Panzanella

il piatto degli avanzi per antonomasia, dove il protagonista assoluto è il pane raffermo

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 20 minuti
  • Costo: basso
condivisioni

Dall’unione di pane e zanella pare prenda origine il nome di uno dei piatti poveri per eccellenza, che si degusta in estate: la panzanella.

Boccaccio la definisce pane lavato e proprio di pane lavato e poi condito con verdure e ortaggi che si tratta, servito poi nella crosta del pane stesso che funge da “zanella” ovvero da zuppiera.

La panzanella  è il piatto degli avanzi per antonomasia, dove il protagonista assoluto è il pane raffermo ma soprattutto è un piatto che ben soddisfa la voglia e la necessità della freschezza a tavola, soprattutto nelle giornate di afa. 

Pane bagnato e ben condito con pepe, origano, basilico e con un grande olio extra vergine d’oliva, qualche pomodorino tagliato a dadini e qualche filetto di cipolla, a piacere la si può arricchire con una manciata di olive e con qualche rondella di cetriolo. 
Ma come ogni piatto povero che nasce dalla fantasia del popolo, ogni regione, ogni famiglia conta la sua versione, così è facile trovare varianti con il tonno o con le uova sode o ancora con pane interno così come la servono in gran parte delle Marche o con pane sbriciolato.

Piatto povero?
Forse nasce così, ma oggi gustare un buon piatto di panzanella è un ritorno alle origini, se poi accompagnato da un buon calice di vino, inaspettatamente ci si ritrova con se stessi davanti a un piatto si povero, ma che si fa storia.

 

Ingredienti per 4 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Adagiate le fette di pane raffermo in una pirofila e bagnatele con l'acqua. Fatele inzuppare per il tempo necessario.

    Adagiate le fette di pane raffermo in una pirofila e bagnatele con l'acqua.
Fatele inzuppare per il tempo necessario.
  2. Quando il pane sarà inzuppato, potete decidere di sbriciolarlo o di tagliarlo a cubotti, quindi rimettetelo nella pirofila, pronto per condirlo.

    Quando il pane sarà inzuppato, potete decidere di sbriciolarlo o di tagliarlo a cubotti, quindi rimettetelo nella pirofila, pronto per condirlo.
  3. Affettate la cipolla e per smorzare il suo sapore forte immergetela per venti minuti in una ciotola di acqua con i tre cucchiai di aceto. Trascorso il tempo scolatela.

    Affettate la cipolla e per smorzare il suo sapore forte immergetela per venti minuti in una ciotola di acqua con i tre cucchiai di aceto.
Trascorso il tempo scolatela.
  4. Condite il pane con i pomodori tagliati a dadolata, con le rondelle di cetriolo, i filetti di cipolla. regolate di sale e pepe e completate con abbondante olio extra vergine d'oliva.

    Condite il pane con i pomodori tagliati a dadolata, con le rondelle di cetriolo, i filetti di cipolla. regolate di sale e pepe e completate con abbondante olio extra vergine d'oliva.

9 luglio 2018

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia