Maritozzi alla panna

Soffici panini dolci tipici romani, farciti con tanta panna montata e una spolverata di zucchero a velo

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 20 minuti
  • Costo: basso
condivisioni

I Maritozzi alla panna sono dei dolcetti tipici di Roma. Si tratta di panini dolci e sofficissimi che vengono poi farciti con tanta panna montata e spolverizzati con lo zucchero a velo. 

maritozzi alla panna - orizz 2

In questo caso ho seguito la ricetta di Luca Montersino, ottenendo così una decina di maritozzi di piccole dimensioni, così da avere dei paninetti dolci estremamente golosi e piacevoli da mangiare! L’impasto lievitato è molto semplice da preparare, anche per persone poco esperte di lievitati, e risulta molto aromatico grazie alla presenza dei semi della bacca di vaniglia, della scorza di limone, del miele d’acacia e del burro, che tra l’altro ingentilisce e rende sofficissimo ogni piccolo maritozzo. L’unica cosa importante da ricordare, soprattutto per chi è alle prime armi con i lievitati, è che bisogna avere pazienza: una volta aggiunto il burro vi sembrerà che l’impasto perda di consistenza e si appiccichi alle pareti della planetaria, ma continuando a lavorarlo, riacquisterà di consistenza e si incorderà perfettamente; anche i tempi di lievitazione sono fondamentali, rispettateli e vedrete che vi usciranno dei maritozzi sofficissimi!

maritozzi alla panna - orizz
maritozzi alla panna - vert 1

Ingredienti per 5 Persone

Per i maritozzi

Per spennellare

Per farcire

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Nella ciotola della planetaria versate la farina, il lievito di birra fresco sbriciolato, il latte leggermente intiepidito e impastate brevemente con il gancio.

  2. Unite le uova, lo zucchero semolato, il miele, la buccia di limone, i semi della bacca di vaniglia e continuate ad impastare con il gancio per circa 10 minuti a velocità bassa.

    Unite le uova, lo zucchero semolato, il miele, la buccia di limone, i semi della bacca di vaniglia e continuate ad impastare con il gancio per circa 10 minuti a velocità bassa.
  3. Infine aggiungete il burro ammorbidito, poco alla volta, il sale e continuate ad impastare per almeno 5 minuti - l'impasto dovrà essere bello omogeneo, consistente ed incordato. 6Lasciar lievitare fino al raddoppio, quindi rompere la lievitazione impastando con le mani e riporre l'impasto a riposare in frigorifero per circa 3 ore.

  4. Coprite con un panno di cotone e fate lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio delle dimensioni - ci vorranno circa 4/5 ore.

    Coprite con un panno di cotone e fate lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio delle dimensioni - ci vorranno circa 4/5 ore.
  5. Trascorso il tempo, rovesciate l'impasto sul piano leggermente infarinato e dividetelo in porzioni da circa 55 g ciascuna.

    Trascorso il tempo, rovesciate l'impasto sul piano leggermente infarinato e dividetelo in porzioni da circa 55 g ciascuna.
  6. Lavorate brevemente ogni porzione per ottenere delle palline, poi posizionatele ben distanziate su una placca con carta da forno.

  7. Ponete la placca nel forno con la lucina accesa (circa 30°) in modo che lievitino di nuovo fino a raddoppiare di dimensione - ci vorrà circa un'ora. Poi modellate le palline in modo che diventino più ovali.

  8. Trascorso il tempo spennellate i piccoli maritozzi con il mix di uovo e panna, poi infornatele a 180°C per circa 20 minuti, finchè non saranno belli dorati.

    Trascorso il tempo spennellate i piccoli maritozzi con il mix di uovo e panna, poi infornatele a 180°C per circa 20 minuti, finchè non saranno belli dorati.
  9. Poi sfornateli e fateli raffreddare su una griglia. Nel frattempo montate la panna con lo zucchero a velo

  10. Praticate un taglio nel mezzo di ogni maritozzo, poi farciteli con la panna montata zuccherata e spolverateli con lo zucchero a velo.

    Praticate un taglio nel mezzo di ogni maritozzo, poi farciteli con la panna montata zuccherata e spolverateli con lo zucchero a velo.

Affrettatevi a prenderne un paio appena farciti, perché andranno a ruba in un attimo!!

maritozzi alla panna - vert 2

Il miglior modo per valorizzare un dolce è abbinarlo ad un vino dolce di pari struttura per evitare che l’uno prenda il sopravvento sull’altro rendendo disarmonico l’abbinamento. Pensando ad un vino da degustare insieme a questa ricetta dalla struttura piuttosto semplice ho pensato ad un Moscato d’Asti, che nella versione che vi propongo rappresenta una vera e propria eccellenza nel suo genere. È un vino di classe, dotato di fini bollicine vivaci che risalendo il bicchiere rallegrano gli occhi e regalano gioia al palato. Al naso è delicato e non rischia di sovrastare con i suoi profumi il profilo sensoriale del dolce. Sprigiona sentori di miele che ne preannunciano la dolcezza percepita al gusto, alternati a profumi di salvia e rosmarino, che invece ne anticipano la freschezza. Il sorso non è mai stucchevole, grazie all’equilibrio dato dall’acidità che compensa la dolcezza, risulta quindi perfetto per stemperare la panna e detergere le papille gustative con le fini bollicine di anidride carbonica. Notevole la corrispondenza gusto olfattiva tra ciò che sentiamo al naso e le sensazioni che abbiamo una volta degustato. Da provare anche a merenda per via del basso titolo alcolometrico volumico.

Moscato d’Asti DOCG Lumine –  Ca’ d’Gal – Annata 2016 – Vitigni Moscato Bianco 100% – Titolo Alcolometrico Volumico 5% – Prezzo in enoteca 11,90€

Salva

9 aprile 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia