Torta papalina

La Torta papalina è uno squisito dolce della tradizione gastronomica giudaico-romana conosciuta anche come crostata di ricotta e visciole

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 40 minuti
  • Costo: basso
condivisioni

La Torta papalina è una deliziosa crostata che ha origini nella tradizione gastronomica giudaico-romana. E’ un dolce squisito, conosciuto anche come crostata di ricotta e visciole. Si può gustare nella sua versione originale nei forni del ghetto ebraico a Roma, ma la ricetta non è difficile e si può facilmente preparare in casa.

Viene denominata Torta papalina in seguito ad un editto del ‘700, con il quale il papa vietava agli ebrei di vendere latticini ai cristiani. Così, per sfuggire ai controlli delle guardie del papa, i fornai del ghetto nascosero il ripieno di ricotta e visciole tra due strati di morbida pasta frolla, creando una crostata coperta golosa e delicata che lascia chiunque l’assaggi con l’acquolina in bocca!

la ricetta della torta papalina

Ingredienti per 8 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Preparate la frolla. Amalgamate il tuorlo con lo zucchero, il miele, la buccia di limone, l'olio e il latte. Aggiungete la farina e il lievito e impastate con le mani fino ad ottenere un panetto liscio, che non si attacca alle mani. Appiattite, coprite con pellicola per alimenti e mettete in frigo per 30 minuti.

    Preparate la frolla. Amalgamate il tuorlo con lo zucchero, il miele, la buccia di limone, l'olio e il latte. Aggiungete la farina e il lievito e impastate con le mani fino ad ottenere un panetto liscio, che non si attacca alle mani. Appiattite, coprite con pellicola per alimenti e mettete in frigo per 30 minuti.
  2. Preparate il ripieno. Con una frusta a mano, lavorate la ricotta con lo zucchero a velo e il liquore fino ad ottenere una crema liscia.

  3. Imburrate e infarinate uno stampo tondo da 22 cm. Riprendete il panetto di frolla e con l'aiuto di un matterello spianatene 2/3 per rivestire il fondo e i bordi dello stampo. Con i rebbi di una forchetta, praticate dei fori sulla superficie della frolla. Ricoprite con la confettura di visciole e poi con la crema di ricotta.

    Imburrate e infarinate uno stampo tondo da 22 cm. Riprendete il panetto di frolla e con l'aiuto di un matterello spianatene 2/3 per rivestire il fondo e i bordi dello stampo. Con i rebbi di una forchetta, praticate dei fori sulla superficie della frolla. Ricoprite con la confettura di visciole e poi con la crema di ricotta.
  4. Spianate il restante terzo di pasta frolla sopra un foglio di carta forno e con questa, ricoprite il ripieno di confettura e ricotta, aiutandovi con la carta forno per non rompere la frolla. Ritagliate con una forbice la pasta in eccesso e sigillate bene i bordi per non far fuoruscire il ripieno. Spennellate la superficie con un po' di uovo sbattuto con un goccio di latte. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 35-40 minuti. Servite fredda.

    Spianate il restante terzo di pasta frolla sopra un foglio di carta forno e con questa, ricoprite il ripieno di confettura e ricotta, aiutandovi con la carta forno per non rompere la frolla. Ritagliate con una forbice la pasta in eccesso e sigillate bene i bordi per non far fuoruscire il ripieno. Spennellate la superficie con un po' di uovo sbattuto con un goccio di latte. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 35-40 minuti. Servite fredda.
Note

La confettura ideale per la torta papalina è quella di visciole, ma se non la trovate, va benissimo quella di amarene. 

 

1 aprile 2018

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia