Categorie
News

Pastificio Veneto lancia i tortelli vegani con jackfruit

Durante la fiera BIOFACH i soci della Cooperativa Noigroup insieme a  Pastificio Veneto hanno presentato la nuova linea ripiena, noti per essere forti nel settore alimentare biologico e vegano, hanno introdottto il Prodotto Novità 2018: i tortelli vegani ripieni a base di Jackfruit.

La novità assoluta si trova nel ripieno, tre diverse varianti Jackfruit paprika e zenzero, Jackfruit zucchine e basilico e Jackfruit e curry, tre varianti che conquisteranno le papille gustative e coloro che seguono  un regime alimentare dietetico.

Anche noto come “super frutto”, poco conosciuto sul mercato italiano,  il Jackfruit è ricco di proprietà nutrizionali, importante nelle diete per le sue qualità anti infiammatorie e anti ossidanti, ricco di fibre,  vitamine  e sali minerali, qualcuno ricorderà che venne nominato anche da chef Barbieri durante una puntata di Masterchef, utilizzato come sostituto della carne, ideale per i vegani, se ne mangiano i semi e la polpa.

Pastificio Veneto lavora costantemente per cercare prodotti di qualità che rispondano sia alle nuove esigenze alimentari  ma anche alla sostenibilità sociale, scopo che alimenta il loro operato.

Da ricordare che il Gruppo Noigroup agisce su diversi fronti, quello socio-lavorativo, quello della ricchezza territoriale e in ambito ambientale.

 

 

Categorie
News

Pensa Benessere lancia il contest #faccedabenessere

E’ stato presentato in anteprima durante l’ultima edizione di Rimini Wellnss il contest #faccedabenessere, iniziativa speciale ideata da Pensa Benessere, linea di integratori alimentari,  in vista dell’estate ha appena lanciato sul mercato Innovia, categoria di integratori naturali per sportivi,.

Fino al 30 settembre è possibile partecipare all’iniziativa iscrivendosi al sito, subito  dopo il lancio centocinquanta iscrizioni di persone desiderose di comunicare attraverso i Social Network qual è la loro idea di benessere, quali sono le loro passioni, cosa li fa stare bene, su Instagram gli scatti che trasmettono questo concetto accompagnati da #faccedabenessere, in palio un premio finale e l’opportunità di diventare Ambassador di Pensa Benessere.

Passione, sport, natura, buon cibo, viaggi, arte, cultura, avventura, tutto  quanto trasmette un’idea di benessere consentirà ai vincitori di vivere un’esperienza unica, un fine settimana per due persone in un resort delle Marche dove poter intraprendere diverse attività fitness, corsi di cucina e fotografia.

Con loro tre Ambassador e coach d’eccezione, Jury Chechi campione olimpico, la food blogger di Non sono pane Lidia Forlivesi e Orazio Spoto fondatore di Instragrammers Italia.

Nel 2018 Pensa Benessere promuove la campagna “Il Benessere che si sente è quello che si Pensa”, un messaggio che esprime i valori del brand e promuove lo sport, uno stile di vita sano e un’alimentazione corretta, #faccedabenessere rientra fra le iniziative a sostegno della campagna.

Categorie
News

Luca Tommassini brand ambassador di My Magnum

Il nuovo brand Ambassador di Magnum è Luca Tommassini, coreografo, art director, ballerino di fama internazionale, regista, protagonista di una campagna per scoprire il piacere attraverso un itinerario che percorre lo stivale.

Magnum Pleasure Store di Italia parte da Venezia per poi approdare a Firenze, Napoli e Roma, durante le varie tappe verrà celebrata la campagna Prendi il piacere seriamente che coinvolge i consumatori a  concedersi momenti di piacere.

Sarà proprio Tommassini durante le quattro tappe, un percorso ideale lungo l’Italia, a interagire con il pubblico, a fargli scoprire come lasciarsi guidare dai sensi gustando un Magnum morbido gelato ricoperto dal cioccolato croccante.

Insieme a Tommasini in questo percorso tre talents: Alice Pasquini, famosa street artist romana che sui muri crea mondi incantati, presente nella tappa di Venezia mostrerà al pubblico come coniugare estro e piacere; nella tappa di Firenze sarà presente Maria Vittoria Paolillo, jewelry design, icona di stile, mostrerà una sua particolare ed elegante interpretazione di My Magnum, ultima tappa Napoli vede in campo la pastry chef Isabella Potì per un incontro all’insegna della dolcezza.

Il viaggio si conclude con due serate romane, un evento a tema socializing, una vera e propria festa, un momento di divertimento e indulgenza dei sensi e un appuntamento con dj set, ospiti di eccezione, una serata per gustare la propria versione speciale di My Magnum.

Arte, moda, gusto, i piaceri della vita animeranno i Magnum Pleasure Store di Italia trasformandoli in esclusive room of pleasure, al termine delle tappe il contest “Golden Stick” dal 14 luglio al 18 agosto per vincere la Magnum X Alexander Wang cooler bag, un accessorio creato ad hoc per Magnum dallo stilista, presentato durante il Festival di Cannes.

Per aggiudicarsi il premio è sufficiente recarsi in uno dei Magnum Pleasure Store nelle quattro città coinvolte, acquistare un My Magnum, si riceverà una cartolina scratch off e tentare la fortuna, in caso di vittoria il fortunato/a riceverà subito la borsa.

 

 

Categorie
News

In ascesa gli ordini a domicilio di piatti veg

Estate voglia di piatti freschi, colorati, leggeri, cotture veloci ma senza rinunciare al gusto, Deliveroo, il servizio di food delivery per cui è possibile ordinare comodamente da casa il pasto desiderato per vederlo  recapitare in tempi rapidi, comunica che cresce l’esigenza di piatti veg e di conseguenza i consumi.

Deliveroo ha monitorato gli ordini sulla piattaforma rispetto ai piatti vegani riscontrando negli ultimi tre mesi un aumento di richiesta del 48%, il lunedì sera vede un picco di ordini così come il mercoledì a pranzo.

A farla da padrone piatti a base di legumi, in particolare con ceci e lenticchie, spesso presentati come polpette o burger e scelti dai clienti al posto della carne, fra le verdure la più gettonata le zucchine.

Le città in cui i piatti vegan sembrano raccogliere maggior consenso sono Milano e Bologna che vantano un’offerta variegata di ristoranti che offrono queste pietanze, piacciono le bowl, piatti a base di riso con verdure, tartare di verdure, verdure marinate, legumi interpretati in modi originali e saporiti.

Sempre più presente sulle tavole l’hamburger vegano, in particolar modo quello di quinoa, avocado e legumi, stanno prendendo piede fra le preferenze la barbabietola e i funghi, ai più attenti non sarà sfuggita la nuova tendenza dei flower burger preparati con ingredienti vegetali e il pane è colorato.

 

Categorie
News

Home Beer l’app che consegna a domicilio birra artigianale

Quando fuori nevica, diluvia o la canicola è opprimente, quando tornate a casa stravolti da una giornata lavorativa e la voglia di mettervi ai fornelli non c’è, quando all’ultimo minuto capita un ospite o quando avete voglia di un sapore inaspettato, di provare una bottiglia nuova, ormai i servizi delivery di cibi e bevande consegnano di ttutto in poco tempo ma avete mai pensato a vedervi recapitare a casa una birra?

L’idea è venuta a due diciottenni di Roma, Andrea e Tommaso, un pensiero nato in seguito a una delusione amorosa capitata a entrambi a settembre 2017, entrambi a casa sconsolati, voglia di uscire neanche a parlarne ma desiderosi di una birra fresca per far passare la serata storta.

Propria durante quella serata storta si domandando come sia possibile che non esista una app che consegna birra artigianale, magari prodotta poco lontano da casa, a domicilio, nasce così la start up Home Beer, un progetto in via di sviluppo.

I due ragazzi hanno lanciato un progetto di crowdfunding su Ulule, hanno partecipato al bando Smart&Start di Invitalia e di Pre Seed Lazio Innova, con i fondi raccolti riusciranno a realizzare la piattaforma informatica e l’app così da far decollare concretamente Home Beer.

Un progetto in famiglia, i due ragazzi infatti hanno coinvolto i loro padri cche li hanno sostenuti e messi in contatto con dei grafici oltre a fornirgli informazioni su come organizzare un business plan, al momento  sono in contatto con cinquantacinque birrifici artigianali laziali ma l’idea è di espandersi a livello nazionale.

Un progetto che vede coinvolti i piccoli birrifici, le produzioni locali, l’intenzione non è espandersi al punto da entrare a far parte del mercato della grande distribuzione ma rimanere ancorati al territorio, alla qualità delle piccole produzioni artigianali.

Categorie
News

Su Instagram spopola la torta cubo di Rubik

Tutti conoscono o hanno visto il famoso cubo di Rubik, sei facce di sei colori diversi, come risolverlo quando i colori sono mescolati è uno dei dilemmi che da secoli rappresenta un passatempo per generazioni e generazioni di persone, ebbene è diventato oggetto di una torta.

La torta a forma di cubo di Rubik è stata creata per la prima volta nel 2017 dal celebre pasticcere francese Cedric Grolet, noto nel mondo per la sua bravura e creatività nonostante la giovane età, realizzò una torta composta da ventiquattro quadrati ognuno di un gusto diverso assemblata come il mitico cubo dell’architetto Rubik.

Da aprile 2017 quando Grolet creò la sua torta tante sono state le imitazioni, i tentativi di crearne di simili, di originali, sia da parte degli amanti della pasticceria che da parte dei cultori del cubo, su Instagram esistono diversi profili dove sono postate foto di questo genere di torta.

Ce ne sono di tutti i tipi, enormi composte da tanti piccoli cubi, quadrati realizzati con pan di spagna colorato o con pasta di zucchero, di alcune si vede l’interno con tutti i sei colori, di altre si vede solo l’esterno  glassato, ricoperto di cioccolato plastico, in alcune si vedono delle decorazioni con foglie di oro o frutta secca e ancora con cocco, granelle, scaglie di cioccolato.

Categorie
News

In Usa robot prepara hamburger di qualità

Negli Stati Uniti è ormai prassi progettare robot che lavorino nell’ambito della ristorazione le cui performance sono sempre più avanzate e identiche a quelle degli essere umani, dal robot che prepara la pizza a quello che si occupa della cottura degli hamburger, il robot bartender, macchine pensate per poter completamente sostituire ll’uomo.

L’ultima creazione è Creator, nato in California da una start up, il suo  compito è preparare hamburger, la macchina si occupa di realizzare tutti i passaggi, dal tagliare i pomodori, ad affettare i cetrioli, cuocere gli hamburger, inserirli nel panino, un robot che segue l’intero processo produttivo grazie a trecentocinquanta sensori, cinquantta componenti meccaniche e un’organizzazione affidata a venti computer.

Il panino ordinato dai clienti costa sei dollari e viene realizzato in cinque minuti, l’intento è quello di garantire freschezza, efficienza, precisione, accanto a Creator non mancano colleghi “umani” che si occupano del customer care, del controllo del robot e altri lavori.

Le ricette preparate dal robot gli sono state fornite da chef californiani, Creator affetta il pane fresco, lo mette a tostare, lo imburra, attraverso un nastro si passa alla fase del condimento, salse, spezie, la verdura, gli anelli di cipolla e infine il formaggio fuso, in merito alla carne proveniente da allevamenti certificati, senza utilizzo di ormoni, viene impastata e pressata sempre da Creator, tutto avviene di fronte al cliente.

 

 

Categorie
News

A Vipiteno le Giornate dello Yogurt

Vipiteno si prepara a diventare la patria dello yogurt, al via la ventesima edizione delle giornate dello yogurt dal 7 al 15 luglio.

Lo yogurt uno dei prodotti di eccellenza a base di latte, oro bianco dell’Alto Adige punto di riferimento italiano nel settore lattiero-caseario grazie alle tante latterie che lo producono, così come il latte, lo yogurt ricopre un ruolo di primo piano.

Per gli amanti dello yogurt un appuntamento importante, Vipiteno cittadina simbolo di questo prodotto è ormai diventata punto di riferimento per gli amanti del genere ma anche per tutti coloro che vogliono trascorrere una settimana godendo delle bellezze dell’Alto Adige.

L’apertura della settimana è prevista per sabato 7 alle ore dieci con una  sfilata per le vie della cittadina, durante la serata una festa in Piazza Città che verrà animata da show cooking con chef stellati della zona che prepareranno piatti a base di yogurt.

Domenica 8 è dedicata alle malghe a Racines, dalle 9 alle 17 appuntamento per scoprire come viene prodotto lo yogurt, durante la settimana passeggiate serali per scoprire le bellezze di Vipiteno, mercoledì la Festa delle Lanterne con assaggi di pietanze a base di yogurt, giovedì sera la lunga notte della Latteria Vipiteno con musica dal vivo, cibo, bevande e visite guidate.

Giornata di chiusura il 15 presso la malga Furtalm in Val di Fleres, festa  dedicate alle famiglie, per partecipare alle visite guidate e conoscere in dettaglio il programma consultate il sito www.giornatedelloyogurt.it

Categorie
News

A Canelli l’evento Il Canelli e i colori del vino

Sabato 7 luglio a Canelli torna la quinta edizione di Il Canelli e i colori del vino, un evento organizzato dall’Associazione Produttori Moscato Canelli in collaborazione con il Comune, la Pro loco Antico Borgo  Villanuova, l’enoteca Regionale di Canelli.

La serata prevede undici tappe, consigliate scarpe comode, un percorso enogastronomico lungo la Sternia, la parte antica della città, ogni tappa prevede la degustazione di un vino abbinato a un piatto  tipico, sul sito trovate il programma completo con l’elenco delle tappe e dove si svolgeranno le degustazioni, durante il percorso e la serata non  mancherà la musica dal vivo.

Il moscato Canelli ha visto un incremento di vendite e consumi del 90% i in pochi anni, all’inizio erano 95.000 bottiglie, nel 2017 sono state oltre 410.000, una produzione che interessa 23 comuni fra il Sud astigiano e la Langa, in Piemonte.

Per il 2018 si punta alle 500000 bottiglie e nei prossimi anni al milione, l le aziende che producono il moscato sono sempre più convinte del percorso intrapreso e del progetto da realizzare, attualmente 17 le aziende coinvolte ma a breve diverranno 20.

Una zona vocata alla coltivazione di uve moscato bianco, grazie alle colline del moscato e alle “cattedrali  sotterranee” di Canelli, le storiche cantine che percorrono chilometri sotterranei dove viene affinatto da secoli lo spumante, è partita la richiesta di candidare patrimonio vitivinicolo le colline di Langhe e Monferrato all’Unesco.