Spaghetti alla chitarra con pesto di fave

Il pesto di fave, menta e anacardi rende la pasta un piatto gustoso e fresco di primavera

  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 10 minuti
condivisioni

Maggio è il periodo delle fave che a Roma si mangiano fresche accompagnate con il pecorino romano e che un tempo rappresentava la merenda contadina. Per lungo tempo considerato cibo povero le fave fresche oggi vengono riscoperte e diventano protagoniste di tante ricette della tradizione ma non solo.

Forse non ci avete mai pensato ma le fave fresche sono perfette per preparare un pesto insolito, ma gustoso come questo ottimo per condire la pasta e stuzzicante da spalmare su crostini di pane.
Il pesto di fave fresche e menta è tipicamente primaverile e si sposa perfettamente con il gusto rustico degli spaghetti alla chitarra.

In un precedente articolo vi avevo parlato dell’importanza di consumare prodotti freschi e di stagione ed eccomi a proporvi la mia seconda ricetta per #ilbenessereabitaqui realizzata con fave fresche a cui, da buona romana, ho aggiunto il pecorino romano, la menta che dona freschezza e gli anacardi, dal sapore insolito e dolcissimo. Ho deciso di condirci la pasta e ho scelto gli spaghetti alla chitarra di I Tesori Pam Panorama.

spaghetticonpestodifave

I legumi di primavera, come i piselli, i fagiolini e le fave fresche portano in tavola gusto e freschezza. Le fave sono legumi ricchi di proteine e fibre, poveri di grassi e fonte di sali minerali e vitamine. Questo è il periodo per consumarle fresche ma anche per preparare un gustoso e fresco pesto di fave perfetto per condire la pasta.

Ingredienti per 4 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Sbucciate le fave e sbollentatele per 2-3 minuti in acqua salata. Passatele velocemente sotto l’acqua fredda e poi privatele della pellicina che le ricopre facendo una piccola incisione con l’unghia e facendo scivolare fuori la fava.

  2. Mettete le fave sbucciate in un mortaio con le foglioline di menta lavate e lo spicchio di aglio sbucciato.

  3. Con il pestello iniziate lentamente a pestare gli ingredienti fino ad ottenere una crema.

  4. Unite vlii anacardi e a filo l’olio extravergine di oliva e continuate a pestare. Non aggiungete sale perché è già presente nel pecorino. Aggiungete il succo di limone e amalgamate ill tutto.

  5. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata. Scolate la pasta e conditela subito con il pesto e qualche cucchiaio di cottura della pasta per amalgamare bene il tutto.

  6. Servitela calda nei piatti individuali con un filo di olio, una macinata di pepe nero, foglioline di menta e granella di anacardi.

Note

Se volete risparmiare tempo potete usare il mixer frullando gli ingredienti tutti insieme a velocità ridotta e interrompendo ogni tanto per evitare l’ossidazione dovuta al surriscaldamento delle lame.

Preparare questo pesto è un ottimo modo per conservare tutto l’anno le fave fresche che si trovano solo in questo periodo.

spaghetticonpesto-passopasso2

Passopasso-spaghetticonpestodifavePreparare un pesto con il mortaio regala profumi e sapori che non si avrebbero con il mixer.

DSC_0089
spaghettipestodifave0243

Se amate le fave fresche dovete assolutamente provare questo pesto, perfetto anche per i vegetariani visto che i legumi sono considerati la loro “carne”.

 

spaghetticonpestodifave_vert0257

Questa ricetta è realizzata con prodotti freschi e di stagione Pam Panorama BIO.

18 maggio 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia