Smooshi alla milanese

Lo smooshi un piatto di contaminazione nippo-danese come centralità della 9a tappa di #acenacolblogger

  • Difficoltà: difficile
  • Preparazione: 40 Minuti
  • Costo: basso
condivisioni

In occasione della 9a tappa di #acenacolblogger, abbiamo cercato un piatto che fosse il connubio tra le origini della nostra ospite, Lucia Peraldo Matton, milanese doc, e la caratteristica principale del suo blog ovvero il fashion; volevamo stupirla con un risotto giallo ma in una versione un po’ più fusion, Una versione più adatta alla Milano modaiola.

La prima idea era ricaduta al tradizionale sushi in versione gialla, poi ad un rice burger ed infine abbiamo optato per un più sofisticato smooshi , un piatto fusion nippo-danese inventato da alcuni ragazzi qualche anno fa a Milano.

Già allora l’idea ci aveva colpito molto e quindi quale migliore occasione per riproporlo?

non potevamo certo perdere questa occasione, ecco qui la ricetta della nostra versione di smooshi alla milanese.

Ingredienti per 4 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Iniziate con la base per la preparazione di entrambi gli smooshi ovvero il riso saltato allo zafferano

    Iniziate con la base per la preparazione di entrambi gli smooshi ovvero il riso saltato allo zafferano
  2. Per la realizzazione della base di riso vi basterà lessarlo, dopo averlo lavato molto bene come si fa per la preparazione del sushi, almeno 5/6 volte sotto l’acqua corrente, poi procedete con la cottura dello stesso in acqua (fino alla totale copertura del riso) e zafferano (noi per comodità abbiamo utilizzato una cuociriso, che in questi casi aiuta ad ottenere un miglior risultato)

    Per la realizzazione della base di riso vi basterà lessarlo, dopo averlo lavato molto bene come si fa per la preparazione del sushi, almeno 5/6 volte sotto l’acqua corrente, poi procedete con la cottura dello stesso in acqua (fino alla totale copertura del riso) e zafferano (noi per comodità abbiamo utilizzato una cuociriso, che in questi casi aiuta ad ottenere un miglior risultato)
  3. Una volta pronto il riso lo condite con il preparato per sushi e lo lasciate raffreddare, portandolo a temperatura ambiente, se avete un contenitore in legno o bamboo sarebbe meglio altrimenti lasciatelo raffreddare ponendo un canovaccio sopra la ciotola;

    Una volta pronto il riso lo condite con il preparato per sushi e lo lasciate raffreddare, portandolo a temperatura ambiente, se avete un contenitore in legno o bamboo sarebbe meglio altrimenti lasciatelo raffreddare ponendo un canovaccio sopra la ciotola;
  4. Quando il riso sarà pronto procedete a dargli una forma con un coppapasta di circa 10cm e andate a formare delle basi per lo smooshi milanese, che andranno poi lasciate raffreddare completamente in modo che mantengano per bene la forma;

    Quando il riso sarà pronto procedete a dargli una forma con un coppapasta di circa 10cm e andate a formare delle basi per lo smooshi milanese, che andranno poi lasciate raffreddare completamente in modo che mantengano per bene la forma;
  5. Passate ora alla preparazione dei condimenti, le basi le riprenderete solo alla fine prima dell’impiattamento;

  6. Iniziate con il tuorlo d’uovo fritto, questo passaggio è più semplice di quanto sembra, separate per bene i tuorli dagli albumi, dopodichè preparate quattro stampini con il pangrattato abbondante sul fondo e depositate delicatamente i tuorli negli stampi, ricoprite nuovamente tutti i tuorli con il pangrattato e li lasciate raffreddare in frezeer per circa 40 min, in modo da indurirli e congelarli parzialmente;

    Iniziate con il tuorlo d’uovo fritto, questo passaggio è più semplice di quanto sembra, separate per bene i tuorli dagli albumi, dopodichè preparate quattro stampini con il pangrattato abbondante sul fondo e depositate delicatamente i tuorli negli stampi, ricoprite nuovamente tutti i tuorli con il pangrattato e li lasciate raffreddare in frezeer per circa 40 min, in modo da indurirli e congelarli parzialmente;
  7. terminato questo procedimento, togliete dal freezer i tuorli e preparate una pentola in alluminio con olio di semi portato alla temperatura ottimale, di 175°/180° e andate a friggerli;

    terminato questo procedimento, togliete dal freezer i tuorli e preparate una pentola in alluminio con olio di semi portato alla temperatura ottimale, di 175°/180° e andate a friggerli;
  8. Non appena saranno dorati, 2/3 min, raccoglieteli delicatamente, aiutandovi con una schiumarola e passateli su della carta assorbente per tamponarli leggermente

    Non appena saranno dorati, 2/3 min, raccoglieteli delicatamente, aiutandovi con una schiumarola e passateli su della carta assorbente per tamponarli leggermente
  9. Per la preparazione dello smooshi di pesce invece vi basterà condire il salmone con un filo d'oloo e qualche filo di erba cipollina tritata e mischiata insieme ;

  10. terminate tutte le preparazioni dei condimenti, prima di impiattare, saltate leggermente le basi di riso in una padella antiaderente con un filo d’olio o burro per dorarle su entrambi i lati.

    terminate tutte le preparazioni dei condimenti, prima di impiattare, saltate leggermente le basi di riso in una padella antiaderente con un filo d’olio o burro per dorarle su entrambi i lati.
  11. Ora è tutto pronto per impiattare e comporre i vostri smooshi, per il primo prendete una base di riso e appoggiate sopra 3 punte di asparago e un tuorlo d’uvo fritto, che una volta aperto condirà tutto il piatto, aggiungete inoltre qualche scaglia di sale maldon per dare quel quid in più; per il secondo smooshi invece posate la tartare di salmone con un paio di fili di erba cipolinna e un goccio di salsa di soia.

    Ora è tutto pronto per impiattare e comporre i vostri smooshi, per il primo prendete una base di riso e appoggiate sopra 3 punte di asparago e un tuorlo d’uvo fritto, che una volta aperto condirà tutto il piatto, aggiungete inoltre qualche scaglia di sale maldon per dare quel quid in più;
per il secondo smooshi invece posate la tartare di salmone con un paio di fili di erba cipolinna e un goccio di salsa di soia.
  12. Il risultato è garantito e la cosa bella è che potete sbizzarrirvi creando tantissimi accostamenti originali a seconda dei vostri gusti.

Strumenti di cottura suggeriti
  1. Cuoci riso per la cottura del riso, una padella in alluminio per friggere, una pentola alta in acciaio per la cottura degli asparagi e una padella a fondo piatto in alluminio antiaderente per saltare il riso, quando si parla di pentole noi scegliamo sempre Le pentole Baldassarre Agnelli

    Cuoci riso per la cottura del riso, una padella in alluminio per friggere, una pentola alta in acciaio per la cottura degli asparagi e una padella a fondo piatto in alluminio antiaderente per saltare il riso, quando si parla di pentole noi scegliamo sempre Le pentole Baldassarre Agnelli

Per completare la cena abbiamo servito due antipasti semplici ma di grande effetto: fiori di zucca ripieni di patate zucchinette e curcuma e cozze allo zafferano  su crostone di pane; per concludere abbiamo proposto  una ” pizza anguria” , rivisitazione della più classica fetta di anguria e dei mignon di gelato ” Domenico Penna ” che accompagnano sempre le nostre cene estive.

Vi lasciamo con alcune immagini della serata e un arrivederci al prossimo appuntamento

Bon Appetit

#acenacolblogger

image image image

image
Pizza anguria

Domenico Penna

1 agosto 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia