Frittelle alla ricotta

Frittelle leggere a base di ricotta o formaggio quark, senza uova né burro, soffici come nuvole

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 5 minuti
  • Costo: basso
condivisioni

Le frittelle leggere alla ricotta sono frittelle furbissime, facili, veloci e con pochissimi ingredienti, perfette per soddisfare le improvvise voglie di dolci di grandi e piccini. Le frittelle alla ricotta sono l’alternativa “light” delle classiche castagnole di Carnevale ma nonostante l’assenza di uova e burro sono buonissime, soffici come nuvole e delicate. Le frittelle leggere alla ricotta sono ottime con una semplice spolverata di zucchero a velo o semolato, ma possono essere anche farcite all’occorrenza con creme e marmellate.

027_01

Ingredienti per 4 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. In una ciotola setacciate la farina insieme al lievito e alla vanillina. In un'altra abbastanza capiente mescolate la ricotta (o il formaggio quark se preferite) con lo zucchero e la scorza di limone. Aggiungete le polveri alla crema di ricotta e zucchero e mescolate finchè non si saranno completamente assorbite.

    In una ciotola setacciate la farina insieme al lievito e alla vanillina. In un'altra abbastanza capiente mescolate la ricotta (o il formaggio quark se preferite) con lo zucchero e la scorza di limone. Aggiungete le polveri alla crema di ricotta e zucchero e mescolate finchè non si saranno completamente assorbite.
  2. Rovesciate l'impasto sul piano di lavoro e formate un panetto compatto. Poi, come per la preparazione degli gnocchi, ricavate dei cordoncini. Tagliateli in grossi tocchetti e poi formate delle palline della grandezza di noci non troppo grandi. Ponete in un pentolino dai bordi alti abbondante olio di semi di arachide e mettete sul fuoco, a fiamma media.

    Rovesciate l'impasto sul piano di lavoro e formate un panetto compatto. Poi, come per la preparazione degli gnocchi, ricavate dei cordoncini. Tagliateli in grossi tocchetti e poi formate delle palline della grandezza di noci non troppo grandi. Ponete in un pentolino dai bordi alti abbondante olio di semi di arachide e mettete sul fuoco, a fiamma media.
  3. Per verificare che l'olio sia caldo al punto giusto, immergete uno stecchino di legno nell'olio: appena si formeranno tantissime bollicine intorno, significa che la temperatura è quella giusta. Friggete poche frittelle per volta per evitare che la temperatura dell'olio si abbassi troppo. quando le frittelle assumeranno un bel colore dorato e caldo, scolatele con una schiumarola o un colino, e sistematele su carta assorbente.

    Per verificare che l'olio sia caldo al punto giusto, immergete uno stecchino di legno nell'olio: appena si formeranno tantissime bollicine intorno, significa che la temperatura è quella giusta. Friggete poche frittelle per volta per evitare che la temperatura dell'olio si abbassi troppo. quando le frittelle assumeranno un bel colore dorato e caldo, scolatele con una schiumarola o un colino, e sistematele su carta assorbente.
  4. Rotolate le frittelle in abbondante zucchero semolato. Servitele ben calde e... attenzione perchè una tira l'altra!

    Rotolate le frittelle in abbondante zucchero semolato. Servitele ben calde e... attenzione perchè una tira l'altra!
Note
  1. La dose della farina è abbastanza indicativa, dipende dall'umidità della ricotta o del quark che utilizzate. Se l'impasto risultasse appiccicoso aggiungetene un altro poco. Ne basteranno pochissimi grammi.
  2. Al posto della scorza del limone potete utilizzare quella di arancia.
  3. Farcite a piacere le vostre frittelle con crema pasticcera, di nocciole o confettura.

frittelle vert 1frittelle vert2

Salva

Salva

Salva

Salva

31 gennaio 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia