Ravioli con carciofi e scampi

Primo piatto di pasta, senza glutine, ripiena di carciofi e scampi

  • Difficoltà: difficile
  • Preparazione: 60 minuti
  • Cottura: 4 minuti
  • Costo: medio
condivisioni

I ravioli ripieni con carciofi e scampi sono un primo piatto completo che possono gustare anche le persone celiache.

Sono preparati utilizzando la farina di ceci ottenuta dalla macinazione del legume essiccato.

I ceci sono un alimento che  non contiene glutine ed è ricchissimo di proprietà benefiche per il nostro organismo. E’ infatti una fonte naturale di calcio, fosforo, ferro, sali minerali.

Il ripieno dei ravioli è costituito da carciofi e scampi. Due ingredienti che insieme alla farina di ceci creano un primo piatto molto gustoso e completo.

ravioli_ceci_carciofi4

Ingredienti per 4 Persone

Ingredienti per i ravioli:

Ingredienti per il ripieno:

Ingredienti per il condimento:

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

Preparate la pasta:
  1. Mettete la farina di ceci a fontana un una bacinella. Rompete al centro della fontana le uova. Aggiungete il sale e l’olio evo. Iniziate ad amalgamare gli ingredienti utilizzando una forchetta e poi impastate con le mani. Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un composto compatto ed elastico. Formate una palla ed avvolgetela nella pellicola trasparente. Fate riposare in frigo per circa 1 ora.

    Mettete la farina di ceci a fontana un una bacinella. Rompete al centro della fontana le uova. Aggiungete il sale e l’olio evo. Iniziate ad amalgamare gli ingredienti utilizzando una forchetta e poi impastate con le mani.
Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un composto compatto ed elastico. Formate una palla ed avvolgetela nella pellicola trasparente. Fate riposare in frigo per circa 1 ora.
Preparate il ripieno:
  1. Pulite i carciofi: eliminate le punte tagliandole con un coltello. Eliminate le foglie esterne, più dure, e scavate il centro per eliminare il fieno centrale. Trasferite i carciofi in una bacinella contenente acqua fredda e del succo di limone.

  2. Fate cuocere i carciofi a vapore per circa 10/15 minuti. Riduceteli poi in purea utilizzando un frullino ad immersione. Aggiungete del sale, del pepe e l’olio evo.

  3. Lavate ed asciugate gli scampi. Eliminate le teste ed il carapace esterno. Tritateli grossolanamente ed aggiungeteli alla purea di carciofi. Aggiungete il timo e mescolate per amalgamare gli ingredienti.

    Lavate ed asciugate gli scampi. Eliminate le teste ed il carapace esterno. Tritateli grossolanamente ed aggiungeteli alla purea di carciofi. Aggiungete il timo e mescolate per amalgamare gli ingredienti.
Preparate i ravioli:
  1. Stendete la pasta fino ad ottenere una sfoglia spessa 3/4 millimetri.

  2. Disponete sulla sfoglia dei cucchiaini di ripieno lasciando abbastanza spazio tra un mucchietto e l’altro. Ricoprite con un’altra striscia di pasta facendo aderire la parte di pasta attorno al ripieno. Richiudete i ravioli.

    Disponete sulla sfoglia dei cucchiaini di ripieno lasciando abbastanza spazio tra un mucchietto e l’altro. Ricoprite con un’altra striscia di pasta facendo aderire la parte di pasta attorno al ripieno. Richiudete i ravioli.
  3. Fate cuocere i ravioli in abbondante acqua salata. Ci vorranno circa 3/4 minuti.

  4. Nel frattempo, fate fondere il burro in una padella, aggiungete la salvia. Scolate i ravioli ed aggiungeteli al burro.

  5. Mescolate delicatamente ed aggiungete il Parmigiano Reggiano. Servite i ravioli con una spolverata di pepe nero.

ravioli_ceci_carciofi1
ravioli_ceci_carciofi3

Abbinamento con il vino a cura di Alice Guerrieri

Una delle caratteristiche che ho apprezzato di più di questa ricetta è il giusto equilibrio tra le morbidezze e le durezze. Se da una parte infatti gli scampi conferiscono tendenza dolce al piatto, dall’altra la sapidità del parmigiano, la tendenza amarognola del carciofo e la speziatura del pepe ne esaltano la vivacità, non annoiando mai il palato, che anzi ne è deliziato. Il vino di cui abbiamo bisogno deve essere dotato di una buona morbidezza, che possa accarezzare le mucose e stemperare la durezza del carciofo, che dall’incontro con questo vino guadagna molto e finisce, quasi magicamente, per regalare una sensazione di dolcezza sul finale. È necessario perciò che il vino sia giustamente fresco, perché l’elegante nota acida, possa non solo supportare la tendenza dolce del pesce, definita come un senso di sfumata dolcezza che caratterizza gli scampi, ma anche sostenere il piatto e regalare energia all’assaggio. Il vino che ho scelto per questo abbinamento presenta alla vista un accattivante riflesso dorato che lo fa risplendere nel bicchiere, al naso incanta per l’intensità delle note fruttate che sprigiona, e una volta assaporato stupisce per l’equilibrio tra l’elegante acidità, la morbidezza che riempie il palato e l’alcolicità che aiuta ad asciugare la bocca dalla succulenza indotta dal ricco boccone di ravioli con carciofi e scampi.

Malvasia IGT Perticato Beatrice Quadri – Il Poggiarello – Annata 2015 – Vitigno Malvasia di Candia aromatica 100% – Titolo Alcolometrico Volumico 13% – Prezzo in enoteca 7€

Salva

Salva

Salva

Salva

8 aprile 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia