosticina croccante e saporita con i pistacchi  e il profumo dolce-amaro del pompelmo.

Accompagnatelo con una semplicissima insalata verde e in pochi minuti il pranzo sarà pronto.

Ovviamente assicuratevi di avere una buona qualità del pesce.

 

pesce spada-3

 

 

Ingredienti per 4 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Preparate la panatura facendo un battuto con aglio basilico e pistacchi.

  2. Aggiungete il pangrattato, grattate la scorza del pompelmo, quindi salate e aggiungete l’olio.

  3. Amalgamate bene.

  4. Distribuite la panatura sopra e sotto i filetti di pesce spada.

  5. Adagateli in una pirofila unta con due cucchiai di olio.

  6. Infornate a 200°.

  7. Dopo 5-6 minuti, sfumate con il succo di pompelmo, continuate ala cottura per altri 15 minuti.

 

pesce spada

Abbinamento con il vino a cura di Alice Guerrieri

Il pesce spada con pistacchi e pompelmo è un secondo gustoso e facile da preparare, che richiede però un’attenta analisi delle sensazioni che regala al palato perché possa essere ben abbinato ad un vino. Infatti, come sappiamo, l’abbinamento cibo – vino si basa quasi completamente sull’idea della contrapposizione, ciò significa che ad una sensazione del cibo bisogna opporne una contraria del vino. Pensando a questa ricetta, non possiamo dimenticare che il pompelmo regala al piatto una tendenza acida, la quale non è una vera e propria sensazione di acidità che sarebbe sgradevole e difficilmente abbinabile, ma una forte propensione del cibo verso le sue durezze, piuttosto che verso le morbidezze. In tal caso il vino che andremo ad abbinare si dovrà contrapporre alla durezza del piatto data dalla tendenza acida con una spiccata morbidezza, percepita come un senso di avvolgenza sul palato. Il vino che ho pensato di abbinare al piatto è un blend di Moscato Giallo e Chardonnay, di provenienza Veneta, dal colore giallo paglierino carico, che al naso sprigiona note di frutta gialla matura, fiori e erbe aromatiche che gli conferiscono freschezza. Al gusto è ben equilibrato tra morbidezza e acidità, chiamata freschezza gustativa, senza la quale il vino sarebbe piatto. Perfetto per contrastare la tendenza acida del pompelmo, ma allo stesso tempo abbastanza fresco da supportare la grassezza del boccone. Abbinamento riuscito!

Bianco Infinito – Maeli – Annata 2014 – Vitigni Moscato Giallo e Chardonnay – Titolo Alcolometrico Volumico 12,5% – Prezzo in enoteca 11€

24 dicembre 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia