Lefse norvegese con carote e straccetti di Manzo gallese

dal profumo caldo e aromatico, cotti con spezie, birra e sciroppo d'acero

  • Difficoltà: difficile
  • Preparazione: 1 hours
  • Cottura: 30 minutes
  • Costo: medio
condivisioni

Quello che vi vado a presentare oggi, con immenso piacere, è il panino che ho personalmente elaborato per il progetto #atuttogalles, un virtuale giro del mondo in dieci panini, in collaborazione con HCC – Meat Promotion Wales (ente che promuove le carni gallesi nel mondo) ed Ifood.
E’ stato un onore per me partecipare, poter assaggiare e cucinare questa carne assolutamente speciale, il Welsh Beef IGP o manzo gallese: il pezzo utilizzato è il “sirloin“, o roastbeef come comunemente viene chiamato, un taglio versatile ma tenerissimo e ricco di gusto, che io ho abbinato ad un pane che inizialmente mi era completamente sconosciuto, il Lefse norvegese, una sorta di piadina morbida/crepe leggermente dolce, cotta su una piastra e realizzata con un impasto a base di patate, farina, panna e burro.
Proprio per contrastare la dolcezza di questo pane, e pensando ad un panino dai gusti nordici, ho voluto dare carattere alla cottura della carne, realizzando degli straccetti cotti con birra, sciroppo d’acero e spezie, aromatici e dal gusto deciso; complemento importante sono state delle dolci carote glassate in padella, che hanno creato un contrasto molto apprezzato.

 

lefse-welsh-beef-3

Guardate che pezzo di carne meraviglioso; i bovini gallesi vengono allevati tutto l’anno su pascoli naturali, in montagne e vallate che insieme ad un clima particolarmente favorevole formano un ambiante speciale ed unico.

Nutriti in modo naturale, senza forzature, questi animali producono una carne dalla qualità superiore, con pochissimo grasso (che invece si trova nelle carni provenienti da allevamenti intensivi).
Io l’ho trovata tenerissima, morbida e saporita; ho scelto per il mio panino una cottura piuttosto lenta e brasata, ma credo sia perfetta anche da cucinare appena scottata, o da assaporare anche cruda in tartare, o ancora leggermente saltata al wok, come tagliata o al forno: insomma, largo alla fantasia!

lefse-welsh-beef-1

Ingredienti per 6 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Iniziate con la preparazione del Lefse, o pane norvegese. Pelate le patate, lavatele e fatele a tocchetti regolari; lessatele in abbondante acqua, poi scolatele e lasciatele intiepidire.

    Iniziate con la preparazione del Lefse, o pane norvegese.
Pelate le patate, lavatele e fatele a tocchetti regolari; lessatele in abbondante acqua, poi scolatele e lasciatele intiepidire.
  2. Passate le patate allo schiacciapatate, poi unite il burro a pezzettini, due cucchiaini scarsi di sale fino ed amalgamate bene; lasciate raffreddare.

    Passate le patate allo schiacciapatate, poi unite il burro a pezzettini, due cucchiaini scarsi di sale fino ed amalgamate bene; lasciate raffreddare.
  3. Unite lo zucchero sempre amalgamando, poi la panna ed in ultimo 120 g di farina 00 ben setacciata, impastando con le mani fino a formare una palla di morbido impasto.

    Unite lo zucchero sempre amalgamando, poi la panna ed in ultimo 120 g di farina 00 ben setacciata, impastando con le mani fino a formare una palla di morbido impasto.
  4. Lasciate riposare qualche minuto l'impasto, poi create delle palline grandi come un piccolo mandarino fino ad esaurimento dell'impasto stesso, tenendole da parte.

    Lasciate riposare qualche minuto l'impasto, poi create delle palline grandi come un piccolo mandarino fino ad esaurimento dell'impasto stesso, tenendole da parte.
  5. In Norvegia per stendere questo pane, è in vendita un kit particolare, ma voi infarinate molto bene un piano da lavoro ben liscio, e, con l'aiuto di un mattarello sempre infarinato stendete una pallina di pasta fino a formare un cerchio molto sottile. Nel frattempo mettete a scaldare una piastra antiaderente o in ghisa per piadine o crepes, (va bene anche una larga padella) senza ungerla. Passate sotto all'impasto steso una spatola in modo da staccarlo alla perfezione e, sempre infarinando ben bene, avvolgetelo sulla spatola ed adagiatelo sulla piastra di cottura, srotolandolo pian piano.

    In Norvegia per stendere questo pane, è in vendita un kit particolare, ma voi infarinate molto bene un piano da lavoro ben liscio, e, con l'aiuto di un mattarello sempre infarinato stendete una pallina di pasta fino a formare un cerchio molto sottile.
Nel frattempo mettete a scaldare una piastra antiaderente o in ghisa per piadine o crepes, (va bene anche una larga padella) senza ungerla.
Passate sotto all'impasto steso una spatola in modo da staccarlo alla perfezione e, sempre infarinando ben bene, avvolgetelo sulla spatola ed adagiatelo sulla piastra di cottura, srotolandolo pian piano.
  6. Cuocete il Lefse prima ben bene da una parte, poi dall'altra; si devono formare piccole bolle e dorare leggermente. Una volta pronto toglietelo dalla piastra e procedete con un'altra pallina di impasto con le stesse modalità sino alla fine. I vostri lefse a questo punto sono pronti per essere farciti.

    Cuocete il Lefse prima ben bene da una parte, poi dall'altra; si devono formare piccole bolle e dorare leggermente.
Una volta pronto toglietelo dalla piastra e procedete con un'altra pallina di impasto con le stesse modalità sino alla fine.
I vostri lefse a questo punto sono pronti per essere farciti.
  7. A questo punto preparate la carne; prendete il pezzo di roastbeef ed affettatelo abbastanza finemente, riducendolo poi in straccetti piuttosto regolari. Infarinateli leggermente con la farina di riso. Mettete a scaldare in una padella adatta alle lunghe cotture (in ghisa sarebbe perfetta) una noce di burro e due cucchiai di olio extravergine d'oliva, poi aggiungeteci gli straccetti di carne e fateli saltare per qualche minuto a fiamma vivace.

    A questo punto preparate la carne; prendete il pezzo di roastbeef ed affettatelo abbastanza finemente, riducendolo poi in straccetti piuttosto regolari.
Infarinateli leggermente con la farina di riso.
Mettete a scaldare in una padella adatta alle lunghe cotture (in ghisa sarebbe perfetta) una noce di burro e due cucchiai di olio extravergine d'oliva, poi aggiungeteci gli straccetti di carne e fateli saltare per qualche minuto a fiamma vivace.
  8. Unite due cucchiai di sciroppo d'acero, e continuate la cottura a fiamma vivace per qualche minuto. Unite le spezie, salate a piacere, mescolate, irrorate con la birra e portate a bollore, lasciando evaporare l'alcool per alcuni minuti a fiamma viva. A questo punto abbassate e cuocete per altri venti minuti circa a fiamma bassa, sempre mescolando e facendo restringere il sughetto formatosi.

    Unite due cucchiai di sciroppo d'acero, e continuate la cottura a fiamma vivace per qualche minuto. 
Unite le spezie, salate a piacere, mescolate, irrorate con la birra e portate a bollore, lasciando evaporare l'alcool per alcuni minuti a fiamma viva.
A questo punto abbassate e cuocete per altri venti minuti circa a fiamma bassa, sempre mescolando e facendo restringere il sughetto formatosi.
  9. Mentre la carne cuoce, preparate le carote; lavatele, pelatele e fatele a bastoncini di circa 6-7 cm circa. In una padella mettete un cucchiaio d'olio, scaldatelo ed uniteci le carote, spolverizzando con sale, timo e un cucchiaio di sciroppo d'acero. Fate saltare, cuocendo a fiamma vivace per una decina di minuti: le carote si devono cuocere e glassare leggermente, rimanendo comunque croccanti. Una volta pronte, ecco che potete comporre il panino in questo modo: allargate un lefse sul piatto, stendete nel mezzo un po' di straccetti di carne, alcuni bastoncini di carota ed un pizzico di prezzemolo fresco tritato grossolanamente. Arrotolate il pane, e servite immediatamente in tavola ben caldo!

    Mentre la carne cuoce, preparate le carote; lavatele, pelatele e fatele a bastoncini di circa 6-7 cm circa.
In una padella mettete un cucchiaio d'olio, scaldatelo ed uniteci le carote, spolverizzando con sale, timo e un cucchiaio di sciroppo d'acero.
Fate saltare, cuocendo a fiamma vivace per una decina di minuti: le carote si devono cuocere e glassare leggermente, rimanendo comunque croccanti.
Una volta pronte, ecco che potete comporre il panino in questo modo: allargate un lefse sul piatto, stendete nel mezzo un po' di straccetti di carne, alcuni bastoncini di carota ed un pizzico di prezzemolo fresco tritato grossolanamente.
Arrotolate il pane, e servite immediatamente in tavola ben caldo!
Note

Con queste dosi indicate, io ho ottenuto 6 pani Lefse ben farciti; i miei erano piuttosto grandi, del diametro di circa una ventina di cm, ma nulla vi vieterà di realizzarli anche più piccoli.
Potete preparare i Lefse vuoti anche in anticipo, persino il giorno prima e conservarli dentro ad un contenitore ermetico in un luogo fresco ma non umido, per poi farcirli con la carne al momento opportuno.
La mia farcitura era particolarmente di carattere, ma anche straccetti di carne cotti alla piastra e verdure fresche sono perfetti: largo alla fantasia.

 

 

 

lefse-welsh-beef-4

Questo panino è bello anche da presentare in tavola, porta allegria e si mangia prima con gli occhi: sono sicura che se lo realizzerete per i vostri amici, ne resteranno piacevolmente stupiti!

lefse-welsh-beef-5

Buon panino a tutti quindi, e.. alla prossima ricetta!

29 novembre 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia