Frittata di carciofi

Una frittata vegetariana golosa a base di carciofi ideale come secondo piatto, per un picnic o un buffet.

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 50 minuti
  • Costo: basso
condivisioni

La frittata di carciofi è un secondo piatto vegetariano a base di carciofi saltati in padella, uova e formaggi. Un’alternativa golosa per gustare questa verdura di stagione con altri pochi semplici ingredienti, per un piatto ricco e sostanzioso.
La frittata di carciofi è buonissima sia calda che a temperatura ambiente, potete quindi prepararla anche in anticipo per il pranzo in ufficio, per le gite fuori porta o per un buffet…non vi resta che provarla!

Ingredienti per 4 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Pulite i carciofi eliminando la parte più dura del gambo, la cima e le foglie esterne, tagliateli a metà, rimuovete anche la barbetta e poi tagliate ogni metà in 4 parti. Man mano che pulite i carciofi metteteli a bagno in acqua e limone per non farli ossidare.

  2. In una padella fate dorare l'aglio in un cucchiaio di olio, aggiungetevi i carciofi ben scolati dall'acqua, aggiungete anche il sale e il prezzemolo tritato, coprite e lasciate cuocere a fiamma moderata finchè non saranno morbidi, aggiungendo un po' d'acqua se necessario. Ci vorranno 20-25 minuti circa.

    In una padella fate dorare l'aglio in un cucchiaio di olio, aggiungetevi i carciofi ben scolati dall'acqua, aggiungete anche il sale e il prezzemolo tritato, coprite e lasciate cuocere a fiamma moderata finchè non saranno morbidi, aggiungendo un po' d'acqua se necessario. Ci vorranno 20-25 minuti circa.
  3. Una volta pronti i carciofi, riduceteli a pezzetti con le forbici.

  4. In una terrina sbattete le uova con i formaggi grattugiati, il sale e il pepe. Aggiungete al mix di uova i carciofi e amalgamate bene il tutto.

    In una terrina sbattete le uova con i formaggi grattugiati, il sale e il pepe. 
Aggiungete al mix di uova i carciofi e amalgamate bene il tutto.
  5. In una padella antiaderente scaldate un cucchiaio di olio spennellandolo su tutta la superficie. Versatevi il composto di uova e carciofi e coprite con un coperchio.

  6. Fate cuocere la frittata a fiamma bassa su un fuoco della dimensione giusta per la padella per evitare che la frittata si scurisca troppo, ma facendo in modo che il calore si diffonda uniformemente .

  7. Quando la parte inferiore sarà dorata e la parte superiore sarà gonfia e non più liquida, girate la frittata sul coperchio o su un piatto utilizzando una presina per non scottarvi e fatela scivolare con attenzione di nuovo in padella.

  8. Terminate la cottura dell'altro lato finchè non sarà anche questo ben dorato; per il secondo lato ci vogliono meno minuti e potete anche alzare un po' la fiamma.

  9. Scoprite e ribaltate la frittata in un piatto da portata.

Note

Potete preparare la frittata di carciofi in anticipo perchè è ottima sia calda che a temperatura ambiente. 

frittata di carciofi vert

Per questa ricetta è indispensabile una padella perfettamente antiaderente che vi permetterà di cucinare la frittata con pochissimo olio, in modo sano e naturale, come la Padella con manico in acciaio della linea Fusion Steel di Risolì.

frittata di carciofi orizz

Per scoprire l’azienda Risolì e i suoi prodotti 100% Made in Italy attraverso le ricette delle iFoodies, seguite l’hashtag #scelgoRisolì!

Abbinamento con il vino a cura di Alice Guerrieri

Il carciofo è noto per non essere facilmente abbinabile al vino a causa di quella sensazione amara che si percepisce mangiandolo, specialmente crudo. Nella frittata, però, grazie all’uovo che conferisce tendenza dolce, identificata come una sensazione di sfumata dolcezza che si avverte pur non essendoci zucchero aggiunto nel piatto, l’amaro del carciofo viene stemperato e la ricetta può finalmente essere accostata ad un buon vino. L’abbinamento che vi propongo è con un Sauvignon blanc del Friuli, dal color giallo paglierino che nel bicchiere risplende e diventa dorato. Molto profumato, tanto da poterlo definire intenso, per via del forte impatto che si ha al naso annusandolo nel bicchiere. Le note che sprigiona sono per lo più erbacee, tipiche del Sauvignon, e vedrete come, una volta identificate difficilmente le dimenticherete. Il suo profumo accompagna quello delicato della frittata, donandogli eleganza. Ciò che colpisce assaggiandolo è come questo vino grazie all’acidità, chiamata freschezza gustativa, in un primo momento ripulisca la bocca e faccia salivare, e successivamente, grazie all’aiuto della morbidezza, percepita come un senso di avvolgenza sul palato, riesca ad esaltare la tendenza dolce del carciofo, quasi come se la sua innata tendenza amarognola non esistesse. Abbiamo definitivamente abbinato con successo il carciofo ad un vino, provare per credere!

Friuli Grave –  Antonutti – Annata 2015 – Vitigno 100% Sauvignon – Titolo Alcolometrico Volumico 12% – Prezzo in enoteca 6,90€

Salva

23 gennaio 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia