Hand pies alla confettura di prugne e frutta secca

Un piccolo party all'aperto è il picnic, che condensa profumi e sapori estivi con la frutta, i vasetti di marmellata e dolcetti come scrigni che contengono tesori, come queste hand pies irresistibili.

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 2 ore
  • Cottura: 35 minuti
condivisioni

Siamo nel pieno della stagione estiva, le giornate sono soleggiate e sempre più gente decide di trascorrere del tempo all’aria aperta. Il contatto con la natura è diventato un vero e proprio stile di vita, così che sia un pranzo, una cena, una semplice merenda oppure un vero e proprio party all’aperto, la parola d’ordine è picnic! La location è la natura, ovvero il verde di un prato di montagna, una spiaggia al tramonto oppure le colline della campagna, l’importante è avere la giusta compagnia e il buon cibo. 

picnic hand pies

Al buon cibo ci ha pensato Le conserve della nonna con un cesto ricco di vasetti in cui è stata racchiusa tutta la genuinità dei loro prodotti. Un nome ed un packaging che evocano dolci ricordi, vasetti che contengono essenza e sapori delle conserve che le nostre nonne un tempo preparavano con tanto amore. Un coperchio vintage con l’inconfondibile stampa a quadri bianchi e rossi in pieno stile “tovaglietta da picnic”.

picnic hand pies (2)

Ingredienti per 6 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. In una ciotola unite le farine e il burro freddo tagliato a cubetti. Lavorate il composto a mano, unite lo zucchero di canna, un pizzico di sale e l’acqua fredda. Amalgamate il tempo necessario per ottenere un panetto omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola trasparente per alimenti e ponetelo per 1 ora in frigorifero.

  2. Su un piano infarinato stendete metà del panetto con l’aiuto di un mattarello fino a raggiungere uno spessore di 2-3 mm circa. Con un coppapasta del diametro di 7 cm ricavate i dischi e metteteli a riposo in frigorifero.

    Su un piano infarinato stendete metà del panetto con l’aiuto di un mattarello fino a raggiungere uno spessore di 2-3 mm circa. Con un coppapasta del diametro di 7 cm ricavate i dischi e metteteli a riposo in frigorifero.
  3. Con l’altra metà del panetto formate delle piccole sfoglie, allineate tutti gli angoli con l’aiuto di un coltello, formando un quadrato. Con un bastoncino di legno (quello per spiedini) e un coltello o un apposito attrezzo, formate delle striscioline della larghezza di 5-6 mm circa, non importa se non siete estremamente precisi.

    Con l’altra metà del panetto formate delle piccole sfoglie, allineate tutti gli angoli con l’aiuto di un coltello, formando un quadrato. Con un bastoncino di legno (quello per spiedini) e un coltello o un apposito attrezzo, formate delle striscioline della larghezza di 5-6 mm circa, non importa se non siete estremamente precisi.
  4. Per ogni intreccio utilizzate 7 striscioline in verticale e 7 in orizzontale. La tecnica è quella classica delle crostate, alternate le strisce in verticale sollevandole (una si, ed uno no) verso l’alto e inserite una striscia in orizzontale, abbassatele e alzate quelle che prima erano rimaste abbassate. Quando avrete finito tutti gli intrecci per la copertura poneteli in frigorifero per almeno 10 minuti.

    Per ogni intreccio utilizzate 7 striscioline in verticale e 7 in orizzontale. La tecnica è quella classica delle crostate, alternate le strisce in verticale sollevandole (una si, ed uno no) verso l’alto e inserite una striscia in orizzontale, abbassatele e alzate quelle che prima erano rimaste abbassate. Quando avrete finito tutti gli intrecci per la copertura poneteli in frigorifero per almeno 10 minuti.
  5. In una ciotola unite la confettura di prugne e la frutta secca (noci e mandorle) tagliata grossolanamente. Prendete un disco di pasta, mettete al centro il ripieno e spennellate con l’acqua intorno al bordo.

    In una ciotola unite la confettura di prugne e la frutta secca (noci e mandorle) tagliata grossolanamente. Prendete un disco di pasta, mettete al centro il ripieno e spennellate con l’acqua intorno al bordo.
  6. Con una paletta da cucina sollevate l’intreccio e ponetelo sopra il disco con il ripieno. Pressate leggermente i bordi e con il coppapasta in direzione del disco inferiore, ricavate la vostra hand pie.

    Con una paletta da cucina sollevate l’intreccio e ponetelo sopra il disco con il ripieno. Pressate leggermente i bordi e con il coppapasta in direzione del disco inferiore, ricavate la vostra hand pie.
  7. Mettete le hand pies per 10 minuti in frigorifero, poi spennellatele con il latte di mandorla zuccherato (potete scioglierci dentro dello zucchero) e acqua. Trasferite in forno preriscaldato a 180 °C per circa 35 minuti. Se preferite servite le hand pies con zucchero a velo.

    Mettete le hand pies per 10 minuti in frigorifero, poi spennellatele con il latte di mandorla zuccherato (potete scioglierci dentro dello zucchero) e acqua. Trasferite in forno preriscaldato a 180 °C per circa 35 minuti. 
Se preferite servite le hand pies con zucchero a velo.
Note

Invece di effettuare l’intreccio potete sovrapporre semplicemente un altro disco di pasta, ricordando di fare dei taglietti al centro.

Durante la cottura il latte di mandorla va spennellato spesso sulla superficie delle hand pies ma se preferite, potete spennellare con il classico metodo del tuorlo d'’uovo e acqua.

La forma delle hand pies dipende dal coppapasta che utilizzate, potete utilizzare le formine taglia biscotti della forma che preferite.

 

hand pies alla confettura di prugne
summer picnic

Il mio picnic si svolge immerso nella campagna mediterranea con vista sugli uliveti e vigneti, tra piante grasse e alberi di gelso, ha il profumo di gelsomino e il gusto fresco di succo d’anguria e rosmarino. Ma in un picnic si sa, non può proprio mancare il dolce. Lasciandomi inspirare da Le conserve della nonna, mi è venuto in mente il dolce principe dei picnic: la crostata. In una versione “mini” in maniera tale da poterle trasportare facilmente e in monoporzione, queste hand pies hanno un gustoso ripieno di confettura extra di prugne realizzata con frutta fresca e zucchero di canna. Ho arricchito questo ripieno con frutta secca come noci e mandorle.

picnic le conserve della nonna (7)

Le conserve della nonna, oltre ad essere sinonimo di rispetto e sensibilità verso la terra e l’ambiente pone molta attenzione all’uomo, infatti per garantire a tutti la possibilità di gustare il contenuto di questi preziosi vasetti, molti prodotti sono adatti a chi è intollerante al glutine, e anche a chi ha deciso di intraprendere un percorso etico sposando un’alimentazione vegetariana o vegana. A supporto di questo stile di vita è nato il magazine on line Non Solo Buono  con alla base la filosofia per il cibo buono realizzato con materie prime di ottima qualità, in armonia con la natura, l’ambiente e della stagionalità.

picnic le conserve della nonna (5)

E tu dove lo fai #iltuopicnic?

Partecipare al concorso è molto semplice, dal 9 maggio al 15 novembre 2016 scatta una foto a tema PICNIC, collegati al sito  www.ilmiopicnic.it e carica la tua foto. I migliori 100 potranno vincere una fornitura di prodotti Le conserve della nonna. Cosa aspetti!

28 luglio 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia