Panini senza impasto con le conserve della nonna

Dei piccoli panini semintegrali farciti con i prodotti 'le conserve della nonna' perfetti per un picnic.

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 25 minuti
condivisioni

Vivere in montagna non è solo sinonimo di neve e sciate, ma anche di vita all’aria aperta, di panorami mozzafiato che si scorgono dall’alto delle vette, con l’aria frizzante che pizzica le guance e lo zaino in spalla, attrezzato con ogni tipologia di protezione dal cambio repentino del meteo, ma soprattutto carico di panini farciti.
PaniniConserveNonna2

Così, con un cestino pieno di squisitezze de Le Conserve della Nonna® ho voluto tradurre la montagna in un picnic, impastando pagnotte, spalmando confetture e creme e distribuendo saporiti carciofini tra onde di salumi.

Il pane per me è sinonimo di casa, di sapori e profumi genuini, così mi è parso il miglior modo per esaltare questi prodotti, spaziando da vasetti colorati che richiamano subito all’autenticità dell’orto, delle erbe sul balcone, fino agli alberi da frutto carichi di deliziose bontà.

Ingredienti per 4 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Unite in una ciotola capiente le farine, i semi ed il sale e mischiate a fondo.

  2. Sciogliete il lievito nell'acqua e versate sul composto di farine, quindi mescolate giusto per far amalgamare i due composti, senza impastare (da qui il nome con cui è famoso, ossia no-knead bread).

  3. Sigillate la ciotola con pellicola e fate lievitare a 20 gradi per 10-12 ore, finché è più che raddoppiato, con consistenza molle, e presenta rigonfiamenti e piccoli forellini (oppure potete anche farlo maturare in frigorifero per 24 ore, e poi farlo tornare a temperatura ambiente per due ore prima di lavorarlo).

  4. Infarinate una spianatoia con la farina di mais, disponetevi l'impasto e, partendo da un punto sul bordo, tirate la pasta verso il centro. Fate la stessa operazione 4 volte, ruotando di un quarto di giro l'impasto, fino a chiuderlo tutto verso il centro. Se dovesse risultare ancora molto morbido, fate un altro giro completo, altrimenti dividetelo in 12 pezzi da 95/100 g l'uno e formate 12 piccole sfere, quindi coprite e fate lievitare per un'ora (se volete fare una pagnotta singola dopo aver fatto le pieghe, rovesciate l'impasto con la chiusura delle pieghe sotto e coprite a campana).

  5. Accendete il forno a 220 gradi e mettetevi all'interno 12 mini cocotte col coperchio (oppure 1 pentola in ghisa di diametro 24 cm con coperchio).

  6. Quando l'impasto è pronto (premendolo leggermente torna indietro senza fatica) prendete le mini cocotte e -senza scottarvi!- disponetevi all'interno di ognuna le singole sfere, velocemente, quindi chiudete il coperchio ed infornate.

  7. Abbassate la temperatura a 200 gradi e fate cuocere per 15 minuti, quindi togliete il coperchio e fate dorare per altri 10 minuti.

  8. Sfornate, fate raffreddare su una griglia, quindi tagliateli a metà.

  9. Su 1/3 dei panini spalmate la crema di peperoni, quindi farcite con porchetta e rucola.

  10. Su un altro terzo spalmate la confettura di amarene, poi disponete due fette spesse di caprino e completate con il prosciutto crudo.

  11. Nei restanti mettete lo speck, i carciofini sgocciolati ed il cren a piacere, quindi servite subito.


PrepPaniniConserveNonna1 PrepPaniniConserveNonna2

Ho voluto farine con aromi intensi e colori paglierini, semi croccanti e salumi saporiti, che reinterpretano non solo i territori di montagna, ma tutte le eccellenze che vi sono in Italia, con un impasto semplice per far fronte anche alle giornate più cariche di impegni. Il cestino sparge i suoi profumi tra prati e cime che ancora non abbandonano il candore invernale, ma già sanno regalare giornate intiepidite dai raggi del sole, che abbracciano taglieri imbanditi e stendono cappelli di paglia sui capelli svolazzanti.

PaniniConserveNonna3bis PaniniConserveNonnaO2
PaniniConserveNonna4

Gli ingredienti non trattati, gli aromi naturali ed i produttori che amano la propria terra, hanno permesso la nascita del magazine online Non solo buono, perché al giorno d’oggi ‘buono‘ non è abbastanza, ma ci vuole affidabilità e amore per l’ambiente, costanza e stagionalità, e una filiera che segua il prodotto dal campo alla tavola, con passione e serietà. La fiducia è un piatto che tutti amiamo, che sia servito su una tavola imbandita o tra le fronde degli alberi, che sia racchiuso in un vasetto oppure nascosto in una ciotola che appena aperta sprigionerà tutti i suoi profumi salutari.

 

PaniniConserveNonna1

E tu, dove lo fai il tuo picnic?
Vai sul sito ilmiopicnic.it e iscriviti al concorso, hai tempo dal 9 maggio al 15 novembre 2016 per caricare la tua foto che interpreterà al meglio il tema del picnic, ed una giuria giudicherà le migliori 100 che vinceranno una fornitura di prodotti Le Conserve della Nonna®

PaniniConserveNonnaV

1 giugno 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia