Crostata alle pesche

Una crostata alle pesche golosa e fresca, farcita con una deliziosa crema di pesche gialle

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 35 minuti
  • Cottura: 45 minuti
  • Costo: basso
condivisioni

La Crostata alle pesche è un dolce fresco, goloso e perfetto per la stagione estiva. Realizzata con pesche gialle, la Crostata di pesche è semplice da preparare ed è ottima come merenda per i più piccoli ma anche come raffinato e delizioso dopo pasto. Farcita con una buonissima crema a base di panna e pesche, questa crostata rappresenta un’ottima alternativa alle crostate di confettura ed è un dolce ideale per tutte le occasioni.

crostata alle pesche

Ingredienti per 8 Persone

Per la pasta frolla

Per la crema

Per la decorazione

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

Per la pasta frolla
  1. In planetaria con la foglia o a mano sul piano di lavoro, riunite le farine setacciate e il burro freddo a pezzetti e lavorate velocemente fino a sabbiare il composto. Aggiungete il sale, lo zucchero, i tuorli, l'acqua fredda e la scorza di limone grattugiata. Lavorate bene tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Formate un panetto, avvolgete in pellicola alimentare e fate riposare in frigorifero almeno 3 ore.

    In planetaria con la foglia o a mano sul piano di lavoro, riunite le farine setacciate e il burro freddo a pezzetti e lavorate velocemente fino a sabbiare il composto. Aggiungete il sale, lo zucchero, i tuorli, l'acqua fredda e la scorza di limone grattugiata. Lavorate bene tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Formate un panetto, avvolgete in pellicola alimentare e fate riposare in frigorifero almeno 3 ore.
Per la cottura in bianco della base
  1. Trascorso il tempo di riposo, stendete la frolla sul piano di lavoro leggermente infarinato e rivestite uno stampo, possibilmente con fondo amovibile, del diametro di 24 cm. Eliminate l'eccesso di pasta ai bordi e bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta. Trasferite in frigorifero per almeno 1 ora. Trascorso il tempo, foderate l'interno della base con un cerchio di carta forno e riempite con fagioli secchi o pesi in ceramica adatti alla cottura in bianco. Infornate a 180°C per 20 minuti con sportello del forno leggermente aperto (aiutatevi con il manico di un cucchiaio di legno o con un canovaccio), poi togliete i fagioli o i pesi e proseguite la cottura per altri 20 minuti sempre con lo sportello leggermente aperto. La crostata dovrà essere dorata. Fate raffreddare bene e sformate delicatamente dallo stampo. Trasferite su un piatto o vassoio e tenete da parte.

    Trascorso il tempo di riposo, stendete la frolla sul piano di lavoro leggermente infarinato e rivestite uno stampo, possibilmente con fondo amovibile, del diametro di 24 cm. Eliminate l'eccesso di pasta ai bordi e bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta. Trasferite in frigorifero per almeno 1 ora. Trascorso il tempo, foderate l'interno della base con un cerchio di carta forno e riempite con fagioli secchi o pesi in ceramica adatti alla cottura in bianco. Infornate a 180°C per 20 minuti con sportello del forno leggermente aperto (aiutatevi con il manico di un cucchiaio di legno o con un canovaccio), poi togliete i fagioli o i pesi e proseguite la cottura per altri 20 minuti sempre con lo sportello leggermente aperto. La crostata dovrà essere dorata. Fate raffreddare bene e sformate delicatamente dallo stampo. Trasferite su un piatto o vassoio e tenete da parte.
Per la crema
  1. In un pentolino, riunite i tuorli e lo zucchero e mescolate bene. Aggiungete le pesche frullate e le pesche a pezzetti e cuocete su fiamma media, mescolando continuamente con una frusta, fino a che il composto non avrà raggiunto la temperatura di 80°C. Togliete dal fuoco, aspettate che la temperatura scenda a 58°C e aggiungete la gelatina che avrete precedentemente ammollato in acqua fredda per 10 minuti e strizzato bene. Mescolate fino a far sciogliere la gelatina e fate raffreddare fino alla temperatura di 28°C. Unite la panna precedentemente semi montata (montatela al 70%) con una frusta, a mano, e con movimenti delicati dal basso verso l'alto.

    In un pentolino, riunite i tuorli e lo zucchero e mescolate bene. Aggiungete le pesche frullate e le pesche a pezzetti e cuocete su fiamma media, mescolando continuamente con una frusta, fino a che il composto non avrà raggiunto la temperatura di 80°C. Togliete dal fuoco, aspettate che la temperatura scenda a 58°C e aggiungete la gelatina che avrete precedentemente ammollato in acqua fredda per 10 minuti e strizzato bene. Mescolate fino a far sciogliere la gelatina e fate raffreddare fino alla temperatura di 28°C. Unite la panna precedentemente semi montata (montatela al 70%) con una frusta, a mano, e con movimenti delicati dal basso verso l'alto.
Per la farcitura e decorazione
  1. Trasferite la crema nel guscio di pasta frolla livellando bene con una spatola e mettete a riposare in frigo, coperta da pellicola alimentare, per almeno 3 ore. Trascorso il tempo, decorate con fettine di pesca secondo la vostra fantasia e lucidate le fettine di pesca con gelatina alimentare neutra spray o, in mancanza di quella spray, con gelatina alimentare neutra aiutandovi con un pennello per dolci. Servite fresca.

    Trasferite la crema nel guscio di pasta frolla livellando bene con una spatola e mettete a riposare in frigo, coperta da pellicola alimentare, per almeno 3 ore. Trascorso il tempo, decorate con fettine di pesca secondo la vostra fantasia e lucidate le fettine di pesca con gelatina alimentare neutra spray o, in mancanza di quella spray, con gelatina alimentare neutra aiutandovi con un pennello per dolci. Servite fresca.
Note

Per questa crostata sono adatte le pesche gialle, dalla polpa più soda e compatta

La crostata si conserva in frigo per max due giorni, coperta da pellicola alimentare

Si consiglia uno stampo con fondo amovibile. In mancanza di questo, potete realizzare delle strisce con la carta forno e posizionarle nello stampo a mo' di croce: questo trucchetto vi aiuterà a sformare bene la crostata.

La pasta frolla con i tuorli risulta molto friabile e perciò adatta a crostate e tartellette.

crostata alle pesche
crostata alle pesche

 

 

Salva

22 agosto 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia