Uova in cocotte

Una cocotte con un fondo di risotto bianco, del croccante prosciutto cotto e sopra tutto l'uovo col tuorlo morbido, un goloso comfort food che si prepara solo in mezz'ora!

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 20 min
  • Costo: basso
condivisioni

Credo questa sia una delle prima ricette che ho fatto da ragazzina, copiata da non mi ricordo quale trasmissione televisiva. Era il mio cavallo di battaglia, quando volevo fare una sorpresa a mia madre la cucinavo per cena, era il comfort food perfetto nelle serate invernali. Il riso morbido, il prosciutto che sotto il grill diventava croccante ai bordi e l’ovetto, che se cotto per il tempo giusto presentava l’albume perfettamente rappreso e il tuorlo ancora morbido. E la bravura stava tutta qui, nell’azzeccare la cottura dell’uovo. Col tempo (e con i mille sbagli) avevo imparato a tenere il riso piuttosto duro, e non farlo diventare un unico pappone finché preparavo le cocottine, e non carbonizzare il prosciutto, ma soprattutto ad indovinare l’uovo. Perché diciamocelo, non c’è niente di più gratificante in cucina che rompere il tuorlo e vedere la colata che scende…  uova in cocotte 4

Qualche piccolo accorgimento: se preparate il riso in anticipo, lasciatelo ancora più al dente, e mantecatelo con un’altra generosa dose di burro, per tenere i chicchi staccati tra loro quanto più possibile.  Per le dosi di riso, dipendono ovviamente dalla grandezza delle vostre cocotte. Le mie hanno un diametro di 10 cm e per 4 persone ho usato 200 g di riso. Riempite due cocotte a circa 2/3, quella è la dose che vi serve: il riso, una volta cotto raddoppia di volume. E’ un piatto che va mangiato appena sfornato, sennò l’uovo continua a cuocere e il tuorlo si rassoda. E voi non volete questo, vero? 

Ingredienti per 4 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Mondate e tagliate lo scalogno, mettetelo in una pentola antiaderente con la noce di burro e fatelo rosolare dolcemente. Versate il riso, tostatelo, poi coprite di brodo e fate cuocere, mescolando di tanto in tanto, per circa 13-14 minuti. Deve risultare molto più al dente di un normale risotto e più asciutto.

    Mondate e tagliate lo scalogno, mettetelo in una pentola antiaderente con la noce di burro e fatelo rosolare dolcemente. Versate il riso, tostatelo, poi coprite di brodo e fate cuocere, mescolando di tanto in tanto, per circa 13-14 minuti. Deve risultare molto più al dente di un normale risotto e più asciutto.
  2. Imburrate bene 4 cocottine, e versate dentro il risotto, schiacciando al centro con un cucchiaio per fare una conchetta.

    Imburrate bene 4 cocottine, e versate  dentro il risotto, schiacciando al centro con un cucchiaio per fare una conchetta.
  3. Coprite di prosciutto cotto, rompete al centro un uovo, spolverate di parmigiano reggiano, grattuggiate un po' di noce moscata e infornate col grill al massimo per qualche minuto, nella parte più alta del forno. Saranno pronte quando l'albume è diventato bianco. Servite subito.

    Coprite di prosciutto cotto, rompete al centro un uovo, spolverate di parmigiano reggiano, grattuggiate un po' di noce moscata e infornate col grill al massimo per qualche minuto, nella parte più alta del forno. Saranno pronte quando l'albume è diventato bianco. Servite subito.

uova in cocotte1
uova in cocotte3
uova in cocotte2
uova in cocotte vert

________________________________________________________________________________________________________________

Abbinamento con il vino a cura di Alice Guerrieri

Le uova in cocotte sono veloci da preparare e permettono di fare bella figura con il minimo sforzo. Benché all’apparenza risulti semplice, in realtà è un piatto che regala svariate sensazioni, all’assaggio infatti combina grassezza, percepita con un senso di pastosità in bocca, e tendenza dolce, ma anche sapidità, leggera untuosità e speziatura data dalla presenza di noce moscata. L’insieme di queste sensazioni risulta molto delicato e l’abbinamento richiede un vino leggero giovane e fresco che ne esalti le caratteristiche organolettiche e non prenda il sopravvento sul piatto. Un abbinamento secondo me interessante è con il Pigato, vino ligure di colore giallo paglierino con riflessi verdolini, dai profumi floreali e minerali, dotato di buona freschezza che aiuta a sgrassare il palato e a rinvigorirlo dalla tendenza dolce del riso, ben equilibrato con la morbidezza che si contrappone alla sapidità del piatto stemperandola e infine abbastanza persistente sul finale da accompagnarne la leggera speziatura della noce moscata. Da provare!

Pigato Riviera Ligure di Ponente DOC –  Azienda agricola Innocenzo – Annata 2015 – Vitigno 100% Pigato – Titolo Alcolometrico Volumico 12,5% – Prezzo in enoteca 10€

Salva

Salva

10 marzo 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia