Tarte au citron meringuée

Un must della pasticceria francese: una crostata al limone decorata con soffici ciuffi di meringa

  • Difficoltà: difficile
  • Costo: basso
condivisioni

Quante volte lasciamo che un imprevisto diventi una scelta e che sia l’improvvisazione a condurci? Troppo poche ahimè!

Spesso le deviazioni proprio come il cibo fanno bene all’anima…e pensare di poter cambiare i piani regala un senso di adrenalina, in cucina come nella vita! Lasciare che ad un bivio sia una strada alberata a guidarci o il profumo di un dolce a suggerirci la scelta di una via è un modo di vivere secondo i nostri sensi. Così abbiamo chiuso gli occhi e ci siamo ritrovate come Anne, la protagonista di “Parigi può attendere”, il nuovo film di Eleanor Coppola in uscita nelle sale, che assapora nuovi gusti e nuovi piatti in ogni tappa del viaggio on the road per raggiungere Parigi.
Una piccola tappa in cucina però ce la siamo ricavata: giusto il tempo di preparare una tarte au citron meringuée.

Un piccolo omaggio alla pasticceria francese, ai suoi profumi avvolgenti, ad una cucina baciata dal sole, elegante e sobria ma burrosa e colorata come il paesaggio che vi porterà alla Ville Lumière. Immaginate un guscio friabile di frolla, una crema al limone avvolgente e fresca con piccoli ciuffi di meringa italiana ad esaltare la consistenza vellutata di ogni fetta. E ora assaggiatela, vi ritroverete con un cappello di paglia, lavanda e grano ai vostri piedi e dettagli unici e senza tempo che vi faranno pensare a quanto sia straordinario il viaggio che il palato ogni giorno ci riserva…

Ingredienti per 6 Persone

PER LA BASE DELLA TARTE

PER IL CURD AL LIMONE

PER LA MERINGA ALL'ITALIANA

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. PER LA BASE DELLA TARTE (Crust): In un mixer versate farina, zucchero e sale e fate andare pochi secondi per amalgamare il tutto. Aggiungete il burro freddo a pezzi e azionate un paio di volte, ora aggiungete anche l'uovo e continuate ad azionare a intervalli fino a quando l'impasto si trasformerà in una palla. Ora potete darle una forma schiacciata per favorire il raffreddamento e conservarla in frigo per almeno 30 minuti avvolta nella pellicola alimentare.

  2. Trascorso questo tempo, toglietela dal frigo, aspettate giusto il tempo che sia lavorabile e stendetela su un piano leggermente infarinato. Adagiatela srotolandola con il matterello su di uno stampo da crostata di 20 cm, fate aderire i bordi e tagliate l'eccesso. Infornate a forno caldo a 180°C dopo aver ricoperto l'impasto con un foglio di carta forno tagliato della stessa dimensione della tortiera (tale da coprire i bordi dell'impasto per non farli scurire in cottura) e averlo riempito con ceci o altri legumi secchi per la cosiddetta cottura in bianco (ovvero della sola base, senza ripieno). Cuocete per circa 20 minuti, sfornate, rimuovete i legumi e la carta forno e continuate la cottura della base per altri 5-10 minuti circa (dipende dal forno), fino a quando la base della tarte risulterà leggermente dorata. Mettete da parte e procedete con la ricetta.

  3. PER IL CURD AL LIMONE: Scaldate il succo di limone con le zeste a fiamma bassa, appena inizia a sobbollire spegnete e lasciate in infusione le zeste per una decina di minuti.

  4. Con lo sbattitore montate le uova con lo zucchero. Tagliate nel frattempo il burro a cubetti, togliete le zeste dall'infusione e rimettete il succo sul fuoco. Quando bolle versate il succo di limone sul composto di uova e zucchero fate cuocere a fuoco vivo per circa 3 minuti dall'ebollizione.

  5. Versate la crema di limone sul burro a cubetti e mescolate bene fino a che il composto non risulti liscio e vellutato. Fate raffreddare bene coprendo con una pellicola a contatto. Una volta raffreddata, versate il curd sulla base della tarte e mettetela in frigo per almeno un'ora.

  6. PER LA MERINGA ALL'ITALIANA: In un pentolino dal fondo spesso unite l'acqua con lo zucchero e mettetelo a fuoco medio fino a quando il termometro non segnerà che abbia raggiunto quasi i 120 C°. Nel frattempo mettete gli albumi nella planetaria e iniziate a montarli a velocità bassa.

  7. Quando lo sciroppo di zucchero ha raggiunto i 120 C°, unitelo agli albumi poco alla volta a filo, alzando la velocità e continuate a montare fino ad ottenere la classica consistenza della meringa ovvero quando alzando un ciuffo questo rimarrà bello rigido senza abbassarsi.

  8. ASSEMBLAGGIO: Tirate fuori dal frigo la tarte e meringate la torta con l'aiuto di una sac à poche (la dose della meringa permette di ricoprire tutta la torta se volete). Infine con il cannello flambate le punte delle vostre meringhe. In alternativa passatele brevemente sotto al grill del forno.

Note

Per la ricetta avrete bisogno di un termometro da cucina e di un cannello per flambare le punte delle meringhe (se non lo avete il grill del forno andrà bene ugualmente, anche se l'operazione risulterà più lunga ^^)

Un consiglio? Godetevi il film con una fetta di tarte au citron e la prossima volta che farete un viaggio, anche in cucina, guardate ad ogni fuori programma come ad un regalo!

12 giugno 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia